A+ A A-
Corrado Franceschini

Corrado Franceschini

Oltre 50 anni di età e più di 35 anni di ascolti musicali.

URL del sito web: http://it-it.facebook.com/people/Corrado-Franceschini/100000158003912 Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chrysarmonia: fuori il video di "Fast"

Mercoledì, 17 Luglio 2019 10:46 Pubblicato in News

Riceviamo e pubblichiamo.

I Chrysarmonia presentano il video della canzone "Fast":

Il brano è stato scritto per commemorare le vittime innocenti della strage di Nizza (Francia), in data 14 luglio 2016. La collaborazione con il gruppo: “per non dimenticare. Nizza 14 Luglio 2016” è nata grazie all’incontro con due persone in particolare Roberta e Mirella, entrambe coinvolte da questa tragedia, le quali dopo aver ascoltato i nostri brani ci hanno contattato perché scrivessimo per la causa una canzone. Lo scopo è sensibilizzare ovviamente chi ascolta, ma anche dare alle persone che hanno perso i loro cari in questa orribile vicenda, un fattivo aiuto per non dimenticare, per ricordare con affetto le persone che hanno perso. Il senso della canzone tuttavia è come sempre ampio, parla del tempo che scorre velocemente, della vita che è un dono, del fatto che dobbiamo vivere ogni istante intensamente come se fosse l’ultimo, perché non possiamo sapere cosa potrà essere il nostro domani. Fast è stata registrata presso la RECLAB di Milano e il produttore tecnico è Larsen Premoli. Proprio con Larsen il gruppo inizierà a registrare a settembre l’LP che, presumibilmente, si chiamerà “EVOLUTION”: uscita prevista Ottobre 2020. In questo brano compare come ospite un violinista, anche lui non professionista. Si chiama Victor Lozovan. Gli altri componenti sono: Vania Guarini (voce, cori e composer), Davide Paggiarin ( chitarre ), Simone Pampuri (Basso), Fabio Chiappella (batteria). Il 14 luglio, proprio per commemorare nella stessa data, è uscito il video ufficiale, come sempre con Silvia Carotti di Imago Edit, come videomaker. Fast, è già disponibile sui maggiori canali digitali (iTunes, Deezer, Spotify, Pandora, Amazon, Google Play).

 

https://www.facebook.com/chrysarmonia/

Nota: per vedere il video potete ancheandare a fondo pagina della news.

Gli Old Bridge annunciano il release party di "Bless The Hell"

Martedì, 16 Luglio 2019 11:09 Pubblicato in News

Riceviamo e pubblichiamo.

La band toscana degli Old Bridge annuncia che è stata fissata la data del release party per l'uscita dell'album "BLESS THE HELL"!
Nella cornice più metal della Toscana, si va preparando una grande festa carica di sorprese, in uno scenario di inferno dantesco, con uno spettacolo non solo musicale, ma anche teatrale. Con gli Old Bridge sul palco una band di richiamo internazionale, numerosi ospiti e varie collaborazioni.
Subito dopo la pausa estiva tutti i dettagli di questo evento imperdibile!!!

Bless the Hell!

https://www.facebook.com/OldBridgeOfficial/

The Inside: Debut Album "The Inside"

Martedì, 18 Giugno 2019 11:40 Pubblicato in News

Riceviamo e pubblichiamo.

Valery Records e V-Promotion sono orgogliosi di annunciare la pubblicazione dell’album “The Inside” degli Inside, il 14 Giugno 2019.

 
Lo stile degli Inside spazia dal Rock Melodico all’Hard Rock, includendo in alcuni punti passaggi di stampo Prog, con brani strumentali all’insegna della chitarra solista e brani cantati in inglese.
La musica degli Inside dà molto spazio alla melodia; nonostante le parti di chitarra e batteria siano spesso influenzate dal Metal, le atmosfere risultano a tratti malinconiche ed evocative.
 
“The Inside” prodotto da Guido Block, viene pubblicato il 14 Giugno 2019 su etichetta Valery Records, distribuito da Audioglobe, e disponibile worldwide su I-Tunes e su tutti i migliori online stores.
 
La Band si prepara ora a proporre e promuovere anche dal vivo i brani contenuti nell’album in un prossimo tour in fase di definizione .
 
Altre informazioni sulla band e contatti sono disponibili qui: www.theinside.it La promozione e l’ufficio stampa saranno curati da V- Promotion
 

 

 

E’ inevitabile: ogni qual volta che esce qualcosa che riguarda i Motorhead, sia come gruppo che come progetto parallelo di uno dei componenti, la cosa finisce nelle mie mani e io, da vecchissimo fan di Lemmy & co. sono felicissimo. Avevo recensito il C.D. “Philthy Lies” (rimane il mistero se scrivere il titolo così oppure “Phylthy Lies” n.d.r.) dei Little Villains, gruppo formato da Phil Taylor e James Alexander Childs, affibbiando alla band 3,5/5. Venuto a conoscenza del fatto che il quartetto, con un altro batterista ovviamente, sarebbe venuto a Parma per una data allo Splinter Club, non potevo lasciarmi sfuggire l’occasione di essere presente al concerto per raccontarvelo. Partenza alle 19.00 da Reggio Emilia sotto una pioggia che, pur avendo imperversato tutto il giorno, non accennava a smettere. Arrivo al locale giusto in tempo per l’apertura e noto che non c’è nessuno che si accinge a entrare. Sapevo che l’affluenza sarebbe stata scarsa dato che la sera prima c’era stato un altro concerto, il giorno stesso c’era un festival in zona e che, oltre alla pioggia, era anche domenica ma nessuno…?! Non so se ringraziarvi per avere reso la mia esperienza di cronista unica o bacchettarvi per la mancata presenza ma, tant’è, è andata così. Entro grazie all’accredito ricevuto dalla band. Il locale è ancora semi buio ma il palco è sistemato.

Chiedo se è possibile salutare i Little Villains e Gabriele, uno dei gestori dello Splinter, mi dice che la band si sta rilassando ma si può fare. Mi presento e, dopo quattro chiacchiere amichevoli con il quartetto e uno scatto fotografico effettuato nel piccolo camerino, torno fuori.

 

E’ il momento di conoscere il gruppo di supporto e, visto che non c’è nessuno, la cosa riesce facilmente. Simone, basso e voce dei Binge Drinkers, band modenese che aprirà la serata, mi fa una breve storia del gruppo e mi parla dell’E.P. “Rock n’Roll Odissey” uscito nel febbraio 2019. Passano i minuti tra un sorso di birra e altre ciarle sino a che viene il momento di salire sul palco. Quando accadono cose di questo genere: mi riferisco ad un locale con poche persone, consiglio a tutti i gruppi di prenderla come una prova generale per i prossimi concerti. Fortunatamente i Binge Drinkers non si sono abbattuti e, caricati dal tifo fatto dai Little Villains presenti a bordo palco, hanno cominciato il loro breve set.

Il terzetto ha dimostrato di essere compatto e lo ha fatto a suon di musica dura e “quadrata”. Non è facile mettere a fuoco la proposta dei Binge Drinkers. Molto spesso si ha a che fare con l’Hard Rock, Grunge, in qualche momento spunta fuori un’anima Punk alla Blink 182 e, infine, spunta fuori una componente Southern (retaggio della prima formazione n.d.a.). Un batterista che picchia sodo e che non potrebbe fare altrimenti dato che proviene da esperienze Thrash, un chitarrista minimale e dai soli non invadenti ma al servizio della musica, nonostante qualche imprecisione, e un basso potente, hanno condotto in porto una prova difficile ma abbastanza soddisfacente. Mi riservo di andare a vedere il gruppo quando si esibirà da headliner e sono sicuro che troverò una band più motivata. Se proprio devo dare un consiglio direi a Simone di trovare un cantante dalla voce “ruvida” che possa rappresentare al meglio i suoi testi.

Setlist Binge Drinkers:

On The Run

Bad Seed

Freedom Of Pain

Astray

Hangover

Breve attesa per il cambio palco ed è ora di vedere all’opera i Little Villains. L’inizio è veramente folgorante. L’inedita “Butcher Bird” è una botta di energia sparata a suon di Rock e condita con sudore e divertimento. James e compagni propongono una musica semplice ma sono dei professionisti e questo lo si capisce al volo. La seconda track in scaletta (“Running Around”) conferma in pieno la buona forma dei quattro e mi invita a roteare la testa a mo di headbangin’.

“Traitor” viene eseguita con perizia e l’energia profusa non accenna a diminuire: vi ricordo che i Little Villains stanno suonando di fronte a sei persone, staff del locale compreso. Dopo “In his Blood” James decide, a sorpresa, di dedicarmi “Enemy”, e accompagna la dedica con alcune parole; mi riservo di chiedere di cosa parla il brano in sede d’intervista. Parte la tirata “Messerschmitt” e la “botta d’energia” non accenna a diminuire. Si arriva alla strumentale “Mush” e se fino ad ora ho messo in luce l’aspetto professionale dei quattro americani, posso soffermarmi a parlare anche del loro aspetto goliardico. Il chitarrista Owen Childs, dall’aspetto il più giovane del gruppo, approfitta, grazie all’assist di Simone dei Binge Drinkers, della pizza sfornata dai gestori dello Splinter e se ne caccia in bocca un pezzo continuando a suonare. La voglia di divertirsi e la verve di Owen dimostrano che il futuro della musica è in buone mani.

 

Si approda all’anthem “In The Head” e la mia testa ricomincia a muoversi con un posato headbangin’. Siamo agli sgoccioli e i piccoli villani si apprestano al commiato con “The Last” (in realtà non so se questo è il titolo esatto n.d.a.). A chiudere il set, come si suole dire breve ma intenso, arriva l’alternative sound di “Attack”. Che altro aggiungere? I Little Villains non stupiscono con effetti speciali ma gettano in pasto al pubblico i loro riff corposi e il loro Rock vario. A me va bene così e mi spiace per quanti si sono persi uno show più che gradevole.  

Setlist Little Villains:

1. Butcher Bird

2. Running Around

3. Traitor

4. In his Blood

5. Enemy

6. Messerschmitt

7. Mush (instrumental)

8. In the Head

9. The Last

10. Attack

 

releases

Autoproduzioni

Che esordio per gli Everlore!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
C'è ancora tanta strada da percorrere per il progetto Dracovallis
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Ravenscry cercano una strada personale
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Warrior Within: tra luci ed ombre
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Killitorous: come fare i cazzoni suonando musica impressionante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

Login

Sign In

User Registration
or Annulla