A+ A A-
15 Mag

Destruction: svelata la copertina dell’album “Born To Perish” In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

I leggendari thrasher tedeschi, DESTRUCTION, hanno svelato la copertina del loro diciassettesimo album in studio "Born To Perish".  Lo splendido artwork è stato realizzato dall'acclamato artista ungherese Gyula (ANNIHLATOR, GRAVE DIGGER, STRATOVARIUS, TANKARD e molti altri).


Egli ha anche creato un trailer in cui mostra come è nato l'artwork: https://www.youtube.com/watch?v=QyOZVrtWr_o
 
L'album verrà pubblicato il 9 agosto su Nuclear Blast.
 
Gyula dichiara: "Schmier voleva ottenere un'immagine semplice e diversa rispetto alle mie precedenti copertine realizzate per i DESTRUCTION. Quando abbiamo discusso del nuovo concept, sono rimasto soddisfatto di questo approccio perché ho avuto la possibilità di utilizzare uno strumento diverso, senza pittura ma con uno stile di disegno a inchiostro. Quando la band ha menzionato il titolo dell'album, ho avuto l'idea di una composizione senza il tipico leone coraggioso o l'aquila, ma gli avvoltoi con due teste e abbiamo riempito l'immagine con diversi simboli. Adoro questa copertina dei DESTRUCTION - forse la mia preferita tra quelle fatte finora per loro!".
 
Il mastermind Schmier aggiunge: "Questa volta volevamo qualcosa di semplice. Avevo in mente una sorta di emblema, stampo o blasone. In passato abbiamo avuto moltissime copertine molto colorate, ma il titolo oscuro dell'album richiedeva qualcosa di diverso. Il disco segna il ritorno dei DESTRUCTION come quartetto. Sono molto felice del risultato e il grandioso Gyula ha capito subito la direzione in cui volevamo andare. L'album è feroce, oscuro e colpisce dritto nel segno. La copertina è il perfetto preludio ad esso!".
 
"Born To Perish" è stato registrato a gennaio e febbraio 2019 con VO Pulver ai Little Creek Studios in Svizzera e si tratta del primo disco dei DESTRUCTION con Randy Black alla batteria e Damir Eskic alla seconda chitarra!
 
Di seguito una breve anticipazione del disco: https://www.youtube.com/watch?v=pMf6eJwFlpE

Devi effettuare il login per inviare commenti

releases

Aor purissimo per un tuffo negli anni 70 con Billy Sherwood
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo quasi due decadi, con un breve EP tornano i padri del NY Hardcore: i Cro-Mags
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i baschi Hex un Doom/Death con poche accelerazioni ma dall'impatto decisamente buono
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dai tedesco-olandesi Burial Remains un buon disco per i fans della vecchia scuola svedese
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
i Diviner possono ancora migliorare
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

A distanza di tredici anni tornano i thrashers americani Motive
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Seconda fatica per i lussemburghesi Feradur: un signor melodic death!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Panthematic, un calderone di inflenze ma un lavoro immaturo.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Ragnhild propongono un insolito Viking Metal made in India
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debuttano feroci come bestie i canadesi Concrete Funeral
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Imago Imperii, una promettente band italiana
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla