A+ A A-
 

Agnostic Front: rage flows free! Agnostic Front: rage flows free! Hot

Agnostic Front: rage flows free!

recensioni

titolo
Get Loud!
etichetta
Nuclear Blast
Anno

TRACKLIST:
1. Spray Painted Walls (02:45)
2. Anti-Social (01:06)
3. Get Loud! (02:22)
4. Conquer and Divide (02:18)
5. I Remember (03:11)
6. Dead Silence (02:23)
7. AF Stomp (01:29)
8. Urban Decay (01:57)
9. Snitches Get Stitches (01:47)
10. Isolated (01:51)
11. In My Blood (02:32)
12. Attention (01:49)
13. Pull the Trigger (02:00)
14. Devastated (02:39)

LINE UP:
Roger Miret - voce
Vinnie Stigma - chitarra
Joseph James - chitarra
Mike Gallo - basso
Pokey Mo – batteria

opinioni autore

 
Agnostic Front: rage flows free! 2020-07-18 09:56:45 MASSIMO GIANGREGORIO
voto 
 
3.5
Opinione inserita da MASSIMO GIANGREGORIO    18 Luglio, 2020
Ultimo aggiornamento: 18 Luglio, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

E ancora una volta, ho l’onore di recensire una band seminale, che ha scritto la storia dell’hardcore e del crossover! Correva (ma dove?) l’anno 1982 quando Roger e Vinnie concepirono un’abominevole idea: fondere il thrash metal con il punk. La Grande Mela non fu mai più la stessa. Da allora è stata sferzata da un sound iper-aggressivo e iper-veloce, dedito a tematiche essenzialmente sociali e politiche. Il tutto concentrato in pochissimi ma intensissimi minuti di puro furore, di rabbia incontrollata ed adrenalinica. Ultraviolenza (per dirla con il caro, vecchio Alex di Arancia Meccanica) in distillato, dalla quale lasciarsi travolgere come un fiume in piena che ha rotto gli argini e fluisce libero di non fare prigionieri! Il ritmo martella senza pietà, le asce colpiscono più e più volte, ancora ed ancora, come un serial killer invasato; non ci sono sconti per nessuno. Le 14 tracce ti piombano addosso senza darti nemmeno il tempo di distinguerle tra loro, talmente è monolitica la loro pressione impellente ed incombente. Si tratta di un vero e proprio marchio di fabbrica, di quelli che costituiscono una delle poche ma incrollabili certezze nell’Olimpo degli Dei del genere, insieme ad altri brutti ceffi del calibro di Municipal Waste, Biohazard, Cro-Mags, Gangreen e compagnia “bella”: gente per la quale davvero il tempo sembra non passare mai, tale e tanta è l’energia che sono ancora in grado di far esplodere, quasi si trattasse di un ordigno nucleare (non a caso sono nel roster Nuclear Blast…) sempre pronto a detonare al solo premere il tasto “play”.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Una mezz'ora di Brutal Death nudo e crudo con gli indonesiani Chancroid
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i Pitchblack un ritorno privo di qualsivoglia mordente
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un EP più che soddisfacente per gli statunitensi Carnal Ruin
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i Dark Fortress un gran ritorno dopo sei anni
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Invincible Force ed il ban a qualsiasi approccio moderno
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Debutto con il botto per i francesi Furies
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Bakken meritano attenzione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nacarbide, speed metal dalla Thailandia
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon debut album per gli Adamantis
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kartzarot, dalla Spagna con un heavy-rock classico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lyonen: debutto vario, interessante e ricco di spunti
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla