A+ A A-
22 Giu

Rhapsody of Fire: separazione con il batterista Manu Lotter In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

Tramite il seguente comunicato, il batterista Manu Lotter ha annunciato la sua uscita dai Rhapsody of Fire:

“Con dispiacere annuncio di aver lasciato i Rhapsody of Fire.

Non è stata una decisione facile e ci sono voluti mesi per prenderla. Prima di partire per l’ultimo tour europeo, avevo già provato una certa infelicità dovuta ad alcune cose che accadevano dietro le quinte. Punti di vista differenti, diversi obiettivi e attitudine rendevano per me molto difficile continuare a rimanere nella band. Non intendo dire punti di vista o attitudine ‘sbagliati’ ma ‘diversi’. Questa è la realtà. E’ del tutto lecito che siano differenti, perché ognuno di noi è differente dall'altro e unico.

Ho perso e speso troppe energie e devo chiudere questo capitolo della mia vita per recuperare la mia energia. Non c’è alcun dissapore, nessun litigio o cose del genere. Mi sono semplicemente accorto che i Rhapsody of Fire non fanno per me. Qualcosa mi ha allontanato dai Rhapsody of Fire negli ultimi 12 mesi e si è fatto via via sempre più pesante per me provare questa sensazione.

Sono grato per i ricordi che ho grazie alle esperienze fatte con questi ragazzi. Assieme abbiamo fatto molti tour europei, siamo stati in Giappone, Grecia, abbiamo suonato con i grandi Iron Maiden e altro. Ho potuto fare un sacco di cose. Gli ultimi anni hanno un posto speciale nel mio cuore e non dimenticherò mai quanto fatto con i ragazzi di questa band e con la sua fantastica crew. Un ringraziamento speciale a Peppe, Parpi e Francesca.

Negli ultimi 3 mesi la mia vita è stata piena di lacrime e morale basso. Ora mi sono reso conto che devo fare questo passo. Non so dove questa strada mi porterà, perché ora non ho una band ed è la prima volta che capita da che avevo 12 anni. E’ molto strano per me ma mi riprenderò, questo è certo.

Jack, Roby, Ale e Alex: vi auguro il meglio per il vostro futuro e per il nuovo batterista, il nuovo album e i grandi tour che seguiranno. Grazie mille per i bei momenti passati assieme, la felicità e l’energia che abbiamo condiviso su e giù dal palco.
Al momento il mio programma è continuare con le lezioni ai miei studenti, allenarmi e trovare una nuova band.

Ci vediamo presto on the road! Un capitolo si chiude e un altro si aprirà presto!”

Devi effettuare il login per inviare commenti

releases

Soddisfacente il debut album dei prog-deathsters tedeschi Virocracy
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Threnos" gli On Thorns I Lay pubblicano il miglior lavoro dal loro ritorno
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un nuovo EP (con due inediti e tre cover) per i greci Abyssus
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Putridarium" degli Eternal Rot: un titolo che è tutto un programma
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Rites of Daath passano agevolmente l'esame del primo full
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo album per i polacchi Uerberos, sulla scia del classico sound centro-europeo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Virtual Symmetry, un ritorno di classe!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Discreto il debut album dei lussemburghesi Theophagist
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fraser Edwards ed il suo italiano scorretto
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Racket: Heavy e pericolosi.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Devil Crusade: un debutto ancora un po' acerbo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Battle Born, un esordio sulla scia di Majesty e Manowar
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla