A+ A A-
 

Solo una sufficienza per il nuovo album degli Accuser Solo una sufficienza per il nuovo album degli Accuser Hot

Solo una sufficienza per il nuovo album degli Accuser

recensioni

gruppo
titolo
Diabolic
etichetta
Red Shift Music
Anno

 

TRACK LIST

1) Apocalyptic decay

2) Diabolic

3) Cannibal insanity

4) Deification

5) Dethroned

6) Beyond the blackness

7) Save your legend

8) Immortal aggression

9) Remains of hate

10) World wide wiolence

 

LINE UP

Frank Thoms – Vocals, guitars

Uwe Schmidt – Guitars

Frank Kimpel – Bass

Oliver Fechner – Drums

opinioni autore

 
Solo una sufficienza per il nuovo album degli Accuser 2013-04-06 09:08:40 Ninni Cangiano
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    06 Aprile, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tornano i veterani thrashers tedeschi Accuser, con il loro nono album, intitolato “Diabolic” (che fantasia!), dotato di un artwork niente male. Sono lontani i tempi di “The convinction” (1987) e “Who dominates who?” (1989), due ottimi dischi in cui cantava Eberhard Weyel; adesso a “cantare” (sarebbe meglio dire “urlare come un orco arrabbiato”) c’è il chitarrista Frank Thoms che purtroppo non è altrettanto bravo e dotato dietro il microfono, rispetto a quanto lo è con la sua sei corde. Ma “questo passa il convento” e tocca accontentarsi del vocione basso e roco di Thoms che, per il genere proposto, non sarebbe nemmeno poi così malaccio; purtroppo, non tollero più tanto nel thrash queste voci roche, urlate quasi in growling, che concepisco più per il metalcore o il death. La ricetta musicale degli Accuser è, bene o male, invariata rispetto a quanto proposto negli ultimi 2 album “Agitation” (2010) e “Dependent domination” (2011), ovvero un thrash furioso e molto veloce, mutuato da quanto proposto dai maestri Testament verso la fine degli anni ’90 soprattutto con dischi come “Demonic”. Qui non c’è spazio per melodie, ma solo per furia ed aggressività all’ennesima potenza, un qualcosa che sicuramente potrà far sbattere il capoccione e far scorrere veloce l’adrenalina nelle giovani leve di thrashers. Se, invece, come me, oramai avete più di un capello grigio ed avete avuto la fortuna di vivere sulla vostra pelle il thrash degli anni ’80 e ’90, questo “Diabolic” vi risulterà un discreto album di thrash metal suonato con passione ed onestà, ma obiettivamente nulla di più. Mi sarei aspettato una prova migliore da parte di una band d’esperienza come gli Accuser in questo disco, pur se effettivamente suonato in maniera egregia e violento al punto giusto; mi rimane quel classico amaro in bocca conscio che, con un cantante migliore, il risultato finale sarebbe stato molto più lusinghiero.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un disco con ombre e luci per i Just Before Dawn di Anders Biazzi
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debut album dei Proscription si candida ad essere la maggior sorpresa estrema del 2020
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Persino Umberto Eco trova un piccolo spazio nel terzo macigno degli Ossuary Anex
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Scozia il brutale assalto degli Scordatura
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Diamond In The Rough - pop rock che ci riporta agli Eighties
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Trishula: un come back davvero notevole per gli amanti dell'Aor!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Continua senza sosta la crescita degli Agony Face
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli Angelic Desolation un EP fin troppo breve
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il nuovo lavoro di Winterblade dalle tinte Dark e Black.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kalahari: Un buon mini concept tra mitologia e realtà
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un secondo album che sa il fatto suo quello dei russi Drops Of Heart
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sin Circus: metal moderno e voce femminile sono gli ingredienti di questo piacevole disco
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla