A+ A A-
 

Motorjesus: corsa verso l'ascesa. Motorjesus: corsa verso l'ascesa.

Motorjesus: corsa verso l'ascesa.

recensioni

titolo
Live Resurrection
etichetta
Drakkar Entertainment
Anno

Tracklist:
1. Intro
2. Tales From The Wrecking Ball
3. Motor Disciple
4. King Collider
5. The Dead Army
6. Karate Interlude
7. Fist Of The Dragon
8. Fuel The Warmachine
9. Re-Ignite
10. King Of The Dead End Road
11. Back In The Action Car
12. Destroyer
13. The Damage
14. The Howling
15. Return Of The Demons
16. A New War
17. Motorjesus
18. Dirty Pounding Gasoline
19. Outro

Line-up:
Chris Birx (voce)
Andreas Peters (chitarra solista)
Oliver Beck (batteria)

opinioni autore

 
Motorjesus: corsa verso l'ascesa. 2020-03-25 17:30:28 Sonia Giomarelli
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Sonia Giomarelli    25 Marzo, 2020
Ultimo aggiornamento: 25 Marzo, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Fieri del loro approccio Rock N'Roll al 100%, i teutonici Motorjesus (uno dei moniker più strambi che abbia mai letto in dieci anni che scrivo) continuano la loro folle corsa sulla Highway per presentare sul mercato un prodotto di tutto rispetto quale questo "Live Resurrection" che guarda caso vado a recensire qualche settimana prima della Pasqua. Ora prima di parlare del disco, vorrei presentare questi ragazzi che qua in Italia sono poco conosciuti. I Motorjesus sono un gruppo dedito anima e corpo ai più tradizionali clichè dell'Hard n' Heavy: moto, fiamme, motori. Ciò si può notare nella loro musica, nelle copertine dei dischi e nei titoli delle loro canzoni. La loro base operativa è nel Nord Reno Westfalia, area storicamente famosa per gli appassionati di Metal tedesco (e non faccio nomi), si formano inizialmente nei primi anni '90 con un altro nome, The Shitheadz (un solo disco pubblicato, Dirty Pounding Gasoline) per poi cambiare nome nel 2006 e riattivarsi con una serie di lavori pubblicati con la Drakkar Records.
"Live Resurrection" uscito questo febbraio per la sopra citata etichetta, racchiude in sè una setlist di pezzi presi tutti dai quattro dischi ufficiali ed è stato registrato su due live che la band ha tenuto per il tour promozionale di "Race To Resurrection".

Si parla dunque di un lavoro in sede live che rispecchia quello che è l'approccio musicale di una band innamorata dell'Hard Rock e dello Stoner di Monster Magnet e Spiritual Beggars. Abbiamo una ventina di pezzi che riescono a coinvolgere grazie e soprattutto ad un lavoro ottimo in fase di mixaggio.

"Live Resurrection" piace, pur non aggiungendo nulla di nuovo alla produzione discografica di questa band tedesca, ma si presenta come una componente aggiuntiva e un acquisto da fare per chi magari segue la band da anni. I nostri sono riusciti nell'intento, dimostrando all'ascoltatore quello che è loro modo di suonare su un palco. Passabili.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

The Destroying Laser: difficile restare indifferenti
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vendetta di Blaze Bayley!!!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quella pazzia esilarante che rende i The Prophecy 23 divertenti al punto giusto!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Terzo album per la one man band Necrotombs
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ci han messo un po', ma non delude il ritorno dei Mass Murder
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Live Burial: old school Death Metal nella sua totalità
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Discreto l'esordio assoluto dei canadesi Third Chamber
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il groove moderno dei Your Last Wish
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Darkness Proceeds" l'esordio assoluto degli americani Vadiat
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli statunitensi Xoth un secondo album che alla lunga rischia di stancare
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani Killkount debuttano con un album estremamente brutale
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lo spettacolare debut album degli Eternal Doubt
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla