A+ A A-
12 Giu

IMMORTAL: Demonaz parla dell’ispirazione, dell’infortunio al braccio e del prossimo album In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il 6 luglio gli IMMORTAL pubblicheranno il loro attesissimo nuovo album “Northern Chaos Gods”. La leggenda del black metal norvegese, cantante e chitarrista Demonaz ci parla degli esordi del gruppo e di che cosa l’abbia spinto a fondare una band nella scena metal underground dei primi anni ’90.
 
“Sono sempre stato addentro al lato oscuro della musica: prima heavy metal, thrash metal, poi nacquero le band black e death metal underground. Ho voluto fondare il gruppo definitivo nel 1990. Avevo in testa il nome IMMORTAL e una visione ben chiara. Non ho mai pensato che appartenessimo a una scena. Adoravo i primi album di CELTIC FROST, VENOM e BATHORY, che mi hanno ispirato nel realizzare musica oscura e fredda. Il nostro primo vinile è stato un 7" nel 1991, cui è seguito il primo album ‘Diabolical Fullmoon Mysticism’ l’anno successivo.
 
L’ispirazione nel dare l’avvio agli IMMORTAL mi è venuta dall’ambiente in cui sono cresciuto: il freddo inverno, le foreste scure, le imponenti montagne e i ghiacciai.  Volevo qualcosa di unico che unisse testi e musica. Ho creato Blashyrkh, che significa ‘il reame di tutta l’oscurità e il gelo’.
 
Il lato della natura rigido, freddo e oscuro è un’ispirazione senza fine; una parte della misteriosa forza che ci circonda e lentamente cancella tutto. È senza tempo, senza regole né vincitori. È la profonda fascinazione e il rispetto per la natura costruiti sull’istinto. Vedo l’orgoglio, la potenza e la grandezza da una prospettiva oscura.
 
Sono devoto agli esordi del black metal: le notti nei boschi ad abbracciare l’oscurità, sputare il fuoco, ossessionati dalla luna invernale. Tutto ciò ha tenuto vivo il mio spirito. Mi ha ispirato a scrivere riff, testi e musica e sta alla base della nostra musica. Le canzoni del nuovo album non fanno eccezione. Ogni riff, linea, parola e canzone degli IMMORTAL negli anni sono stati nelle mie orecchie e nella mia testa, dalle profonde foreste fino alle gelide cime dei monti.  
 
Anche i primi album dei BATHORY ‘Under The Sign Of The Black Mark’ e ‘Blood Fire Death’ sono stati un’enorme fonte di ispirazione. Quorthon rimane tuttora uno dei maestri per me e mi ha ispirato anche dal punto di vista lirico. Nel 1997, mi è stata diagnosticata la tendinite nel braccio sinistro. Non potevo più esibirmi dal vivo, ma non ho mai smesso di suonare o comporre. Nonostante ciò, abbiamo continuato a lavorare sulla musica come prima. Sono stato ricoverato per un intervento al braccio nel 2014 e ho iniziato a scrivere i primi riff per il nuovo album ‘Northern Chaos Gods’ nel 2015. È stato un sollievo concentrami di nuovo sulla musica ed entrare in studio per registrare le chitarre per il nuovo disco, oltre che cantare i miei testi.
 
Non scenderò mai a compromessi - per nessuna ragione al mondo - a discapito della mia originaria visione di condurre i fan attraverso il regno ghiacciato di Blashyrkh con la musica definitiva, truce, fredda, oscura e senza tempo”.

www.immortalofficial.com
www.facebook.com/immortalofficial
www.nuclearblast.de/immortal

Devi effettuare il login per inviare commenti

releases

Refuge, la solita minestra ma che è sempre buona anche in Estate
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bel debutto per le Charlotte in Cage con il loro “riot metal”.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I pionieri del death/thrash Agressor tornano con una ristampa della loro pietra miliare
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Sojourner tornano con un lavoro dalle atmosfere ancora più epiche
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ottimo il debutto della one man band finlandese Circenses
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rispolveriamo del buon vecchio thrash, con la ristampa dell'ultimo disco dei Missing Link
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dissonante, straniante ed "esotica" la proposta dei Dischordia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Immortal Sÿnn hanno bisogno di scegliere una strada da percorrere
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rites Of Sedition, mai giudicare un libro dalla copertina..
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un lavoro strumentale fin troppo prolisso per Carmelo Caltagirone
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ep che si concentra soprattutto su alcune cover per Parrys Hyde
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla