A+ A A-
 

Live Burial: old school Death Metal nella sua totalità Live Burial: old school Death Metal nella sua totalità Hot

Live Burial: old school Death Metal nella sua totalità

recensioni

titolo
Unending Futility
etichetta
Transcending Obscurity Records
Anno

PROVENIENZA: UK 

GENERE: Death Metal 

FFO: Bolt Thrower, (early) Death, (early) Asphyx, Unleashed, Autopsy 

LINE UP: 
Jamie Brown - vocals
Rob Hindmarsh - guitars
Richard Codling - guitars
Lee Anderson - bass
Matthew Henderson - drums 

TRACKLIST: 
1. Seeping into the Earth [05:29] 
2. Condemned to the Boats [05:33] =ASCOLTA= 
3. Swing the Pendulum [05:08] 
4. The Crypt of Slumbering Madness [06:19] =ASCOLTA= 
5. Rotting on the Rope [07:17] 
6. Winds of Solace [01:30] 
7. Cemetery Fog [09:41] =ASCOLTA= 

GUESTS: 
Kari Kankanpaa (Solothus, Sepulchral Curse) - vocals on track 7 
Dan Rochester (Cruciamentum, Vacivus) - acoustic guitars on track 6 

Running time: 40:57 

opinioni autore

 
Live Burial: old school Death Metal nella sua totalità 2020-04-03 14:49:45 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    03 Aprile, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Sono passati quattro anni per il ritorno degli inglesi Live Burial dopo il debut album "Forced Back to Life", uscito per l'appunto nel 2016. Nel frattempo ci sono state alcune novità per la band di Newcastle: in primis, il cambio d'etichetta, con i Nostri che escono oggi con questo "Unending Futility" per una delle più attente realtà in quanto all'underground Extreme Metal, l'indiana Transcneding Obscurity Records; anche musicalmente possiamo notare qualcosa di diverso nei Live Burial, che dal canonico Death/Doom delle prime uscite passano ad un old school Death a 360°. In questa seconda fatica dei Nostri, infatti, possiamo trovare intrecciate tra loro diverse scuole di pensiero, passando anzitutto da quella centro-europea (Asphyx) ed ovviamente quella britannica (Bolt Thrower), ma su tutto una base che non può non ricordare i Death dei primi album, senza farsi mancare taglienti accelerate di Death'n'Roll svedese o poderosi passaggi più Doom à la Autopsy (per un'unione di questi ultimi due casi, ascoltate il singolo "The Crypt of Slumbering Madness"). Insomma, avrete capito che con i Live Burial possiamo parlare davvero di Death Metal a 360°, dato che il quintetto albionico non si fa mancare assolutamente nulla, anche in termini di durata dei brani: i Live Burial non hanno paura ad osare un brano di quasi 10 minuti come l'anthem "Cemetery Fog", pezzo in cui tra l'altro troviamo come ospite Kari Kankanpaa di Sepulchral Curse e Solothus.
Un disco che esce col marchio di Transcending Obscurity difficilmente delude le attese, e manco a dirlo nemmeno i Live Burial fanno eccezione; "Unending Futility" non sarà magari uno di quei lavori che passeranno alla storia, ma può essere di certo definito come un lavoro onestissimo e suonato in maniera genuina e passionale. Un ascolto, dunque, credo proprio se lo siano meritato tutto.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

FM: la classe che non tramonta!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
EX: da Verona un invito a lottare.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'attesissimo ritorno dei One Desire
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Colpisce per essere un 'semplice' album Death Metal questo terzo dei tedeschi Sabiendas
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'assalto nichilista degli Henry Kane di Jonny Pettersson  dei Wombbath
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gomorra, per i fans degli Iced Earth
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Warrior Within: tra luci ed ombre
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Killitorous: come fare i cazzoni suonando musica impressionante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Angel Grinder debuttano con un Death/Thrash old school impressionante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annotatevi il nome dei Breaking The Silent!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Solar Flare: nulla da salvare
Valutazione Autore
 
0.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Buonissima seconda prova per i tedeschi Bloodred
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla