A+ A A-
 

Witch Vomit: una band che unisce benissimo US e Swedish Death della vecchia scuola Witch Vomit: una band che unisce benissimo US e Swedish Death della vecchia scuola Hot

Witch Vomit: una band che unisce benissimo US e Swedish Death della vecchia scuola

recensioni

titolo
Buried Deep in a Bottomless Grave
etichetta
20 Buck Spin
Anno

PROVENIENZA: U.S.A. 

GENERE: Death Metal 

FFO: Autopsy, Incantation, Tomb Mold, Nihilist, Disember, Entombed 

LINE UP: 
Tempter - vocals, guitars 
C.L. - guitars 
J.G. - bass 
Filth - drums 

TRACKLIST: 
1. From Rotten Guts [04:40] 
2. Despoilment [05:02] 
3. Buried Deep in a Bottomless Grave [02:37] =ASCOLTA= 
4. Dead Veins [04:40] 
5. Dripping Tombs [03:43] =ASCOLTA= 
6. Squirming in Misery [03:07] 
7. Fumes of a Dying Bodies [03:59] 

Running time: 27:48 

opinioni autore

 
Witch Vomit: una band che unisce benissimo US e Swedish Death della vecchia scuola 2020-02-17 14:38:49 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    17 Febbraio, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Secondo album per i Witch Vomit, death metallers provenienti da quella che sta diventando una delle capitali del Death Metal a Stelle e Strisce - specie nella sua accezione old school -, Portland nell'Oregon. Prodotti da una delle label più attente a questa nuova ondata di Death old school, 20 Buck Spin, i Witch Vomit sono uno di quei gruppi che saprà accendere l'interesse sia dei fans di gruppi come Incantation, Autopsu e Tomb Mold, sia chi predilige le sferzate Death'n'Roll di Entombed e Dismember: è il mix tra questi due stili, infatti, ciò che rende così interessante l'ascolto di "Buried Deep in a Bottomless Grave", uscito lo scorso agosto. Tutto è esattamente come ci si aspetterebbe da una produzione della label di Pittsburgh: produzione sporca e grezza, ma a suo modo estremamente potente e ben bilanciata, un sound che, pur prediligendo le melmose influenze di gente come Autopsy ed Incantation, dà ampio spazio anche a roboanti accelerate figlie della scuola svedese: riff ora taglienti come rasoi ora duri come granito, una sezione ritmica tellurica ed in incessante 'movimento', il cavernoso growl di Tempter: in meno di mezz'ora e con terremotanti brani come "Dripping Tombs", la title-track, "From Rotten Guts" e "Dead Veins", i Witch Vomit dimostrano come anche loro pssano ben dire la lroo in questo momento di "revival" di questo stile in particolare.
C'è chi potrà affermare che "Buried Deep in a Bottomless Grave" sia solo "l'ennesimo album di un genere che sembra stia saturando il mercato" ed in parte non si può dar torto, dato l'elevato numero di gruppi che si sta lanciando di nuovo in queste sonorità; la differenza tra tutte queste uscite sta nella qualità generale dell'opera, ed in tal caso non possiamo che promuovere l'operato dei Witch Vomit: questo loro secondo album ha decisamente più spunti d'interesse rispetto ad altri lavori di loro colleghi.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Con "Threnos" gli On Thorns I Lay pubblicano il miglior lavoro dal loro ritorno
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un nuovo EP (con due inediti e tre cover) per i greci Abyssus
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Putridarium" degli Eternal Rot: un titolo che è tutto un programma
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Rites of Daath passano agevolmente l'esame del primo full
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo album per i polacchi Uerberos, sulla scia del classico sound centro-europeo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Poltergeist e l'amore per il buon vecchio thrash
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Discreto il debut album dei lussemburghesi Theophagist
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fraser Edwards ed il suo italiano scorretto
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Racket: Heavy e pericolosi.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Devil Crusade: un debutto ancora un po' acerbo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Battle Born, un esordio sulla scia di Majesty e Manowar
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla