A+ A A-
14 Nov

Powerwolf + Amaranthe + Kissin’ Dynamite - Live Club 7/11

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

 

 

 

 

Powerwolf Amaranthe Kissin’ Dynamite - Live Club 7/11

 

 

 

POWERWOLF: nuovo album e unica data italiana!

 

I POWERWOLF hanno programmato il tour promozionale del disco, con cui toccheranno diverse città tra il 2018 e il 2019 e alcune di esse sono già sold out; un tour europeo in cui fanno tappa anche in Italia il 7 Novembre 2018 al Live Club di Trezzo sull’Adda (MI). Come special guest: Amaranthe e Kissin’Dynamite.

 

 

 

 

 

Arrivata nel pomeriggio, fuori dal Live Music Club che si trova a Trezzo sull’Adda, provincia di Milano. Giornata grigia, e nuvoloni carichi di pioggia minacciosi incombono sulla location, ma questo non sembra scoraggiare i fan accorsi qui per godersi il concerto che fra poche ore avrà luogo.

 

Una buona parte di questi sono fan dei Powerwolf e lo si capisce, dai loro visi truccati quasi simile a quello del gruppo e per le bandiere che hanno sulle spalle; ma sono una minima parte perché ne sono in arrivo ancora, proprio per la teatralità e il genere musicale i Powerwolf qui hanno parecchio seguito. Si prevede una serata epica !

 

 

 

Kissin’ Dynamite

 

 

 

I primi a dare il via a questa serata sono i Kissin’Dynamite, modern hardrock, glam metal; in attivo dal 2007. Fanno il loro ingresso sul palco, accolti da un boato e fin dalle prime note, fanno capire di che pasta sono fatti. Sono stati una piacevole scoperta, perché non li conoscevo, gruppo davvero unito e con un ottima padronanza di palco. Hannes Braun il cantante, sorridente fin da subito e ha interagito per tutto il tempo con il pubblico, cosa che è stata molto apprezzata e ha mandato in visibilio tutte le fanciulle presenti e come si dice “ anche l’occhio vuole la sua parte “. Buona anche la sezione ritmica suoni precisi e puliti, nel loro tempo a disposizione hanno fatto cantare e saltare tutti i presenti. Prima della classica foto di rito con il pubblico alle spalle, vediamo che il cantante stringe tra le mani un foglio su cui è riportata una data 10/04/2019, ci dà appuntamento all’anno prossimo, dicendo che saranno protagonisti questa volta di un tour come headliner, lasciando il palco tra applausi più che meritati. Promossi !

 

 

 

Setlist:

 

I’ve Got the Fire
Somebody’s Gotta Do It
Highlight Zone
Love Me, Hate Me
Waging War
You’re Not Alone
I Will Be King
Flying Colours

 

 

 

Amaranthe

 

 

 

Effettuata la procedura di cambio palco e strumenti é il turno degli Amaranthe, freschi di pubblicazione; uscito il 19 ottobre il loro nuovo lavoro “ HELIX “. Dopo l’intro partono subito con una serie di brani belli tirati, Maximize, Digital World, 365, 1000000 Light Years Away, Hunger, fino ad arrivare alla ballad “Amaranthine “ con cui sia noi che loro riprendiamo fiato, canzone in cui Elize cede il microfono al pubblico, cantando all’unisono. Purtroppo Elize stasera non è in splendida forma vocale, sfortunatamente sono cose che possono succedere. In ottima forma vocale gli altri due cantanti Henrik la voce growl e Nils Molin, entrato in formazione definitiva da più di un anno dal lascito di Jake E. Avevo avuto modo di vederlo live sempre con loro circa un anno fa, e stasera mi ha dato la riconferma di quanto la sua timbrica vocale dia quel qualcosa in più nell’insieme. Buona anche la sezione ritmica, Olof il chitarrista, Johan al basso e Morten alla batteria si fanno notare; si riparte con l’ultimo blocco di brani sparati a raffica che porta verso il finale del loro concerto, non proprio perfetto a livello di suoni che non li ha fatti risaltare come avrebbero meritato. Lasciano il palco fra applausi più che meritati, ci auguriamo di rivederli qui come headliner e con dei suoni decisamente migliori.

 

 

 

Setlist:

 

Maximize
Digital World
365
1.000.000 Lightyears
Hunger
Amaranthine
GG6
Dream
Drop Dead Cynical
Call Out My Name
The Nexus

 

 

 

Powerwolf

 

 

 

Con il secondo cambio palco e strumenti, con il locale pieno, un caldo infernale, sale a dismisura l’adrenalina: si abbassano le luci parte l’intro e dalle prime note di “ Fire and Forgive “ è il delirio. Ero tra le prime fila, la spinta che mi è arrivata alle spalle quasi da schiacciarmi e farmi mancare il respiro, una cosa impressionante; ed è stato così per tutta la durata del concerto. Avevo già avuto modo di vederli dal vivo, e stasera si riconfermano la miglior band power metal tedesca per il loro genere musicale.

 

Suoni puliti e perfetti, una scenografia imponente impossibile da non essere notata, curata nei minimi dettagli, ha creato un’atmosfera davvero unica. Presenza scenica impeccabile, con un Attila Dorn leader del gruppo assieme a Falk Maria Schlegel (tastiere e organo), hanno condiviso il palco e più di qualche volta gli ha quasi rubato la scena; ci hanno fatto divertire con le loro gag durante il live. I due chitarristi Matthew Greywolf e Charles Greywolf con i loro assoli ci hanno deliziato le orecchie e non solo con le loro mimiche facciali molto spassose ( unici davvero!) e Roel van Helden ( il batterista ) posizionato a destra del palco si è fatto notare.

 

Si ha l’impressione che si stia arrivando alla fine, ma è solamente una “ falsa uscita “ di scena da parte del gruppo; perché vengono richiamati a gran voce con cori da stadio e ci deliziano con altri brani tratti dalla loro discografia e non poteva certo mancare la classica ballad “Where the Wild Wolves Have Gone”, Falk Maria Schlegel seduto davanti un organo, posizionato quasi al centro palco e affiancato da Attila che chiede di accendere o i telefonini o per chi lo ha il classico accendino, in sala è un luccichio unico, si è creata un’atmosfera particolare e ancora più bella, effetto a sorpresa della neve durante il brano ( da pelle d’oca! ). E’ sempre difficile fare un report, ma mai come in questo caso ho difficoltà ha trovare le parole per descrivere questo evento, per tutta l’ora e mezza della loro concerto l’energia e l’adrenalina é sempre rimasta alta, un pubblico partecipe ed entusiasti, hanno cantato, pogato c’è pure stato il moshpit, il crowdsurfing; insomma non è mancato niente; erano presenti tutti gli elementi per rendere unica questa serata. Davvero impossibile non divertirsi, strepitosi!

 

 

 

Setlist:

 

Fire and Forgive
Army of the Night
Incense & Iron
Amen & Attack
Let There Be Night
Demons Are a Girl’s Best Friend
Killers With the Cross
Armata Strigoi
Blessed & Possessed
Where the Wild Wolves Have Gone
Resurrection by Erection
Stossgebet
All We Need Is Blood
We Drink Your Blood
Lupus Dei

 

Encore:

 

Agnus Dei
Sanctified With Dynamite
Coleus Sanctus
Werewolves of Armenia
Wolves Against The World

 

I soliti doverosi ringraziamenti a Vertigo Hard Sound Eagle Booking Shining Production LIVE MUSIC CLUB per aver unito le forze ed averci regalato una serata indimenticabile e unica, i tre gruppi che si sono alternati sul palco sono stati straordinari e coinvolgenti, credo che si sia andati vicino al sold out per quanto fosse pieno il locale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultima modifica il Mercoledì, 14 Novembre 2018 12:17

Ultimi da Francesca Cipriano

Devi effettuare il login per inviare commenti

releases

Autoproduzioni

Il terzo album dei Desert convince pienamente
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I nostrani The Big Jazz Duo, tra deathcore e sinfonia, tirano fuori un Ep che spacca!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
C'è molto da lavorare per i Rot Schimmel
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla