A+ A A-
 

Amederia: cold Russian Doom Amederia: cold Russian Doom Hot

Amederia: cold Russian Doom

recensioni

gruppo
titolo
“Sometimes we have wings”
etichetta
BadMoodMan Music
Anno

TRACKLIST:
1. In...
2. Doomed Ground
3. Dreams
4. Cold Emptiness
5. And So I...
6. My Soul
7. Lovely Angel

LINE UP:
Ilnur Gafarov - Drums
Konstantin Dolgin - Keyboards
Damir Galeyev - Vocals
Andrey Gorodnichuk - Guitars
Skorb - Guitars
Gulnaz Bagirova - Vocals
Vitold Buznaev - Bass, Vocals

opinioni autore

 
Amederia: cold Russian Doom 2020-12-05 18:00:29 MASSIMO GIANGREGORIO
voto 
 
3.5
Opinione inserita da MASSIMO GIANGREGORIO    05 Dicembre, 2020
Ultimo aggiornamento: 05 Dicembre, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

So che qualcuno di voi mi prenderà per pazzo (o penserà che l’ascolto di questo cd mi abbia fatto molto male), ma l’impatto che ha avuto su di me l’ascolto è stato quello di riportarmi alla mente lo Stabat Mater di Pergolesi: l’intensità, il pathos, la vena malinconica e piangente di questo lavoro rievocano un po’ quel mood settecentesco, tipico della musica sacra dell’epoca. Sarà l’utilizzo del pianoforte, che effettivamente spadroneggia insieme al cantato puramente lirico femminile al quale fa da contraltare il growl maschile, sarà l’immaginare sullo sfondo le gelide distese di neve est-europee, ma ho trovato questo lavoro degli Amederia a tratti persino commovente! Vabbè, forse direte: “Ok Max, non ci girare intorno, stai solo invecchiando!”, ma vi posso garantire – e sono pronto a scommettere – che a più d’uno di voi farà lo stesso effetto che ha fatto a me!
La fatica di questo ensemble russo si apre e si chiude con uno struggente strumentale sull’onda della migliore tradizione della musica classica per pianoforte, ma – lungo tutte le tracce, tutte alquanto lunghette ma mai noiose – le asce non omettono affatto di essere taglienti come solo il freddo glaciale di quelle parti sa fare. Spetta al synth stendere il gelato tappeto di note, che sembra quasi trasformarsi in una morsa ghiacciata che ti molla solo all’ultima nota, e solo per pietà. Non sfigurano affatto degli inserti recitati, che hanno lo scopo di dilatare ulteriormente le algide atmosfere vieppiù cupe e tenebrose secondo i canoni del doom più intransigente. Dettami del genere, ovviamente rispettati in pieno a partire dal ritmo funerario ed oltremodo cadenzato e iper-compatto che caratterizza il lamentoso incedere dei brani.
Insomma, un’opera raggelante ma interessante, ottima per allargare le vedute e gli orizzonti musicali.

Nota: Il disco è uscito originariamente nel 2008 su Molot Records ed è stato ristampato a fine novembre 2020 dalla BadMoodMan Music

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Black metal a 360° nell'ultimo EP firmato Myrholt
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Labyrinth tornano ai fasti di "Return to Heaven Denied"
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un po' troppo ispirato agli Insomnium il quarto album dei Dormanth
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Infernal Angels: "Devourer of God from the Void" è un gran disco!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Therion ci regalano il loro disco migliore degli ultimi anni
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano gli olandesi Distant con un Ep marcissimo e micidiale
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Debut EP dei Ponte del Diavolo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Scrollkeeper: sotto assedio!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Al debutto il prog metal degli Arcana!
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ruins Of Elysium, quando il piacevole artwork trae in inganno
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Super old school la proposta degli Eternal Evil
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un EP che passa facilmente in sordina quello degli svedesi Curse Of Eibon
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla