A+ A A-
 

Quella pazzia esilarante che rende i The Prophecy 23 divertenti al punto giusto! Quella pazzia esilarante che rende i The Prophecy 23 divertenti al punto giusto! Hot

Quella pazzia esilarante che rende i The Prophecy 23 divertenti al punto giusto!

recensioni

titolo
Fresh Metal
etichetta
Massacre Records
Anno

Line-up:
Luca – voce
Hannes – chitarra, voce
Phil Butcher – chitarra
Jackson – basso
Theo – batteria

Tracklist:
01. We Love Fresh Metal
02. No Deep Talks – Just Drinks
03. Caps, Trucks And Rock ‘N’ Roll
04. Pump It Up
05. I Wish I Could Skate
06. Beach, Waves, Beer, Babes
07. Calm Down
08. Intergalactic Anti Capitalism
09. We Kindly Ask To Shred
10. Mammon
11. Mexico Maya Mosh
12. P Y L
13. Prankster
14. The Greenwolf

opinioni autore

 
Quella pazzia esilarante che rende i The Prophecy 23 divertenti al punto giusto! 2020-04-04 03:25:04 Gianlu "RocketTobi"
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Gianlu "RocketTobi"    04 Aprile, 2020
Ultimo aggiornamento: 04 Aprile, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Cosa ci dovremmo aspettare da una band che si presenta “thrash (fresh) metal”? Bè, ovviamente la risposta dovrebbe essere scontata, giusto?
Ed invece veniamo catapultati da tutt’altra parte, tipo negli anni nei quali gli Anthrax sperimentavano “pazzie” con i Public Enemy, ve li ricordate? E quelle sonorità tipiche dei Faith No More? Bene, ora immaginate questo mix condito da una certa dose di death, hardcore, e thrash metal.
I tedeschi The Prophecy 23 non sono ragazzetti alle prime armi; tutt’altro, l’esperienza si avverte, anche una certa attitudine nella tecnica e negli arrangiamenti, tuttavia la loro proposta si rivela un’arma a doppio taglio.
Seppur le buone idee non manchino, ci ritroviamo ad ascoltare un album senza capo né coda, ma almeno possiamo salvarci cogliendo la scelta di non prendersi troppo sul serio, e quella pazzia esilarante che rende comunque le quattordici tracce di questo album abbastanza divertenti.
L’apri-pista "We Love Fresh Metal" è proprio un piccolo tributo ai già citati Anthrax, e rende decisamente l’idea degli inserti inusuali che i nostri useranno: apertura con cori da stadio, ritmiche serrate e veloci, il growl potentissimo di Luca fa decisamente un ottimo effetto, insieme alle parti più pulite e tendenti al rap di Hannes.
Tracce come "Beach, Waves, Beer, Babes" e "Calm Down" ci riportano su temi con impronte death/thrash, mentre facciamo salti temporali nella quasi rock’n roll style "No Deep Talks - Just Drinks".
Chi ha parlato di funk, death, ed epic metal? Beh, ascoltatevi "I Wish I Could Skate", poi ne riparliamo!
Mentre l’oscura "Prankster" è probabilmente l’unico episodio coerente, ci fa pensare a cosa potrebbe accadere se tutto l’album si riconducesse a questa linea, un ottimo brano death/thrash metal che scorre senza intoppi dall'inizio alla fine.

In fin dei conti alla base del fare musica dovrebbe esserci sempre il desiderio di divertirsi, ed è questo che i The Prophecy 23 fanno. "Fresh Metal" è un album vario (forse un po’ troppo), immediato, pieno di quella sana follia che in fin dei conti non guasta mai.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

FM: la classe che non tramonta!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
EX: da Verona un invito a lottare.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'attesissimo ritorno dei One Desire
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Colpisce per essere un 'semplice' album Death Metal questo terzo dei tedeschi Sabiendas
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'assalto nichilista degli Henry Kane di Jonny Pettersson  dei Wombbath
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gomorra, per i fans degli Iced Earth
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Warrior Within: tra luci ed ombre
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Killitorous: come fare i cazzoni suonando musica impressionante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Angel Grinder debuttano con un Death/Thrash old school impressionante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annotatevi il nome dei Breaking The Silent!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Solar Flare: nulla da salvare
Valutazione Autore
 
0.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Buonissima seconda prova per i tedeschi Bloodred
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla