A+ A A-
 

Warrior Within: tra luci ed ombre Warrior Within: tra luci ed ombre Hot

Warrior Within: tra luci ed ombre

recensioni

titolo
In Light Act 2
etichetta
Autoproduzione
Anno

TRACKLIST:
1. Constrainer
2. Rat Race
3. The Felling Of The Oak
4. Awakening

LINE UP:
Scott Macyntire - Vocals
Tass Hadoulis - Guitars
Apostolis Hadoulis - Bass
Dan Stixx - Drums

opinioni autore

 
Warrior Within: tra luci ed ombre 2020-05-26 13:16:19 Francesco Noli
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Francesco Noli    26 Mag, 2020
Ultimo aggiornamento: 26 Mag, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Australiani Warrior Within, attivi fin dal 1992, non si sa come hanno raggiunto il loro debutto discografico solo due anni or sono con l'EP "In Light Act I", il quale metteva in mostra una band dai suoni Thrash presi in prestito dalla vecchia scuola e ritmiche d'assalto all'arma bianca. Dopo due anni è la volta di questo secondo EP dal titolo "In Light Act II" che riprende, sia come tematiche che come sonorità il concetto del lavoro precedente. Mi è sempre stato difficile esprimere un giudizio il più sincero e preciso possibile su di una band basandomi solo su una manciata di canzoni (in questo caso quattro), ma le impressioni che si hanno riascoltando il cd in questione sono le medesime di due anni fa; i nostri non hanno cambiato una virgola, il loro stile che prevede cambi di tempo, ritmiche non velocissime ma efficaci e modulazioni interessanti. Tuttavia le canzoni anche dopo svariati ascolti non riescono a prendermi del tutto seppur suonate bene; produzione volutamente scarna (stiamo parlando di un autoproduzione) e sinceramente si poteva e si doveva fare qualcosina di più, visto che il suono del basso è bello nitido e potente e chissà con un sound adeguato in fase di mixing come poteva diventare. "The Feeling Of The Oak" è una bella canzone potente con tanto di arpeggio iniziale e melodia gradevole e a parere di chi scrive la migliore del lotto, mentre "Constrainer" e "Rat Race" tendono un po' ad assomigliarsi. Conclude il mini "Awakening", anche questa song dotata di un bell'arpeggio iniziale e un bell'assolo centrale; si potrebbe dare mezzo voto in più, ma la voce di Scott Macintyre, seppur nicotinosa e abrasiva manca di quelle sfumature per dare un po' di ariosità ai brani: non fraintendetemi, non che il suo lavoro lo svolga male o non abbia una voce consona al genere, solo che si ha l'impressione che tenda ad appiattire un po' le songs che musicalmente si fanno ascoltare senza far gridare al miracolo. Aspettiamoli sulla lunga distanza per avere miglior indicazioni e maggiori certezze, ma intanto un ascolto è consigliato sicuramente ai Thrashers più incalliti.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Soddisfacente il debut album dei prog-deathsters tedeschi Virocracy
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Threnos" gli On Thorns I Lay pubblicano il miglior lavoro dal loro ritorno
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un nuovo EP (con due inediti e tre cover) per i greci Abyssus
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Putridarium" degli Eternal Rot: un titolo che è tutto un programma
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Rites of Daath passano agevolmente l'esame del primo full
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo album per i polacchi Uerberos, sulla scia del classico sound centro-europeo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Virtual Symmetry, un ritorno di classe!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Discreto il debut album dei lussemburghesi Theophagist
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fraser Edwards ed il suo italiano scorretto
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Racket: Heavy e pericolosi.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Devil Crusade: un debutto ancora un po' acerbo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Battle Born, un esordio sulla scia di Majesty e Manowar
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla