A+ A A-
 

L'ennesimo live album dei Saltatio Mortis L'ennesimo live album dei Saltatio Mortis Hot

L'ennesimo live album dei Saltatio Mortis

recensioni

titolo
“Manufactum III – Live auf dem Mittelaltermarkt”
etichetta
Napalm Records
Anno

 

TRACK LIST

1) Intro MMXII

2) Veitstanz

3) Der letzte spielmann (Akustik version)

4) La ride

5) Salome (Akustik version)

6) Charybdis

7) Pirate’s life

8) Scylla

9) Russe

10) Nach jahr und tag (Akustik version)

11) Fiat lux (Akustik version)

12) Eulenspiegel (Akustik version)

13) Saltatio Mortis MMXII

14) Saltarello

15) Wieder unterwegs (Akustik version)

 

LINE UP

Alea der Bescheidene - Voce, Cornamusa, Ciaramella, Arpa, Didgeridoo, Bouzouki irlandese, Chitarra

Lasterbalk der Lästerliche - Batteria, Tamburi turchi, Tamburi, Timpani, Percussioni, Programmazione

Herr Samoel - Arpa, Chitarra

Der Tambour - Batteria, Percussioni

Falk Irmenfried von Hasen-Mümmelstein - Voce, Cornamusa, Ciaramella, Ghironda

Luzi Das-L - Cornamusa, Ciaramella, Tromba marina, Bouzouki

El Silbador - Cornamusa, Ciaramella, Uilleann Pipes, Low whistle, Biniou

Bruder Frank - Basso elettrico, Chapman Stick

opinioni autore

 
L'ennesimo live album dei Saltatio Mortis 2013-03-31 08:23:31 Ninni Cangiano
voto 
 
2.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    31 Marzo, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ritornano con l’ennesimo live, intitolato con scarsa fantasia “Manufactum III – Live auf dem Mittelaltermarkt”, i folksters tedeschi Saltatio Mortis. Si potrebbe aprire un discorso sull’uso dell’ostica lingua tedesca (la band ha persino il proprio sito internet solo in tedesco) che non permette a chi non conosce la lingua di apprezzare fino in fondo, ma con i Saltatio Mortis è inutile, sono così, prendere o lasciare. Piuttosto sento l’obbligo di fare un discorso sull’opportunità di buttar fuori l’ennesimo live album; nel 2011 c’è stato “10 jahre wild und frei” (almeno un titolo diverso!), nel 2010 “Manufactum II”, per arrivare nel 2007 al primo “Manufactum”, in totale ben 4 live in soli 6 anni, roba che nemmeno gli Iron Maiden (noti affaristi) sono stati capaci di fare! Ora va bene tutto, va bene la passione per la musica, va bene che intelligentemente i Saltatio Mortis propongono sempre brani differenti (o quasi), ma 4 live album con soli 8 album da studio in 12 anni di carriera è veramente troppo! Anche la scelta della scaletta questa volta non è stata delle più felici, almeno per chi apprezza maggiormente la componente metal della band come il sottoscritto; ecco quindi che, tolte le splendide “Salome” e “Fiat lux” (belle anche in versione acustica), le altre 13 canzoni non mi hanno fatto impazzire. Di certo chi ama cornamuse, ghironde e ciaramelle probabilmente riuscirà ad apprezzare maggiormente del sottoscritto, visto che i Saltatio Mortis usano (ed abusano) molto questi strumenti nella loro musica. Fatto sta che, già abbondantemente deluso dalla pessima scelta commerciale, con la track-list che non mi ha entusiasmato, i vari ascolti dell’album non sono sempre stati semplici, dato che confesso di aver sbadigliato qualche volta. Ciò nonostante, si sente che la partecipazione del pubblico tedesco (erano 8000 i fans nell’Hamburger Spectaculum) è estremamente gioiosa ed il divertimento immagino non sia mancato, peccato solo che non sia riuscito a lasciarmi contagiare.... il voto finale è risultato tra la media della scelta commerciale e quella della musica. Per dovere di cronaca, aggiungo anche che è prevista un’edizione limitata in doppio-cd.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un disco perfetto per i Temperance
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Epic metal spedito e aggressivo per i Dragonlore
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dal Frontiers Rock Fest 2019 la prestazione degli Hardline
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ennesimo live dei Kreator: ne valeva la pena?
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Archon Angel: per rivivere almeno in parte i Savatage di Zak
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Venti anni di Kryptos!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Se vi piacciono i Macabre, non potete perdervi i canadesi Tales of the Tomb
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un EP tutto sommato soddisfacente per i tech-death metallers canadesi Moosifix
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Myrholt, un disco dispersivo che avrebbe potuto dare molto di piú.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Myrholt, le uscite che non servono..
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il quarto capitolo delle raccolte dei Mesmerize
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Fallen: Un metal vecchio stampo purtroppo poco convincente
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla