A+ A A-
05 Mar

I Follow The Cipher, durante il loro tour, incontrano allaroundmetal a Copenhagen In evidenza

Vota questo articolo
(1 Vota)

Siamo al Pumpehuset di Copenhagen in Danimarca, la nostra corrispondente Gaia Micatovich, assieme alla sua amica Laura Südwald, ha incontrato i Follow The Cipher in occasione del tour europeo di spalla agli Amaranthe. Viktor Carlsson (chitarra e voce), Ken Kängoström (chitarra) e Jonas Asplind (basso), si sono prestati alle domande della nostra collaboratrice, poco prima dell’inizio del loro concerto.

 

 

AAM: Ciao ragazzi, e grazie di aver ospitato AllAroundMetal nel vostro backstage. Iniziamo! :Questo è il vostro primo tour ufficiale in Danimarca o è il primo vero e proprio?

Viktor: Questo è il nostro terzo tour, il primo lo abbiamo fatto in Germania, il secondo è stato novembre scorso insieme ai Lordi, però si, in Danimarca è la nostra prima volta.

 

AAM: Avete riti scaramantici prima di ogni spettacolo?

Viktor: Si, in realtà a parte bere birra come puoi vedere (il tavolino era pieno di lattine, ndr), ci riuniamo tutti poco prima di entrare in scena, e diciamo “SHOUFFL’” (sicuramente scritto male! ndr); è una parola svedese che.... in realtà non sappiamo esattamente cosa voglia dire, è come un “Whoo-ho!”. E’ una parola un po’ stupida, è come se ci portasse fortuna prima di ogni spettacolo.

Jonas: Io mi faccio anche uno shot di rum, funziona bene anche quello!

 

AAM: Il tour che vi ha portato a suonare anche qui a Copenhagen insieme agli Amaranthe, promuove anche un vostro album?

Ken: Si, stiamo promuovendo il nostro primo album omonimo, “Follow the Cipher”.

 

AAM:  Potremmo definire questo album un concept, possiede un filo conduttore fra i brani?

Ken, Victor e Jonas: Diciamo che in qualche modo potrebbe definirsi un concept, si. L’album è incentrato in un’era che è destinata a terminare, una sorta di processo post-apocalittico che abbiamo provato a inserire in tutti i brani, i quali a loro volta raccontano storie differenti fra esse – Proviamo in sostanza a restare nel tema congiungendo la musica decisamente arrabbiata, con un’energia che sembra provenire da una grande battaglia, a dei testi che però raccontano anche di noi, dei nostri sentimenti, restando comunque su un tema che porta all’inizio di qualcosa di inarrestabile come un’apocalisse.

 

AAM: Chi scrive e compone i vostri brani?

Ken: Premetto che in questa band ci consideriamo come una famiglia, altrimenti questo progetto non funzionerebbe. Io ho fondato il gruppo e ho scritto diverse canzoni, ma tutti insieme cerchiamo di lavorarci su per creare qualcosa che sia nostro e sul quale tutti sono d’accordo. A volte ognuno scrive delle frasi da mettere insieme, e insieme cerchiamo di prenderci il merito di questo progetto.

 

AAM:  Vi va di raccontarci qualche fun fact riguardo la registrazione del vostro album?

Viktor: La storia dietro la composizione di Valkyria è molto divertente. Avevamo bevuto un po’ e Ken stava cominciando a scrivere il brano, mi mostrava le sue idee e io ancora non avevo ascoltato le tracks. Quando sono tornato a casa, Ken mi aveva mandato le tracks via computer, ed ero rimasto scioccato, quindi sono filato di corsa nel basement, ho preso la chitarra in mano e ho cominciato a ripetermi quelle tracks fino allo sfinimento, entusiasta di quello che ne stava uscendo fuori! Subito dopo ci siamo incontrati anche coi ragazzi e con Linda; tutti erano semplicemente impazziti per la riuscita di questo pezzo. E’ la cosa più cazzuta del mondo, è una sensazione magica.

 

AAM: A cosa si ispirano i vostri brani? Avete una band in mente nello specifico che vi porta ad essere qui tutti insieme?

Ken: Mi hanno fatto spesso questa domanda, spero tu non mi fraintenda quando ti dico che io cerco di non ispirarmi alle bands. Quando scrivo la mia intenzione è non camminare sullo stesso sentiero di altri, stando sempre un passo indietro. Ovviamente tantissime band hanno fatto di me quello che sono ora, dai Queen agli In Flames, ma io voglio far ascoltare qualcosa di nuovo, che sia solo nostro.

Viktor: Non dobbiamo per forza prendere spunto da altre bands metal. Vedi Ken, è pazzo di Hans Zimmer, io potrei prendere ispirazione persino dalle pubblicità, o dalle soundtracks della Nintendo, ma come ha detto Ken, la traccia che vogliamo lasciare vorremmo fosse unica.

 

AAM: Vi piacerebbe un giorno esibirvi in Italia?

Jonas: Non abbiamo mai suonato in Italia, per cui è uno dei nostri obiettivi, si tratta comunque di cogliere le opportunità al volo. E se veniamo, dimenticatevi la musica Pop!

 

AAM: Cosa volete dire ai vostri fan e lettori di All Around Metal?

Ken: Preparatevi ragazzi, stiamo arrivando, Skål!

 

Intervista, Traduzione e Foto: Gaia Micatovich

 

 

 

 

(extra)

Favourite pizza?

Ken: Kebab Pizza!

Jonas: I don t eat pizza!! (Everybody gasped)

Viktor: Pizza Bebebdebabidi! Super good! No, just kidding - I am a bad taster in pizza, but I think I’d love Capricciosa, but still kebab on it!

 

 

 

 

Ultima modifica il Martedì, 05 Marzo 2019 15:56
Ninni Cangiano

Keep the faith alive!!

Devi effettuare il login per inviare commenti

releases

Un lavoro senza infamia e senza lode per gli svedesi Sarcasm
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Stozhar: un interessante band ancora troppo poco conosciuta.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i brasiliani Stomachal Corrosion un album arrivato con un ritardo di almeno 25 anni
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Il debut album dei belgi Orthanc
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon power metal melodico e dinamico dalla Spagna coi Nocturnia
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debutto degli Hunter vince e convince
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli Svizzeri Freakings un quarto album valido, ma nulla di più
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rogue Deal, passione per il buon vecchio heavy
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ardityon, un esordio che farà agitare diverse capocce e brillare molti occhi
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla