A+ A A-
 

Senza infamia e senza lode il debut album (per Century Media) dei Frozen Soul Senza infamia e senza lode il debut album (per Century Media) dei Frozen Soul Hot

Senza infamia e senza lode il debut album (per Century Media) dei Frozen Soul

recensioni

titolo
Crypt of Ice
etichetta
Century Media Records
Anno

PROVENIENZA: U.S.A. 

GENERE: Death Metal 

FFO: Bolt Thrower, Benediction, Obituary, Cerebral Rot 

LINE UP: 
Chad Green - vocals 
Michael Munday - guitars 
Chris Bonner - guitars 
Samantha Mobley - bass 
Matt Dennard - drums 

TRACKLIST: 
1. Crypt of Ice [04:23] =VIDEO= 
2. Arctic Strangheld [04:20] 
3. Hand of Vengeance [04:20] 
4. Wraith of Death [04:03] =VIDEO= 
5. Merciless [03:33] 
6. Encased in Ice [04:53] =VIDEO= 
7. Beat to Dust [02:56] 
8. Twist the Knife [03:41] 
9. Faceless Enemy [03:33] 
10. Gravedigger [03:49] 

Running time: 39:31 

opinioni autore

 
Senza infamia e senza lode il debut album (per Century Media) dei Frozen Soul 2021-01-11 18:37:12 Daniele Ogre
voto 
 
2.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    11 Gennaio, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Formatisi nel 2018 e con alle spalle un demo datato 2019, nell'anno domini 2020 i texani Frozen Soul arrivano al deal niente meno che con Century Media per la pubblicazione del debut album, arrivato lo scorso fine settimana con il titolo di "Crypt of Ice"; segno questo che il colosso appartenente alla famiglia di Sony Music ha comunque ancora un occhio di riguardo per l'underground estremo, andando a pescare giovani realtà nel circuito più indipendente, cosa che, a dirla tutta, delle volta può essere un'arma a doppio taglio. A volte ti può andare benissimo, se non di più, e metti sotto contratto i Blood Incantation che sono ad oggi uno dei gruppi più fenomenali in circolazione, altre volte ti dice meno bene e produci gruppi che ascoltandoli ci si viene da chiedere cosa abbiano mai fatto per finire addirittura sotto Century Media; qualcosa che mi sono chiesto sino ad ora ascoltando i Baest (vedremo poi col nuovo album di prossima pubblicazione) e che mi chiedo anche ora dopo aver ascoltato diverse volte il primo full length dei Frozen Soul. Capiamoci: "Crypt of Ice" è un album che raggiunge la sufficienza - risicata, ma la raggiunge -, ma è anche vero che il quintetto texano sembra ancora essere un enorme work in progress. Rifacendosi ad una visione classicissima del Death Metal (Bolt Thrower e Obituary su tutti), i Frozen Soul non si discostano di un millimetro da quella che per ora sembra la loro comfort zone, offrendoci un lavoro che non aggiunge né toglie nulla al genere e che risulta essere, alla fine dei conti, uno di quei dischi senza infamia e senza lode, che fondamentalmente ti lascia ben poco una volta arrivati in fondo. Qualche cosa discreta qua e là la si trova pure, come la title track che apre l'opera ad esempio, ma la sensazione che i Frozen Soul siano ancora una band in divenire è forte, che manchi ancora qualcosa. Ad esempio, il concept artico può essere una buona trovata, ma non viene supportato a dovere dall'operato dei Nostri: se invece di questo 'semplice' ibrido Bolt Thrower/Obituary i Frozen Soul avessero lavorato maggiormente sulla propria personalità, cercando di dare a questo loro primo full un'aria algida, delle sonorità glaciali e mortifere, il tutto si sarebbe visto certamente sotto tutt'altro punto di vista.
Quindi per ora i Forzen Soul sono a nostro avviso rimandati e soprattutto, almeno per ora, la domanda rimane irrisolta: meritavano già un contratto con Century Media? In futuro potremo avere una risposta definitiva.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Black metal a 360° nell'ultimo EP firmato Myrholt
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Labyrinth tornano ai fasti di "Return to Heaven Denied"
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un po' troppo ispirato agli Insomnium il quarto album dei Dormanth
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Infernal Angels: "Devourer of God from the Void" è un gran disco!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Therion ci regalano il loro disco migliore degli ultimi anni
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano gli olandesi Distant con un Ep marcissimo e micidiale
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Debut EP dei Ponte del Diavolo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Scrollkeeper: sotto assedio!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Al debutto il prog metal degli Arcana!
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ruins Of Elysium, quando il piacevole artwork trae in inganno
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Super old school la proposta degli Eternal Evil
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un EP che passa facilmente in sordina quello degli svedesi Curse Of Eibon
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla