A+ A A-
Federico Orano

Federico Orano

URL del sito web: Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Serata all'insegna del power metal melodico quella svoltasi lo scorso 21 Ottobre, a Trezzo all'interno del solito magico Live Club dove facevano tappa gli Stratovarius con il loro tour a supporto dell'ultimo e bellissimo Eternal.

Ad aprire la serata troviamo però una band australiana, i Divine Ascension che ci hanno convinto fino ad un certo punto. Il gruppo propone un symphonic power metal con voce femminile abbastanza canonico (ma per fortuna senza voce lirica). La bravura dei musicisti è indubbia e spicca soprattutto il lavoro del bassista ma i brani non hanno accesso i presenti che sono rimasti in attesa del piatto forte della serata. Insomma una band da tener d'occhio ma che attualmente non ci ha entusiasmati.

I Gloryhammer invece potevano vantare diversi fans tra l'audience e infatti il loro show è stato accolto molto calorosamente dal pubblico di Trezzo. I 5 musicisti vestiti coi loro soliti costumi da palco hanno incendiato il Live grazie a brani irresistibili come “Legend of the Astral Hammer”, “The Hollywood Hootsman” e “Angus McFife” e con i loro siparietti ignorantissimi con tanto di martello consegnato a Thomas (il cantante) e incoronazione finale. La prestazione del singer nordico è stata discreta, sappiamo tutti che la sua voce non è il top, ma sono i brani a fare la differenza e coinvolgere il pubblico come “Universe of fire”, già autentica hit estratta dal loro ultimo e favoloso “Space 1992: Rise of the Chaos Wizards”. I 45 minuti a disposizione sono stati davvero spesi bene e la band è uscita tra il boato del pubblico.

 

 

 

Gloryhammer Setlist:

Rise of the Chaos Wizards

Legend of the Astral Hammer

Hail to Crail

Universe on Fire

The Hollywood Hootsman

Angus McFife

Apocalypse 1992

The Unicorn Invasion of Dundee

 

Lo ammetto, non avevo grosse pretese per questo show. Il mio pensiero era: “okey mi riascolto qualche vecchio inno del passato e me ne torno a casa felice”. E ancora “...tanto Kotipelto non è in forma e poi mancano 3/5 di quella formazione magica con cui sono cresciuto....”. Chissà quanti avevano i miei stessi pensieri.. E invece lo show degli Strato è stato molto al di sopra di quello che mi attendevo e mi ha sorpreso in positivo. Una scaletta davvero ottima ed una band ispirata dai tanti presenti hanno contribuito a rendere il concerto davvero riuscito. Se l'apertura è stata affidata naturalmente alla nuova e molto bella “My eternal dream” già con le successive “Eagleheart”, “Against the wind” e “SOS” l'atmosfera si è fatta rovente. Tutti a cantare insieme ad un Timo Kotipelto sicuramente non ai livelli dei tempi d'oro di 15 anni fa ma sicuramente positivo. Seguono “Lost Without a Trace” altro ottimo brano estratto dal nuovo lavoro e poi “Paradise” a sorpresa inserita nella scaletta, “Phoenix” e “Black diamond”, che naturalmente incendiano i presenti. E una nota speciale la merita la lunga suite (intorno ai 10 minuti) contenuta in Eternal, quella “The Lost Saga” già superlativa su disco che anche dal vivo ha un impatto notevole.

Nel bis non poteva certo mancare “Forever” cantata da tutti i presenti e poi “Shine in the Dark” e “Hunting high and low” ha l'onore di chiudere questo splendido show.

 

Davvero una gran serata che riappacifica il melodic power metal con il pubblico italiano vista la presenza massiccia di fans. Per una volta possiamo dire che il tutto è riuscito a 360°, dalle band, all'organizzazione fino alla partecipazione del pubblico (spesso nota dolente). Tutto questo ci fa ben sperare per un ritorno di Timo e soci molto presto!

Stratovarius Setlist:

My Eternal Dream

Eagleheart

Against the Wind

SOS

Bass Solo

Lost Without a Trace

Phoenix

Paradise

The Lost Saga

Black Diamond

Unbreakable

Encore:

Forever

Shine in the Dark

Hunting High and Low

Stratovarius- data unica in Italia!

Lunedì, 05 Ottobre 2015 17:16 Pubblicato in News

Gli STRATOVARIUS tornano in Italia da headliner il 21 Ottobre per una data infuocata al Live Club di Trezzo accompagnati da Gloryhammer e Divine Acension. Di seguito il link dell'evento con tutte le info:

https://www.facebook.com/events/441385662705211/

Eclipse + Reach 29 Settembre 2015 @Trieste - Naima Club

Mercoledì, 30 Settembre 2015 15:23 Pubblicato in Live Report

Gli ECLIPSE hanno pubblicato senza dubbio il miglior disco della loro carriera quest'anno con Armageddonize e probabilmente il miglior disco dell'anno in campo hard rock melodico (e non solo). Quindi questa tappa a Trieste del loro tour era pressochè obbligatoria per ogni amante di questo genere musicale. Il Naima Club è  la venue scelta per ospitare la serata, un locale non molto grande ma che riesce a creare la giusta atmosfera per una serata da ricordare!

 

Ad aprire le danze troviamo i REACH, recensiti qualche mese fa dal sottoscritto. La band scandinava ha tutto in regola per fare bene ed infatti il disco di debutto si è dimostrato un lavoro davvero valido. Sul palco il quartetto svedese dimostra di saperci fare e scalda il pubblico a dovere con alcuni brani estratti appunto dal proprio esordio come "You call my name" e "Tell me". Questi svedesi sono giovani e hanno ampi margini di crescita ma non gli manca il talento per poter crescere e diventare una realtà consolidata in un mercato molto affollato come quello attuale. Staremo a vedere!

Erik Martensson e company salgono sul palco alle 22 precise dopo la presentazione del buon Maxx. La band è carica a molla e la partenza è subito fulminea con "I don't wanna say i'm sorry" e "Stand on your feet" accoppiata d'apertura anche del nuovo disco. La band è precisa e nonostante dei suoni non perfetti, l'atmosfera è super tra il pubblico non numeroso ma caldissimo ed i musicisti a stretta distanza. Con "The storm" il  Naima Club si incendia e possiamo dire che se non si tratta del brano melodic hard rock dell'anno in corso poco ci manca! Erik si dimostra soddisfatto del calore che i presenti gli riservano cantando a squarciagola ogni coretto proposto ma d'altronde quale poco sano di mente potrebbe restare freddo durante l'esecuzione di una "Wide open" o una "A bitter taste"?! Quando il biondo singer svedese abbraccia la chitarra acustica forse qualcuno si aspettava la ballatona di turno invece partono le note di "Breakdown" pezzo che dal vivo trova la sua collocazione ideale e da sola merita il prezzo del biglietto. Vibrazioni uniche! Una lunga (forse troppo?!) parte strumentale con tanto di assolo di batteria lascia a Martensson il tempo di rifiatare nel backstage. Robban e  Magnus si dilettano tra riff e solos di chitarra e basso mentre l'altro Magnus, il batterista, non smette di battere forte tra fiumi di sudore (come detto l'atmosfera era calda, in tutti i sensi). Si riparte dopo un pò con la meravigliosa "Blood enemies" (che carica!) e dopo la melodicissima "One love" estratta dal debut album dei WET parte un terzetto mozzafiato formato da "To mend a broken heart" e soprattutto "Ain't dead yet" e "Bleed & scream". La band saluta i fans e torna dietro le quinte in attesa di rientrare poco dopo visto che il pubblico di Trieste non si è fatto attendere nel richiamare sul palco i propri beniamini. Erik e soci regalano una versione da brividi del loro brano storico "Breaking my heart again" con una introduzione iniziale acustica prima di esplodere in tutta la sua potenza.

Finisce lo show, che diciamocela è stato davvero una figata! Abbiamo potuto assistere all'esibizione di una delle migliori realtà attualmente in circolazione per quanto riguarda il melodic hard rock, con una scaletta piena zeppa di hit assolute che pochissimi colleghi possono permettersi (anzi è stata lasciata fuori scaletta la fenomenale S.O.S.). 

 

Siamo alla fine e allora come non ringraziare Trieste is Rock questa associazione che si sbatte per portare grande musica nella propria città (e vi consiglio la loro trasmissione radio ogni martedì, seguite questo link https://www.facebook.com/groups/rockon.radioshow) ?

 

Si torna a casa e lungo il tragitto è d'obbligo riascoltare qualche brano appena sentito, per rivivere subito certe emozioni ancora fresche, consci che gli ECLIPSE hanno incendiato Trieste a suon di melodic hard rock. 

 

 

 

ECLIPSE SETLIST:

1.   Intro + I Don't Wanna Say I'm Sorry

2.   Stand On Your Feet 

3.   Wake Me Up 

4.   The Storm 

5.   Battlegrounds 

6.   Breakdown 

7.   Wide Open 

8.   A Bitter Taste 

9.  Guitar Solo 

10.  Blood Enemies 

11.  Drum Solo 

12.  Strumental Session

13.  One Love (W.E.T. cover)

14.  To Mend a Broken Heart 

15.  Ain't Dead Yet 

16.  Bleed & Scream 

Bis:

 

17.  Breaking My Heart Again

Singolo e due date in Italia per i Forever Still

Mercoledì, 30 Settembre 2015 09:02 Pubblicato in News

In allegato qui sotto potete visualizzare il video di "Awake the fire" song estratta dal nuovo ep della band danese.

Inoltre i Forever Still saranno impegnati in due date in Italia a fine Ottobre:

30.10.2015 @ ALTROVE 2.0 (Pontoglio BS) (+ local guest)

31.10.2015 @ WORLD MUSIC STUDIO (Pessano C / Bornago - MI) (+Hypergear + Evengers + guest)

releases

NUOVO SINGOLO BOMBA DEI BOLOGNESI RAIN!!!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un gradito come-back per i Cryonic Temple
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un E.P. per i Blazon Stone nella tradizione del Pirate Metal
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Game Over. Il nuovo E.P. "spacca"!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Game Over: Il passato (l'anno scorso)
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Game Over: Il passato (tre anni fa)
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

demo

Grit, quando la passione non basta
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Buon biglietto da visita il secondo demo dei deathsters lombardi Crypt of the Whisper
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Wiking MCMXL - Kopfjagd
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Red Riot: Gioventù in rivolta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Damnatus - Io odio la vita
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Obscurãtio, un discreto esordio che lascia intravedere buone potenzialità
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

Login

Sign In

User Registration
or Annulla