A+ A A-
 

Another Cross: crossover uber alles! Another Cross: crossover uber alles! Hot

Another Cross: crossover uber alles!

recensioni

titolo
Crawl
etichetta
Autoproduzione
Anno

Tracklist:
1. We’re back
2. We crawl
3. Teufel
4. Dream and never sleep
5. Evil walking
6. Dog day
7. Seven
8. My dues
9. My politics
10. Go fast
11. Deep inside
12. 2017

Line up:
Doc – bass
Biondo – vocals
Mitch – guitars
Paolo – drums

opinioni autore

 
Another Cross: crossover uber alles! 2020-10-10 10:36:24 MASSIMO GIANGREGORIO
voto 
 
4.0
Opinione inserita da MASSIMO GIANGREGORIO    10 Ottobre, 2020
Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Another Cross sono una band che da tempo milita nella scena metal barese. Anche se il loro primo demo “We’re Back” risale al 2014, la presenza dei quattro horsemen sulla metal-scene di Bari affonda le sue radici in svariati anni orsono, avendo fatto parte di bands come Static Freedom, Otaku, Disumana, Res, Funguzz, Wormhole, Androfobia e Heartfield. Bands, peraltro, di estrazione ed ispirazione diverse tra loro, portando i nostri quattro ceffi a maturare delle esperienze anche molto distanti tra di esse. Quando poi hanno deciso di unire le forze, ne è scaturito un moniker dedito a un crossover davvero variegato, comunque votato alla micidiale fusione tra hardcore e metal. Un sound scarno, senza fronzoli e che colpisce direttamente alla testa, martellando senza più smetterla se non quando anche l’ultimo solco è finito (insieme all’ascoltatore..!).
Già dalla opening track “We’re back” (che riprende il titolo dal precedente demo targato 2014) i quattro loschi figuri ci fanno capire che qui, signori, si fa sul serio e che non ce n’è per nessuno. Ed in effetti, gli Another Cross non ci lasciano scampo fino alla finale “2017”, passando attraverso altre dieci tracce realmente terrificanti per determinazione ed esecuzione, tra le quali spiccano (a mio parere) “Dream and never sleep” e “My dues”!
Spero che – al più presto – possiamo lasciarci definitivamente alle spalle questo autentico flagello chiamato Covid-19, in modo da poter saggiare la band anche on stage e poter avere (attraverso la sacrosanta dimensione live) un’idea ancor più convinta dell’indubbio valore di questa band, spigolosamente rocciosa. Fino a quel momento, lasciamoci allegramente aggredire da questo più che onesto cd degli Another Cross!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Invincible Force ed il ban a qualsiasi approccio moderno
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Black Fate, elegante power-prog dalla Grecia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sator: welcome to the catacombs
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il capolavoro dei Sedna
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Wardaemonic, si poteva far meglio
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Bakken meritano attenzione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nacarbide, speed metal dalla Thailandia
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon debut album per gli Adamantis
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kartzarot, dalla Spagna con un heavy-rock classico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lyonen: debutto vario, interessante e ricco di spunti
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debut album non propriamente per tutti quello dei Greybeard
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla