A+ A A-
 

Fixion, una bella scoperta dall'Uruguay Fixion, una bella scoperta dall'Uruguay Hot

Fixion, una bella scoperta dall'Uruguay

recensioni

gruppo
titolo
“Encrucijada”
etichetta
Autoproduzione
Anno

LINE-UP:
Daniel César: voices, guitars, keyboard,
Sebastián Etchecopar: drums
Santiago Cardozo: bass

TRACKLIST:
01. Requiem para un salto
02. Estrella interior
03. Encrucijada
04. La guerra es tan fuerte
05. Del miedo al fuego
06. Llegando al final
07. Un refugio
08. Expulsando el veneno
09. Ultravelocidad
10. Karma
11. Requiem para un salto (Instrumental - Bonus track)
12. Encrucijada (Instrumental - Bonus track)

opinioni autore

 
Fixion, una bella scoperta dall'Uruguay 2020-09-04 10:01:29 Ninni Cangiano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    04 Settembre, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un po’ Heroes del Silencio, un po’ gothic metal, un pizzico di musica elettronica ed una buona dose di alternative metal ed ecco la proposta musicale degli uruguagi Fixion. La band viene formata nel 2002 da Daniel César (voce, chitarra e tastiere) ed ha all’attivo 4 full-lenghts e 2 live albums che hanno ricevuto numerosi premi nel paese d’origine. A maggio di quest’anno, viene autoprodotto il quinto album, intitolato “Encrucijada”, dotato di intrigante artwork e composto da 10 tracce, cui si aggiungono 2 bonus-tracks, che non sono altro che la versione strumentale della title-track e della traccia d’apertura del disco. Da evidenziare subito l’ottimo lavoro svolto con il songwriting, dato che tutti i pezzi sono efficaci e non hanno mai durate esagerate. Altrettanto valida è stata la produzione che esalta bene tutti gli strumenti, ma anche la voce del leader della band, espressiva e che ben si adatta alle sonorità, pur non essendo particolarmente bassa. I vari ascolti dati a questo disco sono sempre stati gradevoli, anche per via di una certa orecchiabilità di fondo e delle atmosfere romantico-decadenti, tipiche del gothic, che i Fixion sanno infondere nella loro musica. Il cantato in spagnolo non dispiace per niente, anche se in alcuni casi immagino che l’inglese sarebbe stato più scorrevole. Non ho trovato fillers di sorta e tutti i brani sono di ottima qualità e possono sicuramente fare breccia nei cuori anche dei gothsters più intransigenti. E’ evidente che qui ci troviamo al cospetto di gente che conosce molto bene il proprio mestiere, sotto ogni punto di vista, tanto che sorprende davvero come un gruppo di simile qualità sia costretto all’autoproduzione, quando labels di tutto il mondo ci ammorbano e sommergono continuamente con immondizie musicali! “Encrucijada” dei Fixion è un gran bel disco in grado di essere apprezzato sia da chi ascolta l’alternative metal, che chi propende per il gothic e le sue atmosfere dark.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Amenra, Wiegewood, Oathbreaker e Yob insieme per suonare Death Metal!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sufficiente lo Split con Exhumed e Gruesome
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Imperium: Aor iper melodico ma poco personale
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una mezz'ora di Brutal Death nudo e crudo con gli indonesiani Chancroid
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i Pitchblack un ritorno privo di qualsivoglia mordente
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un EP più che soddisfacente per gli statunitensi Carnal Ruin
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Debutto con il botto per i francesi Furies
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Bakken meritano attenzione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nacarbide, speed metal dalla Thailandia
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon debut album per gli Adamantis
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kartzarot, dalla Spagna con un heavy-rock classico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lyonen: debutto vario, interessante e ricco di spunti
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla