A+ A A-
 

Un buon debutto per gli americani Frogg, ma con qualcosa da migliorare per il futuro Un buon debutto per gli americani Frogg, ma con qualcosa da migliorare per il futuro Hot

Un buon debutto per gli americani Frogg, ma con qualcosa da migliorare per il futuro

recensioni

gruppo
titolo
A Reptilian Dystopia
etichetta
Autoproduzione
Anno

PROVENIENZA: U.S.A. 

GENERE: Technical/Melodic Death Metal 

FFO: Obscura, Born of Osiris, Arsis, Children of Bodom, The Zenith Passage 

RECORDING LINE UP: 
Sky Moon Clark - vocals, guitars 
Liam Zintz-Kunkel - guitars 
Siebe Sol Sijpkens - bass 
Emma Rae - keyboards, vocals 
Anthony Barrone - drums 

TRACKLIST: 
1. Ancient rain [03:23] =ASCOLTA= 
2. Nuclear Storm [02:05] 
3. DNA [07:29] 
4. Ranidaphobia [03:47] 

Running time: 16:44 

opinioni autore

 
Un buon debutto per gli americani Frogg, ma con qualcosa da migliorare per il futuro 2020-01-20 18:49:44 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    20 Gennaio, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

"A Reptilian Dystopian" è l'EP di debutto assoluto per i Frogg, band proveniente da Stamford, Connecticut (sì, proprio la città dove ha sede la WWE, n.d.r.), progetto guidato dal cantante/chitarrista Sky Moon Clark. Durante questo breve lavoro (poco più d'un quarto d'ora) scopriamo una band che sembra ancora un "work in progress", nel senso che i Frogg sembrano ancora alla ricerca di una propria vera identità, cosa più che normale volendo in questo caso, visto che per l'appunto quello qui in esame è il debutto assoluto per l'act statunitense. Il punto focale, è che ci sono più "anime" che convivono nel sound dei Frogg: la band unisce infatti il Technical Melodic Death di gente come Arsis e The Black Dahlia Murder al Prog Death degli Obscura ed a velleità moderne di Born of Osiris e The Zenith Passage. Seppure i brani che compongono l'EP siano complessivamente apprezzabili, questo pout pourri di stili non ci è sembrato ancora fluido quanto dovrebbe, con passaggi che in alcuni punti appaiono un po' forzati; possiamo prendere ad esempio "DNA", che essendo il pezzo più lungo del lotto può essere preso in esame più minuziosamente: è soprattutto qui che ci accorgiamo tanto della bontà della proposta dei Frogg, quanto del fatto come per certi versi ci siano spunti un po' acerbi, passaggi su cui in futuro ci sarà bisogno di lavorare meglio, smussando alcuni angoli per rendere le composizioni, come dicevamo, maggiormente fluide.
Una sufficienza d'incoraggiamento per i Frogg al termine della recensione di "A Reptilian Dystopia": le qualità per emergere ci sono tutte e le possiamo tranquillamente riscontrare nel loro debut EP; con qualche piccolo accorgimento qua e là, non è impossibile che si possa sentir parlare di questa interessante band americana.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli ucraini Schizogen e la famigerata "troppa carne al fuoco"
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I portoghesi Innards si presentano con un breve EP di Death/Grindcore
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un disco perfetto per i Temperance
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Epic metal spedito e aggressivo per i Dragonlore
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dal Frontiers Rock Fest 2019 la prestazione degli Hardline
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ennesimo live dei Kreator: ne valeva la pena?
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Se vi piacciono i Macabre, non potete perdervi i canadesi Tales of the Tomb
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un EP tutto sommato soddisfacente per i tech-death metallers canadesi Moosifix
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Myrholt, un disco dispersivo che avrebbe potuto dare molto di piú.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Myrholt, le uscite che non servono..
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il quarto capitolo delle raccolte dei Mesmerize
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Fallen: Un metal vecchio stampo purtroppo poco convincente
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla