A+ A A-
 

Per gli Angelic Desolation un EP fin troppo breve Per gli Angelic Desolation un EP fin troppo breve

Per gli Angelic Desolation un EP fin troppo breve

recensioni

titolo
Quorum of Unspeakable Curses
etichetta
Autoproduzione
Anno

PROVENIENZA: U.S.A. 

GENERE: Grind/Death/Thrash Metal 

FFO: Cannibal Corpse, Aborted, Cattle Decapitation, Vader, Decapitated 

LINE UP: 
Jay Medina - vocals 
Matt Markle - guitars 
Chris Young - bass 
Maxwell Thunder - drums 

TRACKLIST: 
1. Cyborg Campire [03:21] =ASCOLTA= 
2. Necropotamus [04:12] 
3. Names (Decapitated cover) [03:38] 

Running time: 11:11 

opinioni autore

 
Per gli Angelic Desolation un EP fin troppo breve 2020-09-29 13:09:55 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    29 Settembre, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Attivi da quasi 15 anni e con all'attivo già tre precedenti EP ed un album, "Rumpus Time Is Over" (Via Nocturna, 2018), gli statunitensi Angelic Desolation pubblicano autoprodotto un nuovo brevissimo EP, "Quorum of Unspeakable Curses", tre brani di quello che i Nostri chiamano "American Rezorgrind", un mix di Death, Thrash e Grind che vede in Cannibal Corpse, Decapitated (tributati con una cover in questo lavoro) e Cattle Decapitation le principali influenze, con accenni anche a Vader e, come ad esempio in "Necropotamus", The Black Dahlia Murder. Purtroppo tre soli brani, di cui due inediti ed una cover, per un minutaggio che raggiunge la decina di minuti scarsa è un po' troppo poco per potersi fare realmente un'idea dell'operato del quartetto di Denver. Quello che possiamo dire è che gli Angelic Desolation appaiono a loro agio muovendosi tra i vari generi, unendoli, mischiandoli, arrivando così a proporre pezzi eterogenei ma che per fortuna non sembrano dei mischioni senza né capo né coda. Un 6 "sulla fiducia", aspettando di poterli sentire con qualche pezzo in più.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Invincible Force ed il ban a qualsiasi approccio moderno
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Black Fate, elegante power-prog dalla Grecia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sator: welcome to the catacombs
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il capolavoro dei Sedna
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Wardaemonic, si poteva far meglio
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Bakken meritano attenzione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nacarbide, speed metal dalla Thailandia
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon debut album per gli Adamantis
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kartzarot, dalla Spagna con un heavy-rock classico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lyonen: debutto vario, interessante e ricco di spunti
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debut album non propriamente per tutti quello dei Greybeard
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla