A+ A A-
 

I Bakken meritano attenzione I Bakken meritano attenzione

I Bakken meritano attenzione

recensioni

gruppo
titolo
"This means war"
etichetta
Autoproduzione
Anno

TRACKLIST:
1. This means war
2. Cold blooded murder
3. Star machine
4. Evil walks this way
5. In requiem
6. Two-edged blade
7. We fight
8. Storm angels

LINE-UP:
Frank Levi - Vocals
Simon Pickett – Guitars, vocals
Shaun Nelson - Guitars
Thomas Alford – Bass
Niall McGrotty - Drums

opinioni autore

 
I Bakken meritano attenzione 2020-10-25 08:54:00 Ninni Cangiano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    25 Ottobre, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Arrivano da Belfast nell’Irlanda del Nord questi Bakken che, nel prossimo anno, festeggeranno i primi 10 anni di carriera; una decade in cui hanno realizzato, oltre a numerosi singoli ed EP, un solo full-lenght autoprodotto nel 2014, dal titolo “Death of a hero”, prima di ricorrere nuovamente all’autoproduzione per questo secondo album intitolato “This means war”. Il disco doveva uscire inizialmente a fine marzo 2020, ma mi risulta sia poi stato posticipato ad inizi ottobre (probabilmente a causa della pandemia in atto), presenta un artwork non proprio esaltante ed è composto da 8 tracce, senza inutili intro (ad essere onesti, una brevissima intro è inclusa nel pezzo d’apertura, ma va bene così!). Ma cosa suonano i Bakken? Il loro heavy/power è molto roccioso e si avvicina spesso e volentieri al thrash; sonorità quindi non così vituperate ed abusate, tanto che i paragoni inseriti nella bio di presentazione (Iron Maiden, Judas Priest, Metallica ed Helloween) non sono poi così campati in aria, ma non rendono in nessun caso la complessità del sound della band che ha un po’ di tutti quanti messi assieme, un po’ della classica NWOBHM, un po’ del power di scuola nord-europea, qualche richiamo al sound della Bay-Area e persino qualche spruzzata di power-prog. Un qualcosa quindi decisamente godibile da ascoltare, suonato e prodotto egregiamente (ricordiamoci sempre che si tratta di un’autoproduzione, quindi priva di budget importanti) ed anche ben cantato. La voce di Frank Levi non sarà quella di un singer di primissima qualità (non un Kiske o un Matos, insomma), ma ben si sposa con il sound spesso aggressivo del gruppo e, soprattutto, è intelligente nell’evitare di spingersi in territori in cui la natura stessa gli nega l’arrivo. Mi sono ritrovato spesso e volentieri a sbattere su e giù il capoccione (fin quando le martoriate vertebre cervicali me lo hanno permesso…), ancora più spesso a seguire col piedone il ritmo sempre frizzante dell’ottimo batterista, segno che questo “This means war” è proprio ben fatto ed ha la capacità di coinvolgere e convincere chi si mette al suo ascolto. Sorprende molto il fatto che nessuna label si sia accorta del valore dei Bakken e della loro musica; siamo quotidianamente sommersi da immondizie musicali e dischi così piacevoli vengono invece ignorati! Supportiamo l’underground e gruppi come questo perché valgono più di tanta altra roba che ci viene propinata in maniera scellerata dal music business.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Settimo album e debutto sulla nuova label per i Revolting
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
A dir poco bestiali gli Azarath nel loro settimo album
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Scour di Phil Anselmo ed il loro solito quarto d'ora di barbarica violenza
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nuovo album all'ennesimo reboot per i norvegesi Cadaver
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Wreck-Defy, ancora thrash di ottima qualità
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ignitor, heavy metal old-school dal Texas
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Debut album un po' troppo monotono per la one man band King ov Wyrms
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Calarook: Una nuova ciurma di pirati che però ha voluto strafare
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con buone idee ma ancora troppo acerbi i canadesi Ysgaroth
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Interessante, seppur estremamente breve, il debut EP dei Deathroll
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Power, di nome e di fatto
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
A tanti anni dal debutto, arriva il secondo album dei finlandesi Final Dawn
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla