A+ A A-
 

Con un minutaggio leggermente inferiore, l'EP dei Collapsus avrebbe di certo superato la semplice sufficienza Con un minutaggio leggermente inferiore, l'EP dei Collapsus avrebbe di certo superato la semplice sufficienza Hot

Con un minutaggio leggermente inferiore, l'EP dei Collapsus avrebbe di certo superato la semplice sufficienza

recensioni

gruppo
titolo
Shockwaves of Decline
etichetta
Autoproduzione
Anno

PROVENIENZA: Francia 

GENERE: Melodic Black/Death Metal 

FFO: Dissection, Watain, Death, Edge of Sanity, Coroner 

LINE UP: 
Samuel Leclercq - vocals 
Frank Poulet - guitars 
Sylvain Mallet - guitars, bass on tracks 1 & 3 
Pierre-Yves Sabirou - bass on tracks 2 & 4 
Philippe Ménard - drums 

TRACKLIST: 
1. For a While [06:10] 
2. Final Serenity [06:06] 
3. A Time to Pass Away [10:08] =VIDEO= 
4. Let Me Die at Last [10:09] 

Running time: 32:33 

opinioni autore

 
Con un minutaggio leggermente inferiore, l'EP dei Collapsus avrebbe di certo superato la semplice sufficienza 2020-05-28 14:27:47 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    28 Mag, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Contando giusto un demo eponimo nel lontano 2001, l'EP "Shockwaves of Decline" può essere considerato il debutto effettivo dei francesi Collapsus, un lavoro uscito lo scorso anno e che, sinceramente, non ho ben inteso se sia stato poi ristampato quest'anno o meno. "Shockwaves..." è, comunque, un lavoro dalla doppia facciata: da un lato possiamo trovare una band che tutto sommato sa il fatto suo, vista la buona caratura tecnica dei Nostri ed un lavoro di songwriting accurato; dall'altro però, per dirla in maniera semplice, i Collapsus non si sono regolati: tra i primi due brani che superano i sei minuti ed i restanti che superano addirittura i dieci minuti di durata, l'ascolto può alla lunga diventare pesante, ed in effetti una certa 'stanchezza' nella seconda parte dell'EP la si accusa. Questa cosa porta gioco forza la band transalpina a riempire i brani con passaggi quanto mai filler ed a trovare soluzione che, seppur ben eseguite, sanno un po' troppo di 'già sentito'.
I Collapsus hanno dalla loro il saper scrivere (ed eseguire) buoni pezzi, come sono lì a dimostrare l'opener "For a While" e l'ottima parte centrale della seguente "Final Serenity". Se badassero un po' più al sodo, magari accorciando (di netto) le loro proposte, allora potremmo avere davanti un lavoro che potrebbe essere quasi certamente degno di nota. Purtroppo la pesantezza con cui si arriva in fondo a "Shockwaves of Decline" inficia leggermente sul giudizio finale: sufficiente di certo, ma con qualche piccola riserva.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Soddisfacente il debut album dei prog-deathsters tedeschi Virocracy
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Threnos" gli On Thorns I Lay pubblicano il miglior lavoro dal loro ritorno
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un nuovo EP (con due inediti e tre cover) per i greci Abyssus
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Putridarium" degli Eternal Rot: un titolo che è tutto un programma
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Rites of Daath passano agevolmente l'esame del primo full
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo album per i polacchi Uerberos, sulla scia del classico sound centro-europeo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Virtual Symmetry, un ritorno di classe!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Discreto il debut album dei lussemburghesi Theophagist
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fraser Edwards ed il suo italiano scorretto
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Racket: Heavy e pericolosi.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Devil Crusade: un debutto ancora un po' acerbo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Battle Born, un esordio sulla scia di Majesty e Manowar
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla