A+ A A-
 

Interessante black metal dalla Russia. Nuovo disco per i Theosophy! Interessante black metal dalla Russia. Nuovo disco per i Theosophy!

Interessante black metal dalla Russia. Nuovo disco per i Theosophy!

recensioni

gruppo
titolo
Towers Of Dark Pantheon
etichetta
SLIPTRICK RECORDS
Anno

Tracklist: 
1. Towers Of Dark Pantheon
2. Curse Of Ak-Kadyn
3. Where Thunder Reigns
4. Full Moon Triumph
5. Old Stone In The Woods
6. The Sword Of Erlik
7. Even the Dead Cast Shadows
8. From Eternity To Past

Line up: 
Phantom - Bass, Vocals 
Egiborg - Guitars 
XI- Keyboards 
Skinner - Drums 

opinioni autore

 
Interessante black metal dalla Russia. Nuovo disco per i Theosophy! 2020-06-28 18:52:13 ENZO PRENOTTO
voto 
 
3.5
Opinione inserita da ENZO PRENOTTO    28 Giugno, 2020
Ultimo aggiornamento: 28 Giugno, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I Theosophy, probabilmente, sono una delle innumerevoli bands black metal sconosciute a molti se non ai cultori fanatici della fiamma nera. Il quartetto in questione proviene dalla Russia e sono attivi dal 2010 con un cospicuo numero di dischi pubblicati. La nuova opera si intitola "Towers Of Dark Pantheon" e prosegue sulla scia del black metal, non mancando però di arricchirlo o di renderlo più dinamico nonostante diverse influenze saltino fuori in maniera abbastanza evidente.

Gli elementi tipici del black metal ci sono tutti. Un riffing gelido di chitarra serratissimo che permea brani tempestosi come “Where Thunder Reigns” (che ricorda non poco la furia degli Immortal, oltre che per le vocals molto simili a quelle di Abbath) e la potente “The Sword of Erlik” con il suo muro di suono imponente. Però non c’è solo velocità e vocals malvagie, ma qualcosa di più. Melodie non scontate compaiono in diversi anfratti nel disco, in primis su brani impetuosi e di assalto come “Full Moon Triumph” (pregno di inserti tastieristici teatrali), o il flavor epico presente nell’ottima “Even the Dead Cast Shadows”, che presenta anche delle ritmiche più inusuali evitando il classico bombardamento all’arma bianca. Ci sono poi quattro rimanenti tracce che probabilmente spiccano di più per il loro essere dinamiche e di anima intrisa di personalità. Il primo caso è quello dell’opener e titletrack “Towers of Dark Pantheon”, dove la sei corde disegna sonorità variegate e con interessanti spunti melodici oscuri; “Curse of Ak-Kadyn” ha invece dei giri stile Satyricon, ma la struttura del brano poi si imbizzarrisce fra tastiere sinfoniche, un basso decisamente in vista (e non sono pochi questi momenti), attitudine quasi crust che rende il risultato decisamente sporco lasciando sorpreso l’ascoltatore; “Old Stone in the Woods” invece è la traccia più rallentata ed opprimente che non guasta l’ascolto, anche se forse sarebbe stato più interessante svilupparla di più, mentre la finale “From Eternity to Past” è una sorta di bignami di tutti gli elementi sonori del disco, mescolando al meglio ferocia, cambi di tempo e melodia in maniera ottimale senza che nessun particolare prevalga sull’altro. Il lavoro si presenta maturo e, sebbene il cantato ed il lavoro di batteria sarebbero da intensificare e sviluppare meglio, offre uno sfizioso scenario musicale che cresce con gli ascolti e merita un’attenzione in più data la qualità non indifferente.

Una piacevole scoperta consigliata a tutti gli amanti del metal ed in particolare dei black metallers. Piccola gemma da non sottovalutare!

Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Soddisfacente il debut album dei prog-deathsters tedeschi Virocracy
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Threnos" gli On Thorns I Lay pubblicano il miglior lavoro dal loro ritorno
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un nuovo EP (con due inediti e tre cover) per i greci Abyssus
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Putridarium" degli Eternal Rot: un titolo che è tutto un programma
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Rites of Daath passano agevolmente l'esame del primo full
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo album per i polacchi Uerberos, sulla scia del classico sound centro-europeo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Virtual Symmetry, un ritorno di classe!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Discreto il debut album dei lussemburghesi Theophagist
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fraser Edwards ed il suo italiano scorretto
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Racket: Heavy e pericolosi.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Devil Crusade: un debutto ancora un po' acerbo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Battle Born, un esordio sulla scia di Majesty e Manowar
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla