A+ A A-
 

Blackalexxx: Syner Blackalexxx: Syner Hot

Blackalexxx: Syner

recensioni

titolo
Syner
etichetta
autoprodotto
Anno

 

1 Another sunny day

2 Syner  

3 Other me  

4 Blue monkey    

5 Holiday

6 Absynth 

7 Shed             

8 Hat & Dust

9 Fallin'        

10 Black book

11 The dark mind       

12 Tears of gloom        

13 Addicted to sin

opinioni autore

 
Blackalexxx: Syner 2013-04-10 21:05:08 Gianni Izzo
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Gianni Izzo    10 Aprile, 2013
Ultimo aggiornamento: 10 Aprile, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Già ci siamo occupati del chitarrista toscano Blackalexxx all’epoca di Powermetal.it, esaltandone le capacità tecniche e compositive. Sono stati due i demo che Alex ci aveva proposto: il primo, “Underground”, di più ampio respiro, abbracciava diversi generi anche avulsi dal mero metal ed hard rock, divenendo un prodotto molto interessante ed eterogeneo, adatto anche a chi non ama particolarmente i guitar heroes ed i loro dischi completamente strumentali; il secondo, "Let The Night Be", era più cupo e duro, metteva più in evidenza le capacità tecniche di Alex, ma la lunghezza del prodotto e la minor predisposizione a catturare le anime più lontane dall'amore incontrastato per la chitarra, relegava di fatto il disco nella categoria “solo per gli addetti ai lavori”… Ora Blackalexx ritorna con “Syner”, migliorando la parte produttiva ed unendo consapevolmente (o inconsciamente?) le due precedenti prove. Ritornano taluni momenti molto tecnici ed altri molto cupi, ma il disco è variegato ed interessante, presenta ottime melodie (“Holiday”), estreme sperimentazioni sonore (“Absynth”), pezzi adrenalinici come “Fallin’”, la mia preferita. Le evoluzioni chitarristiche dell’hard rock dalle tinte blues di “Hat & Dust” così come vengono espresse, sembrano un omaggio a Stevie Ray Vaughan, l’armonizzazione finale di “Other Me” potrebbe servire come idea agli ultimi Iron Maiden, mentre trovo curioso il riff principale di “Blue Monkey” che ricalca il riff di “Breed” dei Nirvana, non so se questo fosse voluto o è stata una svista, ma è praticamente uguale. Naturalmente il brano segue poi vie completamente diverse, Blackalexxx come al solito si trova a creare e affrontare sentieri musicali intricati e di certo ben lontani dalla semplicità del punk/grunge dei Nirvana…Concludendo, forse ci troviamo di fronte al lavoro più riuscito di questo musicista, capace di entusiasmare e farci domandare tra una traccia e l'altra quale sarà il prossimo passo musicale deciso dall'artista. Sperando che i più intransigenti delle 6 corde non lo bannino come musicista commerciale, solo perché unisce alle dimostrazioni tecniche anche gusto per la melodia vincente, auguriamo a Blackalexxx un vero produttore ed una casa discografica che riescano a dare ancora più valore ai suoi lavori.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

FM: la classe che non tramonta!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
EX: da Verona un invito a lottare.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'attesissimo ritorno dei One Desire
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Colpisce per essere un 'semplice' album Death Metal questo terzo dei tedeschi Sabiendas
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'assalto nichilista degli Henry Kane di Jonny Pettersson  dei Wombbath
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gomorra, per i fans degli Iced Earth
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Warrior Within: tra luci ed ombre
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Killitorous: come fare i cazzoni suonando musica impressionante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Angel Grinder debuttano con un Death/Thrash old school impressionante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annotatevi il nome dei Breaking The Silent!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Solar Flare: nulla da salvare
Valutazione Autore
 
0.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Buonissima seconda prova per i tedeschi Bloodred
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla