A+ A A-
 

Lo spettacolare debut album degli Eternal Doubt Lo spettacolare debut album degli Eternal Doubt Hot

Lo spettacolare debut album degli Eternal Doubt

recensioni

titolo
"Tales of Roland Tebute"
etichetta
Autoproduzione
Anno

LINE-UP:
Marco Perazzolo - Vocals
Nicola Bernardi - Bass & acoustic guitar
Marco Fanton - Keyboards & backing vocals
Luca Pegoraro - Lead & rhythmic guitar
Alberto Manzardo - Rhythmic guitar & backing vocals
Elia Sgaggero - Drums & backing vocals

GUESTS:
Valentina Trevisiol - Lead & backing vocals
Massimo Perazzolo - Backing vocals

TRACKLIST: 
1. Twilight of the Northern Portal
2. Devil's Peak
3. Atomic Ballet
4. On My Shoulder
5. Followinf the North Star
6. Make Me Believe
7. Eternal Doubt, Pt. 1
8. Reaching the Apocalypse
9. Ourmageddon
10. Ulysses' Speech
11. Ode to Life

opinioni autore

 
Lo spettacolare debut album degli Eternal Doubt 2020-03-28 09:51:14 Ninni Cangiano
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    28 Marzo, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Eternal Doubt nascono nel 2010 dalle ceneri di due altri gruppi, i Rising Sundown e gli Utopy; hanno la loro base a Vicenza, città in cui mi reco molto spesso per lavoro e che annovera diverse altre bands, fra cui è impossibile non ricordare i White Skull. Facevano parte del nucleo iniziale il cantante Marco Perazzolo ed il bassista Nicola Bernardi (entrambi ex-Utopy), il chitarrista Thomas Scaranto (dai Rising Sundown) ed il batterista Elia Sgaggero (che militava in entrambe le precedenti formazioni). Nel corso degli anni, il chitarrista ha lasciato il gruppo e con l’attuale formazione, tra fine 2018 ed inizi 2019, la band ha registrato questo debut album “Tales of Roland Tebute” (dotato di artwork non proprio esaltante), presso gli storici New Sin Studio nel trevigiano. Era da tempo che non avevo notizie di questo studio, presso il quale da sempre si sono ottenuti dischi di alta qualità; anche questa volta è stato così perchè, pur trattandosi di un’autoproduzione (con tutti i limiti di budget che essa comporta), ho avuto modo di ascoltare un lavoro prodotto in maniera estremamente professionale. Ma veniamo alla musica. Gli Eternal Doubt suonano un elegante power-prog metal, piacevole da ascoltare, suonato e cantato in maniera eccelsa. Se proprio volessimo fare un appunto alla band vicentina, segnaleremmo un songwriting leggermente eccessivo in alcuni pezzi dall’elevato minutaggio (specie nella prima parte della tracklist), ma si tratta di semplice pignoleria personale, dato che comunque nessuno dei brani ascoltati rischia seppur minimamente di annoiare. Nel file di presentazione si citano influenze di Avantasia, Dream Theater e Stratovarius, su cui (ma fino ad un certo punto) potrei anche essere d’accordo, nonché altre sulle quali non mi trovo assolutamente concorde, dato che non ho trovato alcunché di paragonabile ad Helloween e Judas Priest nella musica degli Eternal Doubt. Come spesso accade, questi paragoni sono alquanto campati in aria, mentre non sono state citate bands a cui il sound dei vicentini è accostabile, come Serenity, Theocracy ed i connazionali Secret Sphere. L’album è composto da 11 canzoni (finalmente un disco senza inutilissime intro!!), decisamente piacevoli da ascoltare, anche se le mie preferite sono nella seconda parte del disco, a partire dall’ottima “Make me believe”, dalla folkeggiante “Eternal dount pt. 1” e dalla tellurica “Ourmageddon” (sicuramente la migliore del lotto). Come è facile intuire dal titolo, a livello testuale abbiamo di fronte una sorta di concept album che parla della vita, amore, morte ed eredità di questo Roland Tebute; le ultime quattro tracce, invece, sono una sorta di singolo atto in cui è lo stesso Roland a raccontare in prima persona, attraverso la splendida voce di Marco Perazzolo. In oltre un decennio che faccio recensioni, raramente ho trovato un debut album così valido e, quando mi trovo a recensire lavori del genere, resto sempre sorpreso dal fatto che nessuna label si sia accorta di questo piccolo gioiello; veniamo sommersi quotidianamente da immondizie musicali e poi lavori di ottima qualità, come questo “Tales of Roland Tebute”, rischiano di sparire nell’underground... sta a noi supportare gruppi di notevole valore come gli Eternal Doubt!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Powerwolf: Un buon modo per conoscere la band teutonica
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'atteso ritorno dei Dukes of the Orient: per palati fini!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quarto capitolo per l'AOR sensation dall'Italia, i Lionville!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Selenseas, un power sinfonico di ottimo livello
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Che mazzate dal nuovo disco degli Onslaught!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Black Rose Maze un debutto discreto segnato dalla voce della singer canadese Rosa
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un Ep di power prog dalle tinte moderne che mostra le discrete potenzialità degli Osyron
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Darkness perchè quella cover?
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vlterior: quando violenza e tecnica vanno a braccetto.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Non poco interessante l'EP dei Dystopia A.D.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una nuova sfilza di ospiti ed un altro buonissimo album: tornano i Buried Realm
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla