A+ A A-
Corrado Franceschini

Corrado Franceschini

Oltre 50 anni di età e più di 35 anni di ascolti musicali.

URL del sito web: http://it-it.facebook.com/people/Corrado-Franceschini/100000158003912 Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Terror Awaits: Blood Moon Prelude a Parma

Giovedì, 26 Luglio 2018 17:59 Pubblicato in News

La TERRORDEATH NIGHT si sta avvicinando inesorabilmente: l'odore di Morte sui campi di battaglia pregni di carne e di sangue...
eccovi un'anticipazione di quello che vi aspetterà!

Nella Notte dell'Eclissi Lunare più lunga del Secolo ospiteremo la "potente Signora del Terrore e della Strage" dal vivo:

from Czech Republic

Sekhmet - Antireligious BM

Special guests:

Askesis - Evil Black fucking Metal

Deathfucker - Black Death Motherfuckers

NOZ . Blackened Crust Aggression

Inizio live ore 21:00

Afterparty con DJ Set fino a tardi

INGRESSO GRATUITO!

TerrorDeath Night a Parma il dieci agosto

Sabato, 14 Luglio 2018 12:09 Pubblicato in News

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO.

Lo-Fi Creatures Events and Tormenting Steel Productions
"TERRORDEATH NIGHT - Diocletian"

The Metal carnage returns stronger than all, with a very special show: after six years since their last gig in Italy, we proudly present:


DIOCLETIAN (Black/Death Metal furious commando from Auckland (NZ)
https://www.facebook.com/DOOMCULT

FIN (Black Metal from Chiacago (USA)
www.facebook.com/FIN-287496941295269

VOIDS OF VOMIT (Death Metal veterans brigade from Brescia/Milano)
https://www.facebook.com/voidsofvomit/?ref=br_rs

BLASPHEMOUS NOISE TORMENT (Death/Black Metal special forces from Belluno)
https://www.facebook.com/Bnt.BlasphemousNoiseTorment/?ref=br_rs

GOAT VOMIT NOISE (Black Metal raiders from Ancona)
https://www.facebook.com/profile.php?id=527428334013771&ref=br_rs



OPEN DOORS: TBA
RUNNING ORDER: TBA



:::CIRCOLO ARCI MU:::
Strada del Taglio, 2, 43126 Parma PR


-COME ARRIVARE (IN MACCHINA):

https://goo.gl/maps/6A4StVp3mFA2


-COME ARRIVARE (IN TRENO/AUTOBUS):

Dalla stazione è possibile prendere il seguente autobus:

6 direzione "Baganzola", scendere alla fermata "Cornocchio", procedere 600 m dritti su Strada Dei Mercati, girare a destra in Strada Del Taglio, percorrere altri 100 m e vi ritroverete il locale sulla sinistra.


/ENG/

-HOW TO COME (BY CAR):

https://goo.gl/maps/6A4StVp3mFA2

.-HOW TO COME (BY TRAIN/BUS):

From the train station is possible catch the following bus line:

6 direction "Baganzola", get off at "Cornocchio" stop, goin' straight on the Strada Dei Mercati for 600 m, turn the right on Strada Dei Mercati, travel 100 m and you'll find the club on your left.



+++ THE CONQUEST SHOULD BE TRIUMPH +++

Ecco la seconda parte dell'intervista a Pino Scotto. La prima la trovate qui (http://www.allaroundmetal.com/interviste/item/13312-28-05-2018-intervista-telefonica-con-pino-scotto-prima-parte)

P.S.) Altro argomento dei miei testi è quando la vita è “sopraffatta” dai falsi ideali come la droga o l’alcool. Chi sta la in alto; i potenti, quelli che sanno, hanno giocato e giocano su questo. In America, ad esempio, l’eroina veniva somministrata ai soldati. Una cosa che non ho capito è come mai la droga è illegale mentre l’alcool no. Bisognerebbe che facessimo una guerra allo Stato perché in questo modo, facendo circolare queste cose, loro continuano a fare il cazzo che vogliono.

C) Visto che sono particolarmente affezionato ai Motorhead, vorrei sapere come è nato il testo di “The Eagle Scream” (pezzo dedicato a Lemmy n.d.a.)

P.S.) E’ successa una cosa molto strana; una sorta di magia. La notte in cui è morto Lemmy l’ho sognato che volava via come un’aquila e quando mi sono svegliato ho smesso di fare tutto quello che facevo e non diciamo cosa. Era come se in quella notte avessi combattuto tutti i miei demoni; demoni che duravano da 40 anni. Diciamo che il mio corpo aveva bisogno di un segnale anche se non avevo particolari problemi di salute. Sinceramente a 69 anni era anche arrivato il momento di smetterla.

C) Vogliamo riprendere il discorso sui testi dell’album?

P.S.) “Cage of Mind”, della quale abbiamo registrato il video dal vivo al Legend di Milano, parla proprio delle pare che noi ci facciamo quando invece, per combattere i propri ostacoli e le proprie paure, basterebbe alzare il culo dalla sedia, uscire di casa e darsi da fare per affrontarle. “Crashing Tonight”, invece, parla di un incontro ravvicinato, molto ravvicinato se mi capisci, avuto nel Rock‘N’ Roll club di Milano (ho promesso a Pino, tra una risata e l’altra, che vi avrei consigliato di leggere attentamente il testo n.d.a.)

C) Un ultima domanda riguardo all’album; sono sicuro che, in alcuni pezzi, la voce è stata “rinforzata” cosa mi dici al riguardo?

P.S.) Tu sai cosa sono le armonizzazioni? Quelle sono armonizzazioni. Non sono voci rinforzate. Quando tu fai una voce ci vai sopra e poi ci metti una quinta o un’ottava. Quello che ti serve insomma. Nella struttura classica della canzone, ad esempio, già quando fai il ritornello raddoppi la voce. E’ normale e lo fanno tutti.

C) Vuoi dirmi qualcosa riguardo al programma che conduci ora?

P.S.) Come sai trasmettevamo in video sulla piattaforma di Sky ma siccome io mandavo continuamente  a fare in culo i vari realities; X factor in primis che come sai è di Sky, a forza di dirci di smetterla e di farla finita ci hanno tagliato. Alla fine è  stato pure meglio visto che sono due anni che siamo su Facebook e facciamo diecimila volte i numeri di prima visto che è gratis e, in più,i ragazzi stanno sempre connessi con il P.C. e il programma sta andando benissimo.

C) Vorrei farti una domanda sulle “intromissioni”. mi risulta che ogni tanto qualcuno si spaccia per te sul social. Cosa vorresti dirgli?

P.S.) Cosa vorrei dirgli? Alla fine io mi incazzo soprattutto quando vanno a toccare mio figlio; li divento una iena proprio. Queste persone non hanno una vita: hanno bisogno di offendere gli altri e si sentono potenti e invece non lo sanno che sono solo delle piccole merde tipo escrementi di ratto senza palle, senza vita, senza niente. Sicuramente mi fanno solo pena; dovrebbero farsi curare questi ragazzi.

C) Visto che spesso spacchi l’opinione pubblica in due dicendo ciò che pensi credi di avere più fans o denigratori?

P.S) Guarda... Io sono convinto di questo: se non hai denigratori vuol dire che non vali un cazzo; vuol dire che non stai facendo niente di buono.

C) Stai affrontando un lungo tour; visto che spesso si parla della mancanza di pubblico ai concerti tu come la pensi?

P.S.) Sicuramente non suoniamo negli stadi come fa Vasco. Vasco è il numero uno ma fa tre concerti all’anno mentre noi ne facciamo cento. Se andiamo ad accumulare i numeri non dico che facciamo la stessa cifra. Devi contare che in Lombardia da quando è uscito l’album, solo in zona, ho già fatto sei date. Non facciamo posti come il forum ma potevo andare all’Alcatraz sì. A me piace la dimensione dei piccoli club; mi piace vedere la gente in faccia quando canto, mi piace andare tra i ragazzi, confrontarmi con loro.

C) Toglimi una curiosità riesci a vivere con la musica?

P.S.) Sono in pensione da 13 anni dalla fabbrica. Dovevo andare in pensione a 57 anni. Sono andato a 54 con tre anni di mobilità perché la mia azienda, dove ho sempre ho lavorato per 35 anni, cambiava denominazione sociale. Una volta diventavamo francesi, una volta americani ma, quando avvenivano queste fusioni, operai e impiegati erano in esubero, così venivano lasciati a casa e gente di 50 anni sapeva che, magari, non avrebbe più trovato lavoro. Lo Stato italiano ha dimostrato ancora una volta di essere una merda. Il lavoro mi  ha dato la forza e la possibilità di scegliere fra tanti programmi che mi hanno chiamato e mi chiamano perché io sono libero. Non so se sono bravo, se scrivo bene, se canto bene, ma questo è il mio sogno, lo vivo fino in fondo e nessuno me lo deve toccare perché ho combattuto tutta la vita per realizzarlo. Ho mandato a fare in culo talmente tanta gente; personaggi famosi dei quali non ti faccio i nomi. Con il lavoro, quindi, oltre a mantenere la famiglia, mi sono organizzato da solo la mia strada, i miei concerti e nessuno, compresi i produttori, mi ha mai rotto i coglioni.

C) Parlando di concerti hai qualche aneddoto recente da raccontare?

P.S.) L’anno scorso abbiamo fatto un concerto nello stesso luogo e sullo stesso palco dove si era esibito Jimy Hendrix e dove aveva suonato 50 anni fa. Non l’ho fatto io; mi hanno chiamato gli organizzatori per fare un paio di pezzi e c’erano gente come Eugenio Finardi e, appunto, l’ex batterista di Hendrix; è stata una serata fantastica. Quello che dico sempre ai ragazzi è: “Non smettete mai di sognare”. Non vale solo per la musica ma anche per la beneficienza o per il giocare a pallone. Bisogna coltivare la propria passione come ho fatto io che, in alternativa e senza di essa, sarei potuto diventare un ladro o uno spacciatore.

C) L’ultima domanda è un classico. Quali sono i tuoi progetti futuri e, poi, volevo sapere se è vero che andrai come giudice a Sanremo Rock (l’intervista è stata fatta prima dell’evento n.d.a.).

P.S.) Non ero molto convinto poi ho parlalto con Davidone, il mio fratellone di Milano, e mi ha detto: “Pino vai tu; piuttosto che qualche stronzo magari riesci a fare vincere un gruppo con i contro cazzi”. E’ un gioco per scegliere un paio di band e farle emergere visto che ai giovani che suonano, e ce ne sono di veramente bravi, nessuno da una possibilità. Guarda cosa è successo con X Factor che rischia di fare diventare il metal un fenomeno da baraccone e lo dico parlando di Al Bano. Quando avevamo suonato nella sua terra sei anni fa ci aveva definito come dei satanisti e adesso, invece, lo vedi fare il segno delle corna di fianco a Cristina (Scabbia dei Lacuna Coil n.d.a.).

C) Io avrei finito le domande. Se vuoi aggiungere qualcosa sei libero di farlo.

P.S.) Dico solo abbiate cura del vostro strumento o, se cantate della vostra voce. Trattate bene la vostra passione e rispettatela perché vi regala un sogno.

C) Grazie mille Pino. Spero di venire a vederti quando verrai al Capus Industry Music di Parma il 5-10-2018

P.S.) Se verrai sarà un vero piacere conoscerti di persona. Un saluto a te e ai lettori.

Yatra: Ecco le nuove date live.

Giovedì, 05 Luglio 2018 10:48 Pubblicato in News

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO.

 

BREVE DESCRIZIONE:
YATRA è un termine sanscrito che deriva dalla lingua sacra indiana. Il suo significato è "viaggio", o
“pellegrinaggio”. Il progetto è così stato battezzato YATRA, un pellegrinaggio che i 5 componenti
hanno intrapreso alla ricerca di un “Nirvana” composto di ritmi e melodie.
Il nostro è un rock molto contaminato da influenze hard rock, grunge, alternative e progressive. Il
sound è sperimentale e nonostante il rock sia un genere ampiamente esplorato siamo convinti di
poter offrire un'esperienza musicale rara per la scena musicale del territorio italiano.
Il nostro è un viaggio articolato, caratterizzato da tempi dispari, controtempi e crescendo,
sicuramente in controtendenza con le sonorità in voga nel mainstream; ed in controtendenza sono
pure i testi della cantante, Didi, che uno dopo l'altro mettono a nudo la superficialità ed il gretto
materialismo (per parafrasare uno storico gruppo italiano) che sembra pervadere la società di oggi.
Gioia,dolore, speranza sono alcuni degli ingredienti che compongono i brani.
Attraverso la collaborazione con CDF Records, Il nostro brano "Twist of Fate"
(https://open.spotify.com/artist/3KFWEyto2EP1RQCBMCDRWj) è passato in oltre 200 radio
italiane e in oltre 20 radio straniere per più di due mesi.
Il 27 Maggio 2018 siamo stati i primi classificati al Tuscany Regional Rally W/Virgin Radio a
Montecatini, in Toscana.

PROSSIMI CONCERTI:
5/07/2018 Weller Festival For Work, Rubiera (MO);
7/07/2018 Rock&Road Festival, Montefoscoli (PI);
8/07/2018 Indigest Festival, Castel San Pietro Terme (BO);
12/07/2018 Cacciolanoia, Cacciola (RE).

Facebook: https://www.facebook.com/Yatra.band.5/
Spotify: https://open.spotify.com/artist/3KFWEyto2EP1RQCBMCDRWj
Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCzl-vDDcpxRm-qAscIAQycg

 

releases

Con il loro ottavo album i Sadist rendono omaggio al maestro Alfred Hitchcock
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Wizards, dalla Spagna con il loro sound marcatamente old school
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nuova fatica degli Hatesphere ma stessa formula: death/thrash a rotta di collo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo album per i toscani Human Decay, con il loro rabbioso Thrash/Death
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Them hanno imparato bene la lezione del maestro King Diamond
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancora un'insufficienza per i Malacoda
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Debuttano con un breve (ma comunque interessante) EP i canadesi Dethgod
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla terra del Death tecnico arriva una nuova interessante scoperta: i Samskaras
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Non entusiasmante il debut dei Serpents Kiss
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Thrash vecchia scuola con i Raging Rob
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Thrash e prog nel debutto discografico degli External
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
BuiOmegA, un debutto incredibile!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

Login

Sign In

User Registration
or Annulla