A+ A A-
21 Apr

A maggio il disco dei MagnaCult

Vota questo articolo
(0 Voti)

INFINITUM: il nuovo album della groove-death metal band MagnaCult verrà pubblicato in tutto il mondo il 12 maggio 2017. La band terrà inoltre una serie di concerti con i DevilDriver a giugno e presto saranno annunciate altre date.

La groove-death metal band MagnaCult nasce nel 2005 e da allora ha portato un gruppo di musicisti attraverso l’Olanda: il cantante Seb, i chitarristi Tomas e David, il bassista Stan e il batterista Bionic. L'album di debutto dei MagnaCult, Synoré, uscito nel 2007, ha visto la nascita della loro impronta goove e death metal. Con il loro album successivo, Insua EnVenom, la band ha portato il suo sound al prossimo livello. Più brutale e tecnico rispetto all'album di debutto, “Insua EnVenom” è più veloce e dirompente. Con il loro terzo album, INFINITUM, i MagnaCult hanno dato corpo al loro stile musicale donando una marcia in più a un album epico, ricco di assoli di chitarra e pieno di groove.

La band descrive la nascita di questa opera come una sfida: i problemi personali e le difficoltà sono state canalizzate in una forza che ha potenziato l’unione della band. Il risultato è un nuovo album schiacciante, caratterizzato da undici canzoni potenti e significative. “Le canzoni trattano molti argomenti diversi” dice Seb. “La forza interiore, il rispetto e l'accettazione, le storie dietro alle tue cicatrici e il dolore indescrivibile per la perdita di un bambino mai nato. Tutti questi sono temi molto personali che riflettono ciò che abbiamo vissuto durante la nostra vita: metterli in parole e musica è un modo di affrontare le questioni che tutti noi abbiamo attraversato.”

Sono due i cantanti ospiti nel nuovo album, che gli danno una nuova profondità. «Chiedemmo ad Alma Alizadeh dei For I Am King di aggiungere la sua voce brutale alla canzone “Righteous Murder”», racconta il chitarrista David. Theresa Smith dei Metaprism arriva dalla Gran Bretagna e provvede alle voci per la canzone “Holy-um”, una traccia che probabilmente sorprenderà coloro che già conoscono i MagnaCult.

La copertina è stata sviluppata da Gustavo Sazes (Amaranthe, The Agonist, Arch Enemy), che è stato capace di catturare il significato del titolo dell'album, “Infinitum”. «In un tempo di caos artigli malvagi ci afferrano alla gola e, questa volta, è per non lasciarci andare via» spiega Bionic.

Negli anni i MagnaCult hanno costruito un solido seguito e la band ha condiviso il palco con Five Finger Death Punch, DevilDriver, Ill Niño, Nile, Kittie, Butcher Babies, Trivium, KING810 e molti altri attraverso l’Europa, a supporto dei primi due album. I MagnaCult sanno come scuotere grandi palchi e continuare ad accrescere il proprio culto con ogni spettacolo. A questo elenco saranno aggiunti altri concerti, ma prima la band si unirà ancora una volta ai DevilDriver in una serie di spettacoli.

 

 

Ninni Cangiano

Keep the faith alive!!

Video

Devi effettuare il login per inviare commenti

releases

Gli Accuser non sbagliano un colpo dopo trent'anni di puro thrash
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Visigoth e l'epic metal
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Us metal vario e complesso nel riuscitissimo disco targato Mike Lepond's Silent Assassins
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un salto nel mondo del rock classico con Rick Springfield
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
E' già tempo di live album per i Delta Deep di Phil Collen
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Discreto il come-back dei Thaurorod
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Il female fronted symphonic melodic metal dei Rite Of Thalia
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un bel concentrato di power/heavy granitico con gli spagnoli SnakeyeS
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sorprendente il lavoro degli olandesi Morvigor
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una vera e propria prova di forza dei finlandesi Abhordium in questo loro secondo album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sembrano svedesi, ma invece provengono dall'Alabama: secondo album per gli Oracle
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla