A+ A A-
13 Mar

Il vino e l'heavy metal

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

L’Heavy Metal Winery nasce nel 2017 da un’idea di Daniele Santori.

 

Già viticoltore presso l’azienda di famiglia, la cantina Santori di Monte San Giusto, e cantante della band Heavy Metal “The Dogma” con i quali ha inciso 3 dischi distribuiti in tutto il mondo e girato l’Europa suonando con band come Scorpions, Motorhead, Lordi e Paradise Lost.

 

L’idea di base è quella di fondere le sue due più grandi passioni: l’amore per il buon vino e per la musica Heavy Metal. Lo scopo è quella di diffondere l’amore per il vino nel mondo del metal, da sempre più avvezzo alla birra e il metal nel mondo del vino che da sempre è legato ad un sottofondo più soft, come la musica jazz o lounge.

 

L’Europa ha ben accolto l’iniziativa e la prima nazione ad abbracciare l’Heavy Metal Winery è stata la Norvegia dove questo genere di musica è molto popolare

 

Un bianco a base di uve Pecorino “Hellysium” e un rosso a base di Sangiovese e Cabernet chiamato “Cabernhell”.

 

Proprio “Cabernhell” è il titolo della canzone scelta come inno dell’Heavy Metal Winery e, di questo inno, è stato girato un video immerso fra i filari della vigna. Il testo è stato scritto dallo stesso Daniele, presente ovviamente anche in veste di cantante mentre la musica è stata composta da Cosimo Binetti (già chitarrista dei The Dogma). Al brano hanno partecipato anche la talentuosa civitanovese Giusy Bettei nel ruolo di bassista e Marco Bianchella (anch’esso membro dei The Dogma) che si è occupato anche della registrazione.

 

Ospite nel video, direttamente dalla Norvegia è Kjell Arne Hudbred già nelle fila dei Crest of Darkness, che si occupa della promozione del video nel suo paese.

 

Ninni Cangiano

Keep the faith alive!!

Video

Devi effettuare il login per inviare commenti

releases

Lost In Grey - symphonic metal con voce femminile e tanti elementi diversi
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I bresciani Hell's Guardian tornano con un album che mostra già una certa maturità
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Minneriket, oltre al marciume.. verso il cestino!
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stilla, un nuovo superbo lavoro per la band svedese!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Unseen Abyss, un disco non per tutti.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Veilburner, un capolavoro moderno a cavallo tra generi estremi.
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

C'è qualcosa da migliorare nel disco dei Fenrir
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Thørn, blackened sludge in stile danese dal nord Italia!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i francesi Geostygma un debut EP di tutto rispetto
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Big Bad Wolf e l'amore per i Motörhead
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Forlorn Seas esordiscono con un buon disco tra post prog e inserti atmosferici
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Punk Rock fin troppo scontato per i Daggerplay
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla