A+ A A-
05 Mag

Intervista ai The Unity con il loro disponibilissimo e italianissimo singer Gianba! In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

Abbiamo incontrato il disponibilissimo Gianba Manenti singer del nuovo super gruppo The Unity per una piacevole chiaccherata.

 

Ciao Gianba, inizierei subito chiedendoti come è nata la band. Nasce dalle ceneri dei Love Might Kill o sbaglio?

Ciao a tutti. E' una cosa che sembra logica ma in realtà è nata un paio di anni fa da Henjo e Michael che volevano fare una band loro, visto che si son trovati bene a livello musicale e non solo. Poi hanno deciso di chiamare anche noi.

 

Quindi i Love Might Kill esistono ancora?

Si diciamo di si, è un po' fermo visto che ora prende il sopravvento questo progetto. Non abbiamo mai parlato in maniera definitiva del futuro dei Love Might Kill ma ora diciamo che le nostre energie sono concentrate nei The Unity.

 

Ho ascoltato per bene il disco e contiene tante ottimi brani, con un gran tiro, un ottimo mix tra hard rock e melodic metal. Chi si è occupato del songwriting?

Ce ne siamo occupati tutti, lo dice già il nome The Unity. Due anni fa quando ci hanno chiamato, c'erano delle idee di base da Henjo e Michael ma poi tutti abbiamo iniziato a portare cose nuove. Ognuno di noi ha un suo background e ha dato il suo tocco al sound. Mi fa tanto piacere che il disco ti stia piacendo molto.

 

“Firesign” è uno dei miei brani preferiti, è di grande impatto, e potrebbe essere preso come esempio del vostro sound; parte forte poi sfocia in un ritornello melodicissimo e tu fai un ottimo lavoro arrivando altissimo con un approccio anche nuovo per te.

Si è anche uno dei miei pezzi preferiti. Diciamo che ho sempre cercato di migliorarmi e di studiare il più possibile. Nel passato il mio range era un po' sempre quello, invece qui ci siamo sentiti tutti liberi di proporre arrangiamenti e parti musicali nuove.

 

Sarete in tour coi Sinner in Germania e Svizzera per qualche data. Ci sarà occasione di vedervi anche da noi?

Si abbiamo altre date come il Metalfest e poi... mi sto toccando, ma ci sono altre date in definizione. Siamo supportati e gestiti dalla Nine Lives Entertainment che sono super professionali e quindi salterà sicuramente fuori qualcos'altro. Spero tanto, con tutto il cuore di venire coi ragazzi in Italia, sarei davvero orgoglioso.

 

Quindi tu abiti in Germania adesso?

Io abito a Brescia, chi si muove da qua? Al massimo vado al Lago di Garda (risate).

 

Allora siamo molto vicini! Segui ancora la scena hard rock e metal? Sei ancora legato alla musica degli anni 80/90 o ascolti cose più recenti, magari anche italiane?

Della scena italiana metal apprezzo molto i Secret Sphere di Michele, io ho studiato e studio tutt'ora da lui... poi gli Arthemis che sono cari amici.. sono anni che li conosco. E poi Vision Divine e Labyrinth. Il power e l'heavy mi è entrato nelle vene a 14 anni e mi hanno catturato fin da subito i Rhapsody con album come “Symphony of enchanted lands” e gli Helloween, ancor più quelli con Deris, sono molto a dischi come “The dark ride” e poi Turilli solista e tanti altri. E poi devo dire che sono fan sfegatato degli Avantasia...

 

Hai detto poco, sopattutto i primi dischi...

Ma a me non hanno mai deluso sai... poi facendo grandi produzioni hai tante pressioni, però mi è sempre piaciuto tutto di loro.

 

Collegandomi a questo visto che sei un fan del power metal, volevo proprio chiederti cos'hai provato quando hai saputo di essere nella stessa band di Henjo.

Suonare con lui è un sogno. Mi ricordo il momento in cui mi han chiamato e poi sono salito in Germania per fare il sodalizio con un barbecue come nelle migliori tradizioni tedesche e quando son tornato a Malpensa, verso casa con la mia auto ero incredulo ho messo “The Metal Opera” sparata a tutto volume. Mi ricordo che quando è partito il ritornello di “Reach out for the light” avevo la pelle d'oca, una grande emozione.

 

Ma in studio vi siete incontrati o ognuno ha registrato da casa?

I ragazzi in Germania si sono incontrati, Io, sai come va oggi, ho lavorato da qui, ma periodicamente ci siamo incontrati quindi quello che facevo veniva discusso insieme, c'è stato uno scambio di energie. Sono tanto grato a Michael che è una persona fantastica e coi ragazzi mi trovo alla grande!

 

Direi tutto meritato perchè se han pensato a te un motivo ci sarà. E visti i risultati su disco...

Si io cerco sempre di migliorare. Spero sempre che domani farò meglio di quello che ho fatto oggi. Sai ogni tanto ti fai delle domande, Questa è una grande opportunità per me, quanto meno a livello umano e di soddisfazione. Credo di aver onorato questa possibilità che ho avuto.

 

Grazie mille Giamba e ancora complimenti, A prestissimo

Grazie a voi, è stato un piacere

Ultima modifica il Domenica, 07 Maggio 2017 08:39
Devi effettuare il login per inviare commenti

releases

Una raccolta del materiale 2013-2015 per i canadesi Human Compost
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Angerot ed il culto dell'Old School Swedish Death
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Discreto esordio per i greci Sense Of Fear
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Burden Of Grief: la formula perfetta per l'album perfetto
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Emerald Sun ed il loro piacevole power metal
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Arkheth, un nome da tenere in considerazione per il futuro!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dagli States lo spietato Blackened Death dei Blood of the Wolf
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un post grunge/rock gotico e malinconico per i Thelema
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
SPLENDIDO DEBUTTO PER I MILANESI SLABBER!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un hard rock maturo, ben composto e suonato con i Rhino Proof
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un tuffo negli Eighties con i Groupie High School
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla