A+ A A-
 

Persino Umberto Eco trova un piccolo spazio nel terzo macigno degli Ossuary Anex Persino Umberto Eco trova un piccolo spazio nel terzo macigno degli Ossuary Anex

Persino Umberto Eco trova un piccolo spazio nel terzo macigno degli Ossuary Anex

recensioni

titolo
Obscurantism Apogee
etichetta
Xtreem Music
Anno

PROVENIENZA: Russia 

GENERE: Death Metal 

FFO: (old) Six Feet Under, Morbid Angel, Benediction, Deicide 

LINE UP: 
Kirll Tur - vocals 
Max - guitars 
Chiba - guitars 
Aza - bass 
Sergey - drums 

TRACKLIST: 
1. Contempt of God [04:40] 
2. Firestorm [05:07] =ASCOLTA= 
3. Obscurantism Apogee [04:24] 
4. Revelation (Apocalypsis Ioannis) [04:24] 
5. Path to Golgotha [05:01] =ASCOLTA= 
6. We Are the Antichrist [04:53] 
7. According to Their Deeds [04:46] 
8. The Beyond-Man [04:40] 
9. The Great and Celestial Massacre [05:11] 

Running time: 43:06 

opinioni autore

 
Persino Umberto Eco trova un piccolo spazio nel terzo macigno degli Ossuary Anex 2020-09-28 17:07:31 Daniele Ogre
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    28 Settembre, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Terza prova in studio per gli Ossuary Anex, per chi vi scrive una delle più interessanti realtà del panorama Death Metal russo. Come sempre pensato, appare riduttivo riferirsi agli Ossuary Anex come semplicemente una band Brutal Death, specie quando di questo genere i Nostri hanno giusto quell'approccio groovy à la Six Feet Under, mentre a farla da padrone sono un sound e delle atmosfere cupe che molto devono soprattutto a Benediction e Morbid Angel. Anyway, dopo due ottimi lavori come "Awakening" e "Mutilation Through Prayer", il quintetto di Ufa torna all'attacco con nove brani carichi di anti-cattolicesimo con "Obscurantism Apogee"; per 3/4 d'ora circa gli Ossuary Anex non danno un attimo di respiro, assaltando sin dalle prime note dell'opener "Contempt of God" e tirando a tutta a testa bassa per l'intera durata del lavoro. Colpiscono pezzo dopo pezzo gli Ossuary Anex, tra pesanti rallentamenti spaccacollo, accelerazioni assassine, blast beat di una brutalità inconsulta... e citazioni de Il Nome della Rosa di Umberto Eco! In "We Are the Antichrist", ad esempio, troviamo le parole che Jorge de Burgos rivolge a Guglielmo da Baskerville prima di dare fuoco alla biblioteca ("(...) perché non c’è progresso nella storia della conoscenza, ma una mera, costante e sublime ricapitolazione!"). Ma a parte questo particolare che soprattutto noi d'italico idioma possiamo apprezzare - i campionamenti all'interno di "We Are the Antichrist" e "Revelation (Apocalypsis Ioannis)" sono proprio in italiano -, si può tranquillamente affermare che "Obscurantism Apogee" è un lavoro pressoché privo di difetti, che potrà diventare un ascolto quasi fisso per ogni deathster che si rispetti! Senza mai strafare, ma semplicemente suonando con passione e dedizione, gli Ossuary Anex fino ad oggi non hanno mai deluso: consigliatissimi, come sempre.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Invincible Force ed il ban a qualsiasi approccio moderno
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Black Fate, elegante power-prog dalla Grecia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sator: welcome to the catacombs
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il capolavoro dei Sedna
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Wardaemonic, si poteva far meglio
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Bakken meritano attenzione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nacarbide, speed metal dalla Thailandia
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon debut album per gli Adamantis
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kartzarot, dalla Spagna con un heavy-rock classico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lyonen: debutto vario, interessante e ricco di spunti
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debut album non propriamente per tutti quello dei Greybeard
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla