A+ A A-
 

IL RITORNO DEGLI ABYSMAL GRIEF IL RITORNO DEGLI ABYSMAL GRIEF Hot

IL RITORNO DEGLI ABYSMAL GRIEF

recensioni

titolo
"Feretri"
etichetta
Horror Records
Anno

Line Up:

 

Regen Graves: chitarra

Labes C. Necrothytus: voce, tastiere

Lord Alastar: basso

Dorian Deministrel: batteria

 

Tracklist:

1 Lords of the Funerals

2 Hidden in the Graveyard

3 Sinister Gleams

4 Crepusculum

5 The Gaze of the Owl

6 Her Scythe

opinioni autore

 
IL RITORNO DEGLI ABYSMAL GRIEF 2013-04-05 07:30:08 Michele Alluigi
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Michele Alluigi    05 Aprile, 2013
Ultimo aggiornamento: 05 Aprile, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ho conosciuto gli Abysmal Grief grazie all'alone di mistero che li copre e grazie alla loro fama all'interno dell'underground genovese. Già dai tempi del loro contratto con la Black Widow per le vie del capoluogo ligure si notavano i loro adesivi sparsi un po' dappertutto, il che è innegabile aumenti la curiosità verso una band simile.
Poco si sa effettivamente su di loro se non ciò che loro stessi ci dicono per via autoscriviastica; il loro genere è un doom metal pesante, funereo e decisamente impregnato di occultismo.
La musica contenuta in questo loro nuovo “Feretri” non è musica che si può sentire in qualunque momento, ma è una vera e propria colonna sonora per un rituale mistico ed esoterico; la voce di Labes C. Necrothytus infatti si rivela subito profetica, con uno stile che si richiama molto ad Actila Crishnar dei Mayhem e quindi molto carica di pathos e di impatto.
A conferire ancora più espressività al lavoro sono le tastiere, maligne ed inesorabili, che ci trasportano letteralmente in un cimitero onirico con il loro suono modellato sugli organi a canne delle chiese, con in più qualche violino come in “Hidden in the Graveyard”.
Quanto alla parte esclusivamente metal, basso, chitarre e batteria godono di suoni molto pastosi e granitici; gli strumenti a corde infatti si muovono su strutture cadenzate e le accordature sono ribassate, in modo tale da poter creare un muro sonoro compatto ed insormontabile; il drumming è molto lineare e preciso, certo per suonare doom non è la tecnica ma l'effetto espressivo che conta e credetemi in questo gli Abysmal Grief sono dei veri e propri maestri.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Indie Place: Un EP per chi ha amato il Classic/Hard Rock degli anni '80
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Freddo, negativo, ma comunque affascinante il secondo album dei francesi Vous Autres
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Uada si spostano su lidi più melodici dando vita ad un album a dir poco sorprendente
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Raven: il corvo è tornato!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Unconquered" i Kataklysm arrivano a pubblicare il loro quattordicesimo album
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Noumena portano a termine il loro album più introverso e completo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Il nuovo lavoro di Winterblade dalle tinte Dark e Black.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kalahari: Un buon mini concept tra mitologia e realtà
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un secondo album che sa il fatto suo quello dei russi Drops Of Heart
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sin Circus: metal moderno e voce femminile sono gli ingredienti di questo piacevole disco
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cobra Spell: un EP per scaldare i motori dell'heavy metal!
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla