A+ A A-
12 Lug

Coreleoni: il progetto di Leo Leoni dei Gotthard in Italia per un'unica data

Vota questo articolo
(0 Voti)

Comunicato stampa:

Leo Leoni, chitarrista e membro fondatore degli storici Gotthard, è pronto a tornare in Italia con il suo nuovo progetto CoreLeoni, nato proprio durante una pausa della band svizzera. L'appuntamento è per domenica 8 dicembre al Druso di Ranica (BG).

Concepita nel 2017, occasione del 25° anniversario dalla fondazione dei Gotthard, la band è vista come una sorta di omaggio al gruppo originale di Leo Leoni, e in particolare a canzoni come Downtown, Firedance, Higher, Here Comes the Heat, In the Name... alcune di queste canzoni erano state temporaneamente messe da parte dai Gotthard, e con i CoreLeoni l'artista svizzero vuole infondere nuova linfa vitale ad alcuni dei suoi pezzi storici, appartenenti a un periodo che lui tiene molto a cuore.

Nel gruppo ritroviamo alcune vecchie conoscenze come Igor Gianola (ex membro dei Gotthard) alla chitarra, Hena Habegger (anch'egli membro dei Gotthard) alla batteria, Ronnie Romero(Lords of Black, Rainbow) alla voce e Mila Merker (Vomitors, Soulline) al basso.

CORELEONI
8 DICEMBRE 2019 | DRUSO | RANICA (BG)
Ingresso: prevendita 20,00€ + d.d.p. | cassa € 25,00
Prevendite disponibili sul circuito Mailticket.

 

Devi effettuare il login per inviare commenti

releases

Per i Nocturnus AD un debut album che sarebbe potuto andar bene trent'anni fa
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Phil Campbell: tanti ospiti per un disco nella norma.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Great Master, l'album della maturità
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli Immanifest un debutto che sembra essere arrivato con qualche anno di ritardo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sarà l'ultimo live-album della storia degli Slayer?
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Seppur breve, convince l'EP dei californiani Larvae
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i britannici Itheist un debutto (col nuovo nome) senza infamia e senza lode
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto per la tastierista dei Cradle of Filth: Martyr di Lindsay Schoolcraft!
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Convince il secondo album dei Prime Creation
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Buon debutto per i campani Jumpscare, ma attenzione al sound proposto
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Power metal melodico di gran fattura per gli spagnoli Arenia
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla