A+ A A-
 

Battle Born, un esordio sulla scia di Majesty e Manowar Battle Born, un esordio sulla scia di Majesty e Manowar

Battle Born, un esordio sulla scia di Majesty e Manowar

recensioni

titolo
"Battle Born"
etichetta
Autoproduzione
Anno

TRACKLIST:
1. Battle born
2. Bring the metal back
3. Man of war
4. For our home
5. Sovngarde awaits

LINE-UP:
Jack Reynolds - Vocals
Will Kerr - Guitars, Keyboards
Tom O'Dell - Guitars, Vocals (Track 4)
Chris Beattie - Bass
Charles Lamacraft-Perrett - Drums

Guest:
Ethan Bishop (Guitars on tracks 3 and 4)

opinioni autore

 
Battle Born, un esordio sulla scia di Majesty e Manowar 2020-06-28 16:43:33 Ninni Cangiano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    28 Giugno, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I Battle Born nascono 2 anni fa a Southampton in Inghilterra ed arrivano in questi giorni ad autoprodursi il proprio primo EP omonimo, dotato di artwork simpatico, ma un po’ banale, con un orsetto guerriero con tanto di ascia bipenne, a cavallo del classico drago. Il loro sound è un piacevole power/epic metal ma, se siete alla ricerca di qualcosa di originale, sappiate che qui non vi è alcuna possibilità di trovarne; maniaci dell’innovazione potete quindi terminare qui la vostra lettura. Se, invece, non ve ne frega niente dell’originalità (proprio come evidentemente non importa minimamente a questi cinque figli d’Albione), sappiate che la musica dei Battle Born è chiaramente ispirata dai tedeschi Majesty e dai maestri Manowar. Tra guerre ed inni al metal, infatti, canzoni come “Bring the metal back” e “Man of war” sembrano mutuate palesemente dalla lezione impartita da Joey DeMaio & soci. Si discosta la ballad romantica “For our home”, in cui il chitarrista Tom O’Dell dimostra di saper anche cantare molto bene, grazie ad un’ugola calda e profonda. Anche la conclusiva “Sovngarde awaits” si stacca dalle prime, strizzando l’occhio al power scandinavo, anche per l’uso delle tastiere ed il drumming più frizzante dell’ottimo Charles Lamacraft-Perrett. Se i Battle Born sapranno continuare sulla strada tracciata da queste ultime due canzoni, evitando in futuro di essere troppo simili alle predette bands, sono sicuro che sentiremo ancora parlare più che positivamente di loro. Per questo primo lavoro, comunque la votazione è più che positiva, dato che ho ascoltato e riascoltato più volte con piacere questi 25 minuti di musica. Ad majora!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Soddisfacente il debut album dei prog-deathsters tedeschi Virocracy
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Threnos" gli On Thorns I Lay pubblicano il miglior lavoro dal loro ritorno
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un nuovo EP (con due inediti e tre cover) per i greci Abyssus
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Putridarium" degli Eternal Rot: un titolo che è tutto un programma
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Rites of Daath passano agevolmente l'esame del primo full
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo album per i polacchi Uerberos, sulla scia del classico sound centro-europeo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Virtual Symmetry, un ritorno di classe!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Discreto il debut album dei lussemburghesi Theophagist
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fraser Edwards ed il suo italiano scorretto
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Racket: Heavy e pericolosi.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Devil Crusade: un debutto ancora un po' acerbo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Battle Born, un esordio sulla scia di Majesty e Manowar
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla