A+ A A-
 

Ruin Lust: barbarico War Metal from New York City Ruin Lust: barbarico War Metal from New York City Hot

Ruin Lust: barbarico War Metal from New York City

recensioni

gruppo
titolo
The Choir of Babel
etichetta
20 Buck Spin
Anno

PROVENIENZA: U.S.A. 

GENERE: Black/Death Metal 

FFO: Blasphemy, Bestial Warlust, Revenge, Black Witchery 

LINE UP: 
M. Rekevics - vocals, drums 
J. Wilson - guitars, vocals 
S. Bennett - guitars, vocals 

TRACKLIST: 
1. The Choir of Babel [04:54] 
2. Prison of Sentient Horror [04:23] =ASCOLTA= 
3. Worm [05:30] 
4. Bestial Magnetism [05:44] =ASCOLTA= 
5. Rite of Binding [08:53] 

Running time: 29:24 

opinioni autore

 
Ruin Lust: barbarico War Metal from New York City 2020-03-30 17:26:13 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    30 Marzo, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Per chi è alla ricerca di underground estremo violento e senza mezze misure, 20 Buck Spin sta diventando una vera e propria garanzia; diverse sono le mefitiche realtà lanciate dall'etichetta di Pittsburgh: Tomb Mold, Vastum e Witch Vomit sono giusto i primi tre esempi che passano per la mente, senza dimenticare che per la label statunitense sono passati anche Coffins, Mammoth Grinder, Mournful Congregation ed i folli finlandesi Oranssi Pazuzu. Ad unirsi all'allegra compagnia sono ora anche i Ruin Lust, band fondata nel 2011 e riportata in vita nel 2019 dal batterista/cantante Michael Rekevics, arrivati con "The Choir of Babel" al terzo studio album, debutto su 20 Buck Spin. Senza girarci tanto attorno, quello che Rekevics e compagni propongono è quello che comunemente viene denominato "War Metal", un Black/Death primordiale e barbarico in cui possiamo ritrovare tracce di gruppi che della violenza sonora ne han fatto il proprio stendardo, come Bestial Warlust, Revenge, i leggendari Blasphemy, ma anche i nostri Necromorbid (probabilmente la realtà più interessante in Europa per questo genere). Non c'è traccia di melodia né il minimo accenno ad un qualcosa che sia tecnicamente rilevante: per mezz'ora i Ruin Lust semplicemente picchiano come fabbri tra rasoiate chitarristiche ed un drumming forsennato che fanno da tappeto all'acida ugola di mr. Rekevics; un album, questo "The Choir of Babel", che si fa via via più marcio e violento col progredire dei pezzi, trovando il proprio apice nella doppietta "Worm" + "Bestial Magnetism".
Per i non pochi amanti di questo genere, quello dei Ruin Lust è un nome da appuntare, non avendo loro assolutamente nulla da invidiare anche a nomi ben più noti, anzi risultando anche più interessanti per certi versi. "The Choir of Babel" è uno di quei lavori che è esattamente ciò che promette di essere: una mezz'ora di barbarie sonora.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un nuovo EP (con due inediti e tre cover) per i greci Abyssus
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Putridarium" degli Eternal Rot: un titolo che è tutto un programma
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Rites of Daath passano agevolmente l'esame del primo full
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo album per i polacchi Uerberos, sulla scia del classico sound centro-europeo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Poltergeist e l'amore per il buon vecchio thrash
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Spagna l'ottimo debutto dei Velkhanos con un album granitico e martellante
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Fraser Edwards ed il suo italiano scorretto
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Racket: Heavy e pericolosi.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Devil Crusade: un debutto ancora un po' acerbo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla