A+ A A-
 

Troppo lungo, monotono ed a tratti fastidioso: non funziona nulla nel secondo album dei From Hell Troppo lungo, monotono ed a tratti fastidioso: non funziona nulla nel secondo album dei From Hell Hot

Troppo lungo, monotono ed a tratti fastidioso: non funziona nulla nel secondo album dei From Hell

recensioni

gruppo
titolo
Rats & Ravens
etichetta
Scourge Records
Anno

PROVENIENZA: U.S.A. 

GENERE: Thrash/Death Metal 

FFO: Dark Angel, Testament, Devastation, Anvil 

LINE UP: 
Aleister Sinn - vocals, guitars 
Steve Smyth - guitars 
Stephen Paul Goodwin - bass 
Wes Anderson - drums 

TRACKLIST: 
1. Dark Heart [00:54] 
2. They Come at Night [05:49] =VIDEO= 
3. Lilium [04:16] =ASCOLTA= 
4. The Witch [05:50] 
5. Don't Cry for Help [05:43] 
6. Three and Nine [05:29] 
7. Forest of the Screaming Trees [05:49] 
8. Room for One [05:38] 
9. Body Rats [08:42] 
10. Am I Dead [06:56] 

Running time: 55:06 

opinioni autore

 
Troppo lungo, monotono ed a tratti fastidioso: non funziona nulla nel secondo album dei From Hell 2020-05-27 20:19:24 Daniele Ogre
voto 
 
2.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    27 Mag, 2020
Ultimo aggiornamento: 27 Mag, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Attivi da un decennio, essendosi formati nel 2010 per mano del chitarrista/cantante Aleister Sinn (al secolo George Anderson), gli statunitensi From Hell arrivano a pubblicare tramite Scourge Records questo secondo album, a titolo "Rats & Ravens". Sono passati sei anni da quel "Ascent from Hell" che li presentò al pubblico con una formazione di tutto rispetto: a mr. Sinn, infatti, si unirono Steve Smyth (ex di Testament, Dragonlord, Vicious Rumors, Forbidden e Nevermore) alla chitarra, Damien Sisson (Death Angel) al basso e Paul Bostaph (non credo abbia bisogno di presentazioni) alla batteria. Nonostante la formazione altisonante, quel "Ascent from Hell" non risultò un lavoro così trascendentale... e lo stesso si può purtroppo dire anche di questo "Rats & Ravens", nonostante ancora una volta ci sia una line up di tutto rispetto, con Sinn e Smyth accompagnati da Stephen Paul Goodwin (ex-Vicious Rumors) e da Wes Anderson (batterista di Les Claypool). Diciamo che se "Rats & Ravens" fosse uscito intorno la metà degli anni '80, questo lavoro sarebbe stato quanto meno passabile (e in più in generale i From Hell), ma purtroppo siamo nel 2020 ed un disco come questa seconda fatica della band statunitense ha troppo il sapore d'amarcord: il problema è che nell'insieme non è nemmeno tutto questo granché; i pezzi sfortunatamente sono monotoni e non aiutano certo una lunghezza che comincia a divenire smodata già intorno al terzo o quarto pezzo, né tanto meno la voce di George Anderson/Alesiter Sinn, che a lungo andare provoca del vero e proprio fastidio.
Cosa c'è da salvare allora in "Rats & Ravens" dei From Hell? Sarò sincero: non ne ho la più pallida idea! Se vorrete tentare la sorte ed ascoltarlo da voi, magari potrà anche esserci qualcuno che gradirà la proposta. State pur certi, però, che io non sarò tra questi ultimi.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Soddisfacente il debut album dei prog-deathsters tedeschi Virocracy
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Threnos" gli On Thorns I Lay pubblicano il miglior lavoro dal loro ritorno
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un nuovo EP (con due inediti e tre cover) per i greci Abyssus
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Putridarium" degli Eternal Rot: un titolo che è tutto un programma
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Rites of Daath passano agevolmente l'esame del primo full
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo album per i polacchi Uerberos, sulla scia del classico sound centro-europeo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Virtual Symmetry, un ritorno di classe!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Discreto il debut album dei lussemburghesi Theophagist
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fraser Edwards ed il suo italiano scorretto
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Racket: Heavy e pericolosi.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Devil Crusade: un debutto ancora un po' acerbo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Battle Born, un esordio sulla scia di Majesty e Manowar
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla