A+ A A-
 

Soddisfacente questa seconda release dei polacchi Kalt Vindur Soddisfacente questa seconda release dei polacchi Kalt Vindur Hot

Soddisfacente questa seconda release dei polacchi Kalt Vindur

recensioni

titolo
...and Nothing Is Endless
etichetta
Witching Hour Productions
Anno

PROVENIENZA: Polonia 

GENERE: Black/Doom Metal 

FFO: Deathspell Omega, Mayhem, Marduk, 1349, Watain 

LINE UP: 
Wojciech Kozub - vocals 
Marcin Borula - guitars 
Artur Szydło - guitars 
Szymon Hadała - bass 
Julian Zacharjasz - drums 

TRACKLIST: 
1. Solar Cross [01:17] 
2. Inner War [04:41] 
3. The Blind Sin Hunter [05:22] =VIDEO= 
4. Eyes ov Gods [03:45] =VIDEO= 
5. Dirty Yields [05:27] 
6. Red Glow [05:34] 
7. ...and Nothing Is Endless [04:26] 
8. Golden Age [02:25] 
9. Crescent Moon of Chors [01:49] 

Running time: 34:46 

opinioni autore

 
Soddisfacente questa seconda release dei polacchi Kalt Vindur 2020-08-13 18:42:18 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    13 Agosto, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Secondo album per i black metallers polacchi Kalt Vindur, band che tre anni fa aveva sorpreso i fans del genere con un buonissimo album d'esordio a titolo "Delusions"; i Nostri tornano oggi dopo esser passati sotto la sempre più "battagliera" Witching Hour Productions regalandoci, per l'appunto, questa loro seconda fatica, "...and Nothing Is Endless". Lo stile dai Nostri rinominato "Subcarpathian Black Metal", altro non è se non un Black/Doom in cui s'intuiscono le principali influenze al primo colpo: Deathspell Omega, Mayhem e Marduk sono stati fondamentali per la crescita stilistica del quintetto polacco, che a questo unisce una grossa dose di personalità ed un livello tecnico-compositivo ben sopra la media. Sapendo trovare anche le giuste melodie ed inserendo dei particolarmente azzeccati momenti acustici, i Kalt Vindur possono riuscire a far breccia anche verso chi non è propriamente avvezzo alla Nera Fiamma; grazie ad un songwriting maturo e ad un sapiente lavoro d'arrangiamento, cui va aggiunta senza dubbio una produzione buonissima, "...and Nothing Is Endless" risulterà alla fine dell'ascolto un lavoro più che soddisfacente in cui è difficile trovare un qualsivoglia punto debole o un momento di stanca; i singolo "The Blind Sin Hunter" e "Eyes ov Gods", piuttosto che "Inner Cross" e "Red Glow", sono tutti brani che riescono a farsi decisamente notare. Per i Kalt Vindur una promozione raggiunta in scioltezza, grazie ad un album che non farà restare delusi chi ha già avuto modo di ascoltare il loro ottimo debut album.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Dagli indonesiani Decayed Flesh un buon lavoro di Brutal Death di scuola US
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I francesi Lonewolf raggiungono il traguardo di dieci dischi in studio
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un disco con ombre e luci per i Just Before Dawn di Anders Biazzi
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debut album dei Proscription si candida ad essere la maggior sorpresa estrema del 2020
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Persino Umberto Eco trova un piccolo spazio nel terzo macigno degli Ossuary Anex
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Scozia il brutale assalto degli Scordatura
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Al netto di qualche difetto, incuriosisce l'EP d'esordio della one man band Walls of Hate
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Continua senza sosta la crescita degli Agony Face
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli Angelic Desolation un EP fin troppo breve
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il nuovo lavoro di Winterblade dalle tinte Dark e Black.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kalahari: Un buon mini concept tra mitologia e realtà
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un secondo album che sa il fatto suo quello dei russi Drops Of Heart
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla