A+ A A-
03 Dic

Propagandhi a maggio in Italia con i No Trigger

Vota questo articolo
(0 Voti)

PROPAGANDHI
NO TRIGGER


06 MAGGIO 2018 | LIVE MUSIC CLUB| TREZZO SULL'ADDA | MILANO

I Propagandhi tornano in Italia nel 2018 per un’unica data imperdibile, domenica 06 maggio al Live Music Club di Trezzo sull’Adda, Milano.

Apriranno la serata i No Trigger, un'altra garanzia dell’hardcore melodico made in US. La band è sulla scena dal 2000 e nasce sulla scia di gruppi come Strike Anywhere e None More Black. Lo scorso luglio, a distanza di cinque anni dal loro ultimo LP ‘Tycoon’ (2012), hanno pubblicato l’EP ‘Adult Braces’, con Bird Attack Records. Il disco è stato registrato da Jay Maas a Haverhill (Massachusetts) e si compone di quattro pezzi accattivanti, delle vere e proprie hit che, a detta della band, sono pezzi più riusciti di tutta la loro carriera. Queste nuove canzoni faranno parte della scaletta che la band porterà al Live Club per preparare al meglio i fan all’esplosivo live dei Propagandhi!


I Propagandhi sono tornati in grande stile con 'Victory Lap' settimo album in studio della loro più che trentennale carriera, uscito venerdì 29 settembre per la label Epitaph. Un album realizzato per stare con i piedi nel pit e i pugni alzati al cielo. In questo disco si può assaporare un ritorno al mood che ha caratterizzato i primi anni della band; per esempio, nelle parole della penultima traccia “Tartuffle”, il frontman Chris Hannah canta “We came here to rock. Single moms to the front. Deadbeat dads to the rear. That’s how we do it here.” Victory Lap vede la luce dopo ben cinque anni dall’ultimo album, Failed States e in un certo senso risulta il naturale proseguimento del lavoro precedente. Entrambi gli album sono stati registrati nel Private Ear studio di Winnipeg, Canada, in un ambiente confortevole e raccolto. Molte cose sono anche successe dall’ultimo disco: perdite e nascite per i familiari della band - la morte del papà di Todd Kowalski (bassista) e di Jord Samolesky (batterista) la nascita della seconda figlia di Hannah; Kowalski ha iniziato inoltre a prendere lezioni di canto (dopo aver realizzato che la sua voce è quella di un baritono); nell’autunno 2015 David “The Beaver” Guillas ha lasciato la band per dedicarsi a un lavoro “vero e proprio” e per continuare i propri progetti personali. Per scegliere un adeguato sostituto Hannah e Kowalski hanno esaminato più di 400 registrazioni e candidature per scegliere tra tutti la chitarrista Sulynn Hago, una vera e propria forza della natura. Victory Lap non è reduce solo da cambiamenti interni alla band. I Propagandhi sono da sempre un gruppo fortemente politicizzato e in ogni caso anche gli avvenimenti socio-politici degli ultimi anni hanno fortemente influenzato la realizzazione di questo disco. La crisi dei rifugiati, gli episodi di razzismo riguardanti la polizia statunitense e primo su tutti, l’elezione di un nuovo presidente, una forte influenza negativa su uno dei paesi più importanti al mondo. La supremazia “bianca” sembra stia tornando di moda, il fantasma del fascismo aleggia ancora nel paese e questa situazione è inaccettabile per tanti artisti ed esponenti del mondo della musica, così anche per i Propagandhi.

La sensazione di non riuscire a fermare la violenza viene però contrastata dalla voglia di continuare a combattere per quello in cui si crede. Combattere, in questo caso, attraverso la musica, prendendo in mano una chitarra per essere “ready to rock” ancora e ancora. Questi sono i Propagandhi e sono tornati per dire la loro, ancora una volta, nonostante tutto.

 

 

Riportiamo i dettagli dello show:

PROPAGANDHI
+ NO TRIGGER

06 MAGGIO 2018 | Trezzo sull’Adda (MI)
Live Music Club
Ingresso 18,00 € + d.d.p.
Prevendite disponibili sui circuiti Mailticket, Vivaticket, Ticketone e Bookingshow.

 

Ninni Cangiano

Keep the faith alive!!

Devi effettuare il login per inviare commenti

releases

Epica oscurità nel sound dei finlandesi Desolate Shrine
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Anvil: l'incudine regna ancora!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Sonic Prophecy non strappano la sufficienza
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Magnum. Semplicemente inossidabili.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dal Sud Tirolo ecco una band massiccia e letale: i Kings Will Fall
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Blaspherion dovranno fare più di così per emergere dalla massa
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un groove metal dritto come un pugno tra i denti! South Of No North - Stubborn
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il virtuosismo non è tutto! Progetto strumentale per Luca Negro
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una produzione a dir poco pessima porta alla stroncatura del debut album degli Svarthart
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
In Grind We Trust, One day In Fukushima non la mandano a dire!
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla