A+ A A-
 

Un debut album non propriamente per tutti quello dei Greybeard Un debut album non propriamente per tutti quello dei Greybeard Hot

Un debut album non propriamente per tutti quello dei Greybeard

recensioni

gruppo
titolo
Oracle
etichetta
Autoproduzione
Anno

PROVENIENZA: Canada 

GENERE: Progressive/Melodic Death Metal 

FFO: Opeth, Mastodon, Gojira, Baroness, Kylesa, Black Sabbath 

LINE UP: 
Ross Andersen - vocals, guitars 
Guy Onreat - guitars 
Amanda Bourdon - bass, vocals 
Casey Rogers - drums 

TRACKLIST: 
1. Vision [06:29] =ASCOLTA= 
2. Unspeakable [05:11] 
3. Craven [06:27] =ASCOLTA= 
4. Truth [06:24] 
5. Solitude [02:19] 
6. Eternal [05:25] 
7. Vengeance [07:25] 
8. Heiress [08:59] 

Running time: 48:39 

opinioni autore

 
Un debut album non propriamente per tutti quello dei Greybeard 2020-10-19 16:40:15 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    19 Ottobre, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Uscito autoprodotto lo scorso luglio "Oracle" è il debut album dei canadesi Greybeard, quartetto proveniente da Calgary fautore di un Progressive/Melodic Death Metal in cui possiamo però ritrovare le influenze più disparate: riassumendo, è come se Opeth e Gojira incontrassero e si fondessero con Mastodon e Baroness, inserendo qua e là elementi del buon vecchio Doom sabbathiano; sostanzialmente, insomma, la band canadese per una cinquantina di minuti ci regala un Progressive Death old school, ricco del groove e delle atmosfere tipiche del (Progressive) Sludge, come dimostrano soprattutto le prime due tracce "Vision" e "Unspeakable", manifesto di quel che sarà l'intero lavoro. Tecnicamente validi, i Greybeard (molto) raramente spingono sull'acceleratore, prediligendo mid/up tempos lasciando poco spazio alle sfuriate; ed è un peccato perché quelli sembrano essere i momenti in cui i Greybeard sembrano dare il meglio. Un po' questa scelta, un po' i brani troppo prolissi, alla lunga "Oracle" può essere uno di quegli album cui è difficile arrivare in fondo: sia chiaro, i Greybeard sanno suonare eccome, ma per apprezzare a pieno il loro lavoro bisogna essere giocoforza fans delle bands succitate, solo in tal caso l'ascolto di "Oracle" potrà incontrare i vostri favori. Chi è invece abituato ad altro, probabilmente troverà che questo disco manchi di quel guizzo necessario per farsi notare. Insomma, alla fine è solo questione di prospettive.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Settimo album e debutto sulla nuova label per i Revolting
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
A dir poco bestiali gli Azarath nel loro settimo album
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Scour di Phil Anselmo ed il loro solito quarto d'ora di barbarica violenza
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nuovo album all'ennesimo reboot per i norvegesi Cadaver
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Wreck-Defy, ancora thrash di ottima qualità
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ignitor, heavy metal old-school dal Texas
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Debut album un po' troppo monotono per la one man band King ov Wyrms
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Calarook: Una nuova ciurma di pirati che però ha voluto strafare
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con buone idee ma ancora troppo acerbi i canadesi Ysgaroth
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Interessante, seppur estremamente breve, il debut EP dei Deathroll
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Power, di nome e di fatto
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
A tanti anni dal debutto, arriva il secondo album dei finlandesi Final Dawn
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla