A+ A A-
 

Horned Almighty, in cerca di un pubblico più vasto Horned Almighty, in cerca di un pubblico più vasto Hot

Horned Almighty, in cerca di un pubblico più vasto

recensioni

titolo
To Fathom the Master's Grand Design
etichetta
Scarlet Records
Anno

Line up: 
S. - vocals 
Hellpig - guitars 
Haxen - bass 
Harm - drums 

Tracklist:
1. Violent Cosmology
2. Apocalyptic Wrath
3. Antagonism Eternal
4. Devouring Armageddon 
5. Swallowed by the Earth
6. The Great Death
7. Punishment Divine
8. Witchcraft Demonology

opinioni autore

 
Horned Almighty, in cerca di un pubblico più vasto 2020-02-16 11:57:10 Rob M
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Rob M    16 Febbraio, 2020
Ultimo aggiornamento: 16 Febbraio, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Horned Almighty non sono un nome nuovo per il sottoscritto. Li ricordo ai tempi dello split con i Sargeist (lontano 2004) e pochi anni più tardi con il classico "The Devil's Music - Songs of Death and Damnation". Li riascolto oggi, a distanza di anni, con questo loro "To Fathom the Master's Grand Design" in uscita niente meno che per la nostrana Scarlet Records. I nostri si fanno avanti con una proposta che ha alti e bassi. Frangenti black metal moderni (tornano alla mente in alcuni momenti i Watain ed un discreto numero di band nord europee) vengono mescolati con una vena quasi hardcore in cui la produzione mette in mostra un songwriting esperto e senza timori. Eppure, i nostri sembrano mancare il bersaglio in diversi momenti e certe transizioni risultano poco ispirate in ambito black e non pertinenti in ambito hardcore, creando un ibrido metal che può piacere o meno a seconda degli umori.
Nei suoi otto brani, questo lavoro snocciola un approccio diretto a livello di estremismo sonoro. Facilmente assimilabile, senza necessariamente cercare nuovi percorsi per il genere, i nostri hanno creato un disco "commerciale" che cerca di colpire ascoltatori non necessariamente vincolati al sound black metal. Non mancano parti con un groove incredibile, sfuriate veloci sparse per tutto il disco, rallentamenti doomy (come nel caso di "Devouring Armageddon") e parti ancora più scontate che ricordano a loro modo, come già detto, i Watain più commerciali e melensi. In questa mescolanza di generi e ispirazioni, gli Horned Almighty creano il disco perfetto per il metallaro medio. Un lavoro che non ha bisogno di grandi interpretazioni perché di fatto non offre niente di così "mistico" o "true" come in tanti magari si aspetterebbero. Se riuscite ad immaginare una band come i Misery Index in chiave black metal, potete allora farvi un'idea di come "To Fathom.." cerchi di avere il meglio di due mondi. L'album si chiude in maniera decisa con "Witchcraft Demonology", cercando un richiamo a quelle atmosfere occulte che l'intero lavoro anela ma è incapace di raggiungere.
Gli Horned Almighty non riescono quindi a colpirmi particolarmente, ma mi lasciano invece con l'amaro in bocca. Le capacità ci sono ma i nostri si ostinano imperterriti a cercare il grande pubblico quando invece sarebbero potuti rimanere fedeli alla linea e sfornare capolavori del genere. Davvero un peccato.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Ereley puntano su atmosfere dark e cupe con sonorità tipicamente horror
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Altaria risorgono dalle ceneri e ristampano il loro album icona "Divinity"
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Aevum e sonorità decisamente particolari
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
C'è poco da salvare nel nuovo disco dei Darker Half
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano gli Angerot con un sound totalmente diverso rispetto il debut album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Per gli statunitensi Xoth un secondo album che alla lunga rischia di stancare
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani Killkount debuttano con un album estremamente brutale
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lo spettacolare debut album degli Eternal Doubt
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancora nessuno si è accorto dei Rage In My Eyes?
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Landmine, si può e si deve far meglio
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla