A+ A A-
09 Nov

Gotthard: il video di "What I Wouldn't Give" In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

Di seguito il video di "What I Wouldn't Give" dei Gotthard, tratto dal doppio album acustico "Defrosted 2", raccolta di classici che uscirà il 7 dicembre su Nuclear Blast.

 

Ed ecco il comunicato ufficiale pervenutoci dalla label tedesca:

 

"Defrosted" pubblicato nel 1997 - è stato il primissimo album live dei GOTTHARD. Ancora oggi è visto come una pietra miliare della carriera del gruppo che ha aiutato a rafforzare la propria reputazione di maggiore band di successo in Svizzera. Per oltre 25 anni, i GOTTHARD hanno prosperato sotto i riflettori di tutto il mondo, con una carriera che include 16 album primi in classifica, oltre tre milioni di dischi venduti, diversi premi e oltre 2000 concerti in tutto il pianeta.

E oggi, 21 anni dopo la prima edizione, il cerchio si chiude con il ritorno dei GOTTHARD su SONY Svizzera e Nuclear Blast con "Defrosted 2", una compilation acustica dei più grandi successi della band, registrati durante il "Defrosted Tour" a Marzo. Sebbene il concept fosse lo stesso di quello di 20 anni fa le circostanze in cui il gruppo si è trovato sono differenti. Sia la band che il suo pubblico sono cresciuti, ma dopo 25 anni è la stessa impareggiabile intimità che i GOTTHARD portano nei loro concerti a rendere questo album ciò che è. Dopo la celebrazione delle "nozze d'argento" con l'ultimo album in studio che ha raggiunto record in classifica e ha visto la band salire sul palco di diversi prestigiosi festival, "Defrosted 2", includendo 22 delle più rappresentative tracce della band, unisce l'orgoglio di una lunga storia allo sguardo verso il futuro con due nuovi brani racchiusi nella stessa opera. Fornisce un perfetto spaccato della formidabile carriera dei GOTTHARD che può essere da tutti apprezzata.

Appena Leo, Freddy, Hena e Marc iniziano a suonare le prime note di un sound puramente acustico e il cantante Nic allieta il pubblico in tre diverse lingue, anche chi non conosce i GOTTHARD si sentirà subito a casa. E se questo non fosse abbastanza convincente, il primo ritornello della prima traccia dell'album, la sensuale e groovy "Miss Me", servirà a ricordare che l'unica cosa importante è la gioia della musica live. Andy Pupato è ancora tanto impeccabile dietro alla batteria quanto nel primo "Defrosted"Ernesto Ghezzi ancora una volta prova il suo talento come tastierista live e "The G-Strings" (il quartetto d'archi incentrato su Barbara Kubli) che talvolta ha suonato live con la band, dona una perfetta dose di eleganza. Le delicate voci e la potenza radiosa delle nuove vocalist Maram El Dsoki e Barbara Comi colorano "Defrosted 2" di un nuovo emozionante fascino.

Che sia "Hush" del 1992, la dorata "Heaven" del 2000, il 'singolo di ritorno' "Remember It‘s Me" dopo la tragica perdita del primo cantante Steve Lee, la hard rocking "Bang!" dall'eponimo album del 2014, la tenera "Beautiful" o la recente “Stay With Me""Defrosted 2" è un viaggio attraverso gli anni, che include assoli mozzafiato, intervalli più selvaggi ("Sweet Little Rock‘N‘Roller") e sincere dichiarazioni d'amore. E se si pensa di aver ascoltato tutto dopo questo viaggio attraverso 25 anni di classici, ci sono altre due nuove tracce. La prima è la potente ballata "What I Wouldn‘t Give", che distrugge tutto in una possente ondata di emozione, e poi la hit più festaiola "Bye Bye Caroline", che è anche il primo singolo tratto da "Defrosted 2". Il testo si ispira alla hit degli STATUS QUO del 1973, "Caroline", la traccia di apertura live dei rockers inglesi per 25 anni, creata con lo stesso Francis Rossi, che è stato coinvolto contribuendo con chitarra e voce. La canzone è stata scritta spontaneamente nel backstage durante l'ultimo Rock Meets Classic Tour, quando Francis, Leo e Nic hanno rafforzato la loro amicizia scrivendo direttamente una nuova canzone insieme.
 

 

Oggi, la band ha lanciato il video della canzone 'What I Wouldn't Give (Acoustic Version)', che può essere visto su YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=Jwx8B6ZzOeE

Acquista il brano qui: http://nblast.de/GotthardWIWG

Guarda il video di "Bye Bye Caroline" (feat. Francis Rossi) qui:
https://www.youtube.com/watch?v=4-o_uatH2Ag

Il singolo in digitale è disponibile qui: http://nblast.de/GotthardByeByeCaroline

"Defrosted 2" è stato prodotto da Leo Leoni in collaborazione con Nicolo Fragile e come sempre, Charlie Bauerfeind si è occupato del mix. Il doppio album, che uscirà in tutto il mondo sia in formato Ecolbook in alta qualità sia in 4 vinili il 7 Dicembre 2018, è stato ulteriormente perfezionato presso il Wisseloord Studio Hilversum, dove leggende come i ROLLING STONESU2 e SCORPIONS hanno già lavorato e registrato. Con una serie amorevolmente ricercata di arrangiamenti acustici e due decenni e mezzo di hit, i GOTTHARD su "Defrosted 2" celebrano con entusiasmo grandi momenti, bei ricordi e riff mai sorpassati – e faranno un brillante regalo acustico a vecchi e nuovi fan aggiudicandosi il miglior posto sugli scaffali.

"Defrosted 2" uscirà come:

 

  • 2CD Digibook
  • 4LP Box

Pre-ordina "Defrosted 2" qui: http://nblast.de/GotthardDefrosted2

La tracklist:
CD1

  1. Miss Me
  2. Out On My Own
  3. Bang
  4. Sweet Little Rock ’N‘ Roller
  5. Beautiful
  6. Feel What I Feel
  7. Hush
  8. Remember It‘s Me
  9. Stay With Me
  10. Tequila Symphony No. 5
  11. Mountain Mama

CD2

  1. Why
  2. C‘est La Vie
  3. One Life One Soul
  4. Tell Me
  5. Starlight
  6. Sister Moon
  7. Right On
  8. Lift U Up
  9. Heaven
  10. Anytime, Anywhere
  11. Smoke On The Water
  12. Bye Bye Caroline (Acoustic Version)
  13. What I Wouldn‘t Give (Acoustic Version)

Altre info:
www.gotthard.com
www.facebook.com/Gotthard
www.twitter.com/Gotthard

Ultima modifica il Sabato, 10 Novembre 2018 11:08

Video

Devi effettuare il login per inviare commenti

releases

Aor purissimo per un tuffo negli anni 70 con Billy Sherwood
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo quasi due decadi, con un breve EP tornano i padri del NY Hardcore: i Cro-Mags
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i baschi Hex un Doom/Death con poche accelerazioni ma dall'impatto decisamente buono
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dai tedesco-olandesi Burial Remains un buon disco per i fans della vecchia scuola svedese
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
i Diviner possono ancora migliorare
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

A distanza di tredici anni tornano i thrashers americani Motive
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Seconda fatica per i lussemburghesi Feradur: un signor melodic death!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Panthematic, un calderone di inflenze ma un lavoro immaturo.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Ragnhild propongono un insolito Viking Metal made in India
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debuttano feroci come bestie i canadesi Concrete Funeral
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Imago Imperii, una promettente band italiana
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla