A+ A A-
 

Un buon debut album per i finlandesi Omnivortex, seppur dal sapore ancora troppo "gojiriano" Un buon debut album per i finlandesi Omnivortex, seppur dal sapore ancora troppo "gojiriano" Hot

Un buon debut album per i finlandesi Omnivortex, seppur dal sapore ancora troppo "gojiriano"

recensioni

titolo
Diagrams of Consciousness
etichetta
Concorde Music Company
Anno

PROVENIENZA: Finlandia 

GENERE: Technical/Progressive Death Metal 

FFO: Gojira, The Faceless, Revocation, Sylosis, Obscura 

LINE UP: 
Niko Lindman - vocals
Severi Saarioja - guitars, vocals
Mikko Pylkkö - guitars
Mikael Reinikka - bass
Aaro Koskinen - drums 

TRACKLIST: 
1. Last Bearing [06:10] 
2. Cephalic Fluid Extraction [04:01] 
3. Barren [05:59] =ASCOLTA= 
4. Lifeharvester [04:23] 
5. Chasm [05:05] 
6. Gargantua [04:47] 
7. Apotheosis [06:40] 
8. At the Mountains of Madness [04:45] =VIDEO= 
9. Diagrams of Consciousness - Parallel Universe [11:28] 

Running time: 53:18 

opinioni autore

 
Un buon debut album per i finlandesi Omnivortex, seppur dal sapore ancora troppo "gojiriano" 2020-12-03 19:58:32 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    03 Dicembre, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Debutto assoluto per i finlandesi Omnivortex, passati in soli due anni dalla fondazione al deal con la connazionale Concorde Music Company e la pubblicazione del primo full length. Già dall'opening track di questo "Diagrams of Consciousness", "Last Bearing", s'intuisce come l'influenza principale del quintetto di Helsinki sia rappresentata dai groove/prog-death metallers francesi Gojira: durante lo scorrere della lunga tracklist - nove brani per quasi un'ora di musica -, molte sono le similitudini con la band transalpina che si potranno riscontrare. Gli Omnivortex sono però ben lungi dall'essere una mera copia dei suddetti, vuoi anche per le differenti altre influenze che possiamo trovare all'interno del sound dei Nostri, che verte soprattutto su un Progressive/Technical Death dai toni moderni (The Faceless, Sylosis...), sonorità quindi ad alto tasso tecnico e ricco di groove e melodie; cosa che magari potrebbe far storcere il naso ai più puristi - io in primis non ascolto nessuna delle tre bands poc'anzi citate -, ma è innegabile come l'act finnico ci sappia decisamente fare. Seppur qualcosa sia da migliorare in quanto a personalità, scrollandosi di dosso il troppo "essere simili a...", gli Omnivortex sanno colpire per la capacità di scrivere ed eseguire brani interessanti e che sanno catturare l'attenzione, uno su tutti l'ottimo singolo "Barren".
Siamo solo al debut album, quindi qualche pecca dovuta all'essere ancora un filo acerbi si può passare; "Diagrams of Consciousness" va preso per quello che è, ossia il primo biglietto da visita di una band che dimostra di avere delle discrete doti che aspettano solo di essere sfruttate a dovere. Da tenere d'occhio, che in un futuro prossimo è lecito aspettarsi buone sorprese.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un gran disco di power sinfonico per i Winterage
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il grigio muro sonoro dei Throwing Bricks
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Fireforce proseguono sulla loro strada
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Compilation per i trent'anni dei Warpath
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una bruttissima produzione è il tallone d'Achille del debutto degli Infected Humans
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Ruins Of Elysium, quando il piacevole artwork trae in inganno
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Super old school la proposta degli Eternal Evil
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un EP che passa facilmente in sordina quello degli svedesi Curse Of Eibon
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Northern Flame ed il power di scuola scandinava
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli In My Ashes tornano con un EP dal sound e stile rinnovati e più decisi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i fan dei Vader e con un tocco di melodia, ecco il debutto degli americani Crusadist
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla