A+ A A-
 

Un "passo indietro" fondamentale da parte di Bartłomiej Krysiuk: un ritorno al passato che premia i Batushka Un "passo indietro" fondamentale da parte di Bartłomiej Krysiuk: un ritorno al passato che premia i Batushka Hot

Un "passo indietro" fondamentale da parte di Bartłomiej Krysiuk: un ritorno al passato che premia i Batushka

recensioni

gruppo
titolo
Раскол / Raskol
etichetta
Witching Hour Productions
Anno

PROVENIENZA: Polonia 

GENERE: Black Metal 

FFO: Rotting Christ, Mgła, Cult of Fire, Acherontas, Uada 

LINE UP: 
Барфоломей - vocals 
P. - guitars 
Paluch - bass 
Paweł Jaroszewicz - drums 

TRACKLIST: 
1. ирмос I / Irmos I [04:49] 
2. ирмос II / Irmos II [05:54] =VIDEO= 
3. ирмос III / Irmos III [06:45] =VIDEO= 
4. ирмос IV / Irmos IV [07:39] =VIDEO= 
5. ирмос V / Irmos V [05:23] 

Running time: 30:30 

opinioni autore

 
Un "passo indietro" fondamentale da parte di Bartłomiej Krysiuk: un ritorno al passato che premia i Batushka 2020-08-12 14:55:38 Daniele Ogre
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    12 Agosto, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Senza addentrarci nelle fin troppo note beghe legali attorno al nome dei Batushka, ci limitiamo a dire che questa è la versione della band - per lo più da considerarsi ufficiale - in mano al cantante Bartłomiej Krysiuk, che grazie alle sue in questo caso più che sagge scelte è riuscito a rinverdire i fasti del primo fantastico lavoro della band polacca, "Литоургиiа / Litourgiya". La scissione dello scorso anno aveva portato a due lavori a dir poco pessimi, soprattutto "Господи / Hospodi" della band di Krysiuk; il passaggio a Metal Blade, difatti, si è rivelato un vero e proprio boomerang, tanto che il cantante e leader dei Batushka ha saggiamente - per l'appunto - deciso di riportare la propria creatura sotto lo stendardo della label che produsse il celeberrimo "Litourgiya", Witching Hour Productions. Un maggior margine di manovra dunque per il main songwriter dei Batushka, che riporta nelle sonorità della band quegli elementi occulti e salmodianti che fecero le fortune del primo, grandioso album. "Раскол / Raskol" (tradotto, "diviso"... non credo che il riferimento sia casuale, n.d.r.) ci restituisce i Batushka come abbiamo imparato a conoscerli: la furia delle parti Black che viene in parte mitigata in parte resa ancor più sinistra ed oscura da parti "liturgiche" che non possono non ricordare i Rotting Christ; nella mezz'ora di "Раскол / Raskol" si possono - e si devono - apprezzare gli sforzi di Bartłomiej Krysiuk: riportati i Batushka ad una realtà che meglio può supportare una band ancora in fase di crescita con meno pressioni, porta in dote un EP che - finalmente!, aggiungerei - suona di nuovo Batushka al 110%: basta che diate un ascolto a "ирмос III / Irmos III" e "ирмос IV / Irmos IV" per potervi rendere conto che quella che fu additata come una delle migliori novità in campo Black degli ultimi anni è finalmente tornata.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Dagli indonesiani Decayed Flesh un buon lavoro di Brutal Death di scuola US
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I francesi Lonewolf raggiungono il traguardo di dieci dischi in studio
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un disco con ombre e luci per i Just Before Dawn di Anders Biazzi
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debut album dei Proscription si candida ad essere la maggior sorpresa estrema del 2020
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Persino Umberto Eco trova un piccolo spazio nel terzo macigno degli Ossuary Anex
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Scozia il brutale assalto degli Scordatura
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Al netto di qualche difetto, incuriosisce l'EP d'esordio della one man band Walls of Hate
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Continua senza sosta la crescita degli Agony Face
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli Angelic Desolation un EP fin troppo breve
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il nuovo lavoro di Winterblade dalle tinte Dark e Black.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kalahari: Un buon mini concept tra mitologia e realtà
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un secondo album che sa il fatto suo quello dei russi Drops Of Heart
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla