A+ A A-
Federico Orano

Federico Orano

URL del sito web: Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fake Idols in studio!

Giovedì, 24 Settembre 2015 11:40 Pubblicato in News

In questi giorni i Fake Idols stanno terminando la registrazione del nuovo album consolidando la collaborazione con il Raptor Recording Studio di Vicenza, dove era già stato registrato l'album di debutto uscito nel maggio 2014 per la tedesca Lifeforce Records (Europa, USA) e Bickee-Music (Giappone).

«Mancano ancora poche rifiniture e i 10 brani che compongono la tracklist troveranno la loro forma definitiva. Non vediamo l'ora di farveli sentire, ma qualche anticipazione la potete già trovare guardando i video pubblicati nella nostra pagina Facebook».

Programmazione de IL DEPOSITO di Pordenone

Giovedì, 24 Settembre 2015 11:32 Pubblicato in News

 

Il countdown é iniziato: venerdì 2 ottobre si apre la seconda stagione del nuovo corso de "IL DEPOSITO" di Pordenone che, fin d'ora, promette faville.
Il programma di quest'anno offrirà concerti di primo livello sia nazionali che internazionali senza preclusioni di genere, le feste a tema che hanno spopolato nella passata stagione e incontri/dibattiti centrati su musica e attualità.
Come per la passata stagione, "IL DEPOSITO", data la sua unicità in tutto il Friuli Venezia Giulia, incoraggerà e sosterrà le organizzazioni, gli enti, le associazioni e le individualità che vorranno portare sul suo palco eventi di qualunque ispirazione, soddisfando così i palati più fini e quelli in cerca di sapori diversi.

Questi i primi nomi in cartellone:

OTTOBRE
Ve 02: OPENING PARTY w/ RINGO from VIRGIN RADIO + THE PANICLES
Sa 03: LOLLIPOP! 50s VINTAGE PARTY w/The Skaworkers
Ve 09: PLASTIC STREET FEST with °STOKKA & MADBUDDY + ROC BEATS aka DJ SHOCCA
Sa 10: PLASTIC STREET FEST with °NITRO - Suicidol Tour
Ve 16: GOD IS AN ASTRONAUT + The Shiver
Sa 17: WICKED DUB DIVISION + Cultural Redemption w/RaggaPiave
Sa 24: IL TEATRO DEGLI ORRORI + Bachi Da Pietra
Ve 30-Sa 31: STREET FOOD FEST

NOVEMBRE
Do 01: STREET FOOD FEST
Gi 05: W.A.S.P. + Guests
Sa 07: AUCAN + GODBLESSCOMPUTERS
Ve 13: HEYMOONSHAKER + Gonzalo
Sa 14: GIOVANNI LINDO FERRETTI
Sa 21: CIRCO MERAVIGLIA w/Radio Zastava
Gi 26: KAKI KING + Angelica Lubian
Ve 27: BUGO + PALETTI

DICEMBRE
Sa 05: LOLLIPOP! 50s VINTAGE PARTY w/Le Onde Beat
Sa 12: IMMANUEL CASTO

GENNAIO
Sa 16: UPSET NOISE + Guests
Sa 23: KING EARTHQUAKE w/RaggaPiave

FEBBRAIO
Sa 06: ESCAPE THE FAITH + Guests
Ve 19: TESSERACT + The Contorsionist

IL DEPOSITO

Via Prasecco, 13 - 33170 Pordenone
www.ildepositoconcerthall.com

Intervista a Oscar, voce e fondatore dei segoviani Lujuria, band storica della scena metal spagnola ed autrice di una manciata di apprezzabili dischi di metal classico cantato in castigliano.

 
Martino: Ciao Oscar! Saluti dall'Italia!!
Bene... possiamo iniziare questa intervista con una presentazione dei Lujuria, della vostra storia, del vostro stile etc.etc.
 
 
OSCAR: "Ciao fratello!  Uhm...vediamo: siamo in giro già da 25 anni (tutti senza mai fermarci...che record!) Non siamo quel tipo di bands che hanno abbandonato tutto durante gli anni duri per il metal ( '90 ) e che ora, 15 anni dopo, tornano dicendo che hanno 30 anni di storia, no. 
La nostra storia sono 25 anni di heavy metal uno dopo l'altro perché per noi il metal è più che un tipo di musica; è uno stile di vita e ci stiamo dentro sia nella buona che nella cattiva sorte.  
Siamo nati nella bella città di Segovia ( se venite in Spagna visitatela, è graziosa) con un'idea chiara. Il metal è nato come grido di libertà della gioventù e dobbiamo diffondere questo concetto; il nostro caro metal si era un poco addomesticato: non eravamo più lupi...eravamo cani che muovevano la coda per un pezzettino di pane. Cantavamo di principesse mentre per le strade continuavano ad esserci i mendicanti. Non potevamo continuare così, riflettemmo molto prima di nascere. 
Ti racconto una cosa intima della mia vita: mio padre morì quando io avevo 13 anni. Lui sapeva che sarebbe mancato e si dedicò alla scrittura di un quaderno di frasi per me che consegnò a mia mamma per quando "fossi stato più grande" (cose da genitore ahaha  a 13 anni non ero più nemmeno vergine su!) 
Tra quelle frasi c'era questa: "Se non siamo liberi da sdraiati, difficilmente lo saremo in piedi". Capì la frase, nel XX secolo (quando siamo nati) era in atto ( e lo è ancora oggi) una rivoluzione non ancora terminata: la rivoluzione sessuale. Questo è il marchio della nostra carriera: non cantiamo di sesso ( non solo) , ma cantiamo della libertà sessuale e, per estensione, della libertà dell'essere umano.
Non voglio dilungarmi troppo ed annoiarvi ahahahah. Tutto ciò che volete sapere è nelle nostre pagine online www.lujuriaoficial.com e www.facebook.com/lujuriaoficial o in twitter @LujuriaOficial; abbiamo inoltre un canale youtube chiamato Videos Lujuria Oficial. Sì fratello sì! Ho dovuto aggiungere la parola "Oficial" perché se digitiamo solo "Lujuria" escono altre pagine... interessanti non lo nego ahahahah però poco utili alla musica, salvo che per i batteristi perché con queste pagine potete sviluppare molto il braccio del charleston (se siete destri) o del rullante (se siete mancini) ahahahhaha."
 
Martino: Il vostro genere musicale è definito come "Heavy Erotic Metal". 
Leggendo i vostri testi è chiara la motivazione che porta a questa definizione; bisogna però anche soffermarsi sul fatto che molte lyrics parlano della libertà di pensiero, della lotta contro la violenza sulle donne e del ruolo (negativo) della religione, o meglio della chiesa moderna, nella nostra società e infine della fratellanza nella scena heavy. 
Puoi spiegarci meglio qual è il messaggio che i Lujuria vogliono trasmettere con la loro musica ed i loro testi?
 
OSCAR: " Questa definizione non l'abbiamo coniata noi, quando ci fanno domande sul genere diciamo sempre la stessa cosa ( un'altra delle frasi di mio padre, a proposito): "A noi non piacciono le etichette, servono per marcare il prezzo e i Lujuria non si vendono". 
Quello che sempre diciamo è che facciamo heavy metal. Niente di più. 
Detto ciò devo dire che hai azzeccato in pieno il messaggio che vogliamo trasmettere anche se c'è un altro aspetto che ti devo segnalare. Mi piace dire che i miei testi hanno due chiavi di lettura: una rapida per chi vuole divertirsi, dove proprio voglio fare ciò: divertire con i miei testi. Sono cosciente del fatto che molti concerti sono nei weekend, quando la mia gente ( la gente del metal ) finisce la sua settimana, è piena di problemi e va a un concerto per divertirsi. Per questo provo a farlo: voglio rendere felici i miei fratelli e le mie sorelle. Ti immagini un fratello che è appena stato licenziato e me ne esco cantando 
"Mierda de Europa,
nos manda un puto teckel
no trabaja 
ni el peluquero de la Merkel"  ( lascio a voi la traduzione, direi che le parole chiave si capiscono ,nda)
 
Ovviamente il ragazzo che ascolta si arrabbia "Mi hanno appena licenziato!! Dimmi qualcos'altro!!" 
Questo faccio: gli canto testi che possano farlo sorridere. Però se guardando oltre qualcuno decide un giorno di mettersi a leggere con calma per vedere se gli voglio dire qualcosa di più, che provi a trovare questo qualcosa in più che tu hai scoperto. Preparo sempre così le mie lyrics, con due letture: una rapida e una lenta."
 
Martino: Quanto è importante per i Lujuria salire su di un palco e, soprattutto, il contatto coi loro fans?
 
Oscar: " E' tutto, il palco è il nostro habitat naturale. Quando Frank Della Giungla ( Un noto presentatore spagnolo di programmi naturalistici e faunistici, nda ) cercherà un Lujuria, questo animale europeo attraente, fedele alle sue idee e già raro in Europa ahahaha Beh... che lo cerchi sopra un palco, lì troverà questa specie in estizione ahahaha.
Rispetto ai fans posso solo dire che sono la cosa più importante per noi. Come metallari fino al midollo siamo nati seguendo le altre band, adorandole, desiderando una foto, un plettro, una firma che ci dicessero che eravamo importanti per loro... Andando avanti col tempo siamo diventati noi una band, è un fottuto sogno diventato realtà e non vogliamo prendere in giro nessuno: se viviamo questo sogno dobbiamo ringraziare coloro che ci seguono e glielo dimostriamo ogni volta che possiamo. Gestisco personalmente la pagina Facebook, Twitter e rispondo a tutti, sempre!
Firmo tutto quello che mi danno da firmare ( a parte gli assegni in bianco ), faccio le foto che mi chiedono, qualsiasi cosa.
Il mio chitarrista dice che sono "Foto D'Oro" ahahaha, più di 50.000 foto fatte in un anno... e faccio tutto ciò incantato e col cuore, idem gli altri componenti dei Lujuria. 
Il metal è fratellanza. Veramente, non per finta... veramente!"
 
 
Martino: Avete mai ricevuto critiche negative oppure alcune porte si sono chiuse a causa dei vostri testi più erotici?
 
Oscar: "A questa domanda rispondo sempre così: non tante come avrei voluto.
Perché tu non fraintenda: voglio provocare ed infastidire i puritani di mente  e so che ciò mi ha fatto collezionare nemici, però quando il nemico urla significa che lo hai ferito ed io voglio farne urlare ancora molti di più.
Non sono venuto qui per farmi degli amici, sono venuto qui per lottare per la libertà e la giustizia; ciò significherà che non sarò amico di tutti, lo so e lo accetto, però il concetto è che se io potessi essere amico di tutti non ci sarebbero ingiustizie e mancanza di libertà no? Perché tutti la penserebbero come me, ma non è così e non voglio essere amico di chi infetta la giustizia e la libertà. Voglio più critiche, più grida che dimostrino che il nemico ha accusato il colpo."
 
Martino: Oscar, tu sei un grande fan della scena heavy della Spagna e collabori con molte band, webzines e artisti per far crescere la scena ogni giorno di più.
Quanto è importante la collaborazione tra band e persone per far rimanere la scena viva?
 
Oscar: " Sì fratello, io sostengo che come c'è stata una NWOBHM ora stiamo assistendo allo sviluppo della NODML , che è la Nuova Onda Del Metal Latino. Questa nuova ondata è formata da gruppi spagnoli e latinoamericani che nei loro testi difendono l'essenza del metal tale e quale a come è nata. Sono band come i Tren Loco dell'Argentina col loro grido di guerra "Aguante barrio bajo, carajo!" o Paul Gillman del Venezuela col suo "Levántate y pelea" o i Kraken dalla Colombia con il loro inno "Latinoamérica". Poi i Panzer dal Cile, Luzbel y Khafra dal Messico o il grande Chente Sibrián da El Salvador, solo per dirtene alcuni.
Insieme a loro, gruppi che lottano in Spagna come i Lujuria, come gli Oker ( che abbiamo intervistato poco tempo fa, nda), Calibre Zero, Aborto De Satán... e poi molte band su cui stiamo scommettendo. Amo la scena metal in lingua spagnola però non per campanilismo, ma perché credo sinceramente che le band appena citate mantengano la scena.
Anche voi siete latini e ammiro anche le band italiane eh! Grandissimi gli Strana Officina per esempio!!
Ciò che non mi piace è la pressione che ci fanno qui per provare a cantare in inglese, dato che lo spagnolo è la seconda lingua dopo il cinese. Per questo voglio diffondere la NODML, anche nel mio programma radio (potete ascoltarlo su www.mariskalrock.com il venerdì dalle 17 alle 19 ), ovviamente però amo tutto il metal."
 
Martino: Sono dieci anni ( con i Warcry l'unica band presente in tutte le edizioni ) ormai che suonate al Leyendas Del Rock , festival fondamentale per l'heavy metal spagnolo e, negli ultimi anni, anche per la scena internazionale.
Che emozioni ti trasmette ogni volta questo festival?
 
Oscar: "Beh non è esatto: gli anni sono 9, in quanto nella prima edizione io facevo il presentatore provando a supportare il festival che stava nascendo. Non ti mentirò: amo il Leyendas, è il mio festival, è tutto quello che ho sempre voluto... un festival che appoggia le nostre band, la nostra storia. Per me è la nazione del Metal divenuta realtà. 
Dico sempre la stessa cosa: ci saranno festival in Europa con "più corpo", ma solo il Leyendas ha un'anima."
 
Martino: Rimanendo in tema: preferisci suonare in un festival di fronte a migliaia di persone o in un piccolo locale con un'atmosfera più intima?
 
Oscar: "Tutti e due. Entrambe le cose mi piacciono molto. 
Mi piace vedere da vicino la faccia di chi suda con noi ad un concerto, ma è anche molto emozionante presentarsi a fare casino davanti a migliaia di persone. Perché scegliere quando si può avere tutto? Beh, io non scelgo... voglio tutto, quando è possibile. Fare scegliere a qualcuno tra varie possibilità quando può avere tutto vuol dire già togliergli qualcosa che gli spetta. Chi mi fa scegliere praticamente scommette ahahaha. Non voglio scegliere, non è giusto scegliere, non dobbiamo scegliere! Che non ci prendano in giro!! Noi siamo padroni di tutto!!"
 
Martino: Quali sono i piani futuri tuoi e dei Lujuria? Avete in programma nuovi tour e nuovi dischi?
 
Oscar: "Certamente!!!  Finché ci reggeremo sulle nostre gambe alzeremo le corna al cielo e quando non riusciremo più a stare in piedi lo faremo seduti sulla sedia a rotelle!!! E ti dico di più: quando muoio non voglio una croce sulla mia tomba!!! Voglio una mano con le corna ben alte!!! 
Solamente se coloro che ci seguono smetteranno di farlo o se la morte ci coglie smetteremo, fratello."
 
Martino: Bene...puoi terminare l'intervista come vuoi e ovviamente vi aspettiamo presto in Italia!
 
Oscar: " Vi chiedo un favore già che siete in Italia e vi saccheggiano da vicino: potete parlare col papa e dirgli che il mio sogno è suonare in Vaticano? Vi immaginate la locandina?!?! LUJURIA NEL VATICANO!!!  Sarebbe una figata ahahha
Se non è possibile va bene anche solo un concerto in Italia... poi andremo noi a farci le foto in Piazza San Pietro. La descrizione della foto sarebbe lo stesso "Lujuria Nel Vaticano". La farei stampare grande, la incornicerei e la metterei sopra il mio letto!! Ne sarei molto felice!!"
 
Martino: Grazie per la disponibilità e per aver condiviso con noi il tuo CORAZÓN DE HEAVY METAL!!!
 
Oscar: "Un piacere!! Vi saluto col grido di guerra dei Lujuria: POR EL PUTO ROCK AND ROLL!!!!

 

 

******************************************* Spanish Version*********************************************

1) ¡Hola Oscar! Saludos desde Italia.

Bueno...podemos empezar esta entrevista con una presentación de Lujuria, vuestra historia, vuestro estilo etc etc

 

¡Hola hermano! Uff vamos a ver, llevamos 25 años ya (todos ellos sin parar, que conste) no somos ese tipo de banda que lo dejó los años duros para el heavy (los 90) y ahora, 15 años después, vuelven diciendo que tienen 30 años de historia, no. Nuestra historia son 25 años de Heavy Metal uno tras otro porque para nosotros el metal es más que música, es un estilo de vida y debemos estar en las buenas y en las malas. Nacemos en la bella ciudad de Segovia (si venís a España no dejéis de visitarla, es preciosa) con una idea clara. El metal nació como el grito de libertad de la juventud y eso debemos propagar, nuestro querido metal se había domesticado un poco, ya no éramos lobos, éramos perros que movían el rabito por un trozo de pan. Cantábamos a las princesas mientras en las calles seguían los mendigos. No podíamos seguir así, meditamos mucho antes de nacer. Te contaré una intimidad de mi vida. Mi padre falleció teniendo yo 13 años. Él sabía que iba a morir y se dedicó a escribir un cuaderno de frases para mí que entregó a mi madre para “cuando fuera algo mas mayor” (cosas de padres jajajajaja yo con 13 años no era ni virgen ya) Entre esas frases estaba esta “Si no somos libres tumbados, difícilmente lo seremos de pie” Entendí la frase, en el siglo XX (que es cuando nacemos) quedaba (y aun queda) una revolución pendiente, la revolución sexual. Eso marcaría nuestra trayectoria, no le cantamos al sexo (que también) le cantamos a la libertad sexual y por extensión a la libertad del ser humano. No quiero extenderme más que os aburro jajajajajaj toda la información adicional que queráis saber en nuestras redes www.lujuriaoficial.comwww.facebook.com/lujuriaoficial o en twitter @LujuriaOficial también tenemos un canal de youtube con el nombre de videos lujuria oficial. Si hermano sí, hubo que añadir la palabra oficial porque si ponemos solo Lujuria os van salir otras páginas, interesantes, no lo niego jajajajajaja pero poco útiles para la música salvo para los baterías porque con ellas vais a desarrollar mucho el brazo del chaston (si sois diestros) o el de la caja (si sois zurdos) jajajajajajaja

 

 

2) Vuestra música está definida como "Heavy Erotic Metal"

 

Leyendo vuestras letras queda clara la motivación que lleva a esta definición, pero hay que fijarse también en el hecho de que muchos temas hablan de la libertad de pensamiento, de la lucha contra la violencia hacía las mujeres y del papel (negativo) de la religión, o mejor de la iglesia moderna, en nuestra sociedad y de la hermandad en la escena heavy

 

¿Puedes explicarnos mejor cuál es el mensaje que Lujuria quiere transmitir con su música y sus letras?

 

Bueno esa definición no la pusimos nosotros, nosotros cuando nos preguntan por eso decimos siempre lo mismo, (otra de las frases de mi padre, por cierto) “No nos gustan las etiquetas, solo sirven para marcar el precio y Lujuria no se vende” Lo que decimos siempre es que hacemos Heavy Metal. Nada más. Dicho esto decirte que has acertado de pleno con el mensaje que queremos transmitir aunque hay otro aspecto que te quiero señalar. Me gusta decir que mis letras tienen dos lecturas, una rápida, para quien quiera divertirse, donde trato de eso, de divertir con mis letras. Soy consciente de que muchos conciertos son los fines de semana cuando mi gente (la gente del metal) ha acabado su semana, está harta de problemas y va a un concierto a divertirse, por eso trato de hacerlo, quiero hacer feliz a mis hermanas y hermanos. ¿Te imaginas un hermano que acaba de ser despedido y salgo yo a cantar

“Mierda de Europa,

 nos manda un puto teckel

no  trabaja

ni el peluquero de la Merkel”

 

Pues el tío se enfada,  “que me acaban de despedir dime otra cosa…” eso hago, le suelto letras que puedan arrancarle una sonrisa. Pero si además de eso alguien decide un día pararse a leer con calma y ver si les quiero decir algo más que encuentre ese algo más, esos mensajes que tú has descubierto. Así es como preparo mis letras, siempre con dos lecturas, la rápida y la lenta.

 

 

 

 

 

3) ¿Cuánto es importante para Lujuria subir al escenario y, sobre todo, el contacto con sus aficionados?

 

Lo es todo, las tablas son nuestro hábitat natural. Cuando Frank de la Jungla busque un Lujuria, ese animal europeo atractivo, metalero, fiel a sus ideas y ya escaso en Europa jajajajajaja que busque en un escenario, ahí encontrará esta especie en extinción jajajajajaja

 Y en cuanto a los aficionados, son lo más importante para nosotros. Como metaleros de corazón nacimos siendo seguidores de otras bandas, adorándolas, deseando una foto, una púa, una firma, que nos hablasen que nos demostrasen que les importamos… Con el paso del tiempo ahora nosotros somos una banda, es un puto sueño hecho realidad y no vamos a defraudar a nadie, si tenemos este sueño es por ellos que nos siguen, se lo vamos a demostrar siempre que podamos. Atiendo personalmente el facebook, el twitter, y no dejo a nadie sin contestar, nunca. Firmo todo lo que me den (menos cheques en blanco) me hago las fotos que me pidan, lo que sea. Mi guitarra dice que soy “foto de oro” jajajajajaja mas de 50.000 fotos hechas al año… y lo hago encantado y de corazón y los demás Lujuria igual. El metal es hermandad pero de verdad, no de pose no, de verdad.

 

 

4) ¿Habéis recibido malas críticas o algunas puertas se han cerrado por causa de vuestras letras con contenido más erótico?

 

A esto siempre digo lo mismo, no tantas como quisiera. Porque no te engañes, quiero provocar y molestar a los puritanos de mente y eso sé que me ha de granjear enemigos, pues bien cuando el enemigo chilla es que le has herido, quiero oírles chillar mas. No vine aquí a hacer amigos, vine a luchar por la libertad y la justicia, eso hará que no sea amigo de todo el mundo, lo sé y lo asumo, pero es que si yo pudiera ser amigo de todo el mundo no habría injusticias y falta de libertades ¿no? Porque todo el mundo pensaría como yo, pero no es así, y no quiero ser amigo de quien mancilla la justicia y la libertad, quiero más críticas, mas chillidos que demuestren que el enemigo acusa el golpe.

 

 

5) Tú, Oscar, eres un gran aficionado de la escena heavy de España y colaboras con muchas bandas, webzines y artistas para que la escena suba cada día más.

 

¿Cuánto es importante la colaboración entre bandas y personas para que la escena quede viva?

Si hermano, yo defiendo que al igual que hubo una NWOBHM ahora asistimos a la NODML que es Nueva Ola del Metal Latino. Esa nueva ola son grupos españoles y latinoamericanos que en sus letras siguen defendiendo la esencia del metal tal y como nació, son grupos como Tren Loco de Argentina con su grito de guerra “¡Aguante barrio bajo, carajo!” o Paul Gillman de Venezuela con su “levántate y pelea” o Kraken desde Colombia con su himno “Latinoamérica” Panzer desde Chile, Luzbel y Khafra desde México, o el gran Chente Sibrián desde El Salvador por decirte algunos. Junto a ellos, grupos que pelean en España como Lujuria, como Oker, Calibre Zero, Abortos de Satán… en fin, muchos que estamos apostando por eso. Amo la escena del metal en español pero no por chauvinismo no, lo hago porque creo sinceramente que mantienen la esencia. También vosotros sois latinos, y también admiro bandas italianas ¿eh? A muerte con Strana Officina por ejemplo… lo que pasa es que no me gusta la insistencia que hay aquí de que probemos el inglés, que el español es el segundo idioma tras el chino, y por eso ando en esto de difundir la NODML con mucha fuerza en mi programa de radio (podéis oírlo en www.mariskalrock.com los viernes de 5 a 7) pero en realidad amo todo el metal.

Sobre si es importante la colaboración entre bandas, yo creo que vital, siempre digo lo mismo, no competimos con ninguna banda, competimos contra otras cosas, de hecho solemos decir que no queremos cambiar a ver si la sociedad nos acepta, lo que en realidad queremos es que la sociedad cambie a ver si la aceptamos nosotros. Y en esa tarea todas y todos somos necesarios.

 

 

6) Lleváis 10 años (juntos a Warcry la única banda presente en todas las ediciones) tocando en el Leyendas Del Rock, festival fundamental para el heavy español y, en los últimos años, también para la escena internacional.

 

¿Qué emociones te transmite a ti este festival?

 

 Bueno no es exacto, llevamos 9, en la primera no estuvimos porque yo estaba de presentador tratando de apoyar el festi que nacía. No te mentiré, amo el Leyendas, es mi festival, es todo lo que buscaba, un festival que apoya nuestras bandas, nuestra historia, para mi es la nación del metal hecha realidad. Siempre digo lo mismo habrá festivales en Europa con “mas cuerpo” pero solo el Leyendas tiene alma.

 

¿Prefieres tocar en un festival frente a miles de personas o en una pequeña sala, más intima?

Las dos cosas hermano. Ambas me encantan. Me gusta ver de cerca la cara de quien suda con nosotros un concierto pero también es muy emocionante salir a morir entre miles de personas. Yo siempre digo lo mismo, ¿para qué elegir cuando se puede tener todo? Pues no elijo, lo quiero todo, siempre que pueda, todo. Dar a elegir a alguien entre varias cosas cuando puede tenerlas todas es ya quitarle parte de lo que le corresponde, a mi quien me da a elegir se la juega jajajajajaja no quiero elegir, no es justo elegir, no debemos elegir, que no nos engañen, somos dueños de todo.

 

 

7) ¿Cuáles son los planes futuros para ti y para Lujuria? ¿Habéis planteado nuevos discos y nuevas giras?

 

¡Por supuesto! Mientras nos tengamos en pie levantaremos los cuernos y cuando no nos tengamos en pie los levantaremos desde la silla de ruedas y te digo más, cuando muera no quiero una cruz en mi tumba, ¡¡¡quiero una mano con los cuernos bien altos!!! Solo si quien nos sigue deja de hacerlo o si la de la guadaña nos lleva, parará Lujuria hermano.

 

 

 

8) Bueno...puedes terminar la entrevista como quieras y, por supuesto, os esperamos muy temprano en Italia.

 

Pues voy a pediros un favor ya que estáis en Italia y os pilla cerca ¿Podéis hablar con el papa y decirle que mi sueño es tocar en el Vaticano? ¿Os imagináis el cartel? LUJURIA EN EL VATICANO.  ¡Sería enorme! Jajajajajaj si veis que no es posible al menos un concierto en Italia y ya vamos nosotros a hacernos la foto en la Plaza de San Pedro, el pie de foto sería el mismo, Lujuria en el Vaticano, la haría grande, la enmarcaría, la pondría en la cabecera de mi cama y sería feliz.

 

Gracias por tu disponibilidad o por haber compartido con nosotros tu ¡¡Corazón De Heavy Metal!!

Un placer. Me despido con el grito de guerra de Lujuria. ¡POR EL PUTO ROCK AND ROLL!

 

 

Martino Brambilla Pisoni

King Wraith in uscita per Underground Symphony

Giovedì, 10 Settembre 2015 08:25 Pubblicato in News

Underground Symphony è lieta di annunciare gli ultimi dettagli relativi al disco d’esordio dei King Wraith, band formata da Daniele Genugu (voce e chitarra), Giorgio Novarino (basso) e Matteo Avanzo (batteria) e dedita and un heavy power metal sulla scia di Running Wild, Grave Digger e primi Blind Guardian. “Of Secrets And Lore” sarà disponibile a partire dal 15 novembre in una elegante confezione digipack, di seguito la track list e la cover dell’album realizzata da Andrea Guardino.

01. Poseidon
02. Flag Of Black Ship
03. Roll ‘n Ride
04. King Wraith
05. Iliad
06. A Chest Of Gold And Fear
07. Jaws Of Death
08. Evil And Skulls
09. Of Secrets And Lore

releases

Wind Rose sempre più viking
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Non solo Canada: dall'Italia un buon album Progressive Death grazie ai Mesosphera
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un heavy/rock progressivo molto cupo e moderno che non ci convince per i Badass
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hard rock adrenalinico per il ritorno dei Warrant
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

demo

Dante's Theory: una piacevole scoperta dalla lontana Asia
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hypocras: Un ep con in mente gli Eluveite e...la musica dance
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Dimonra e la poliedricità
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Chasing The Serpent devono scegliere una strada precisa
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Urskog: one man band direttamente dalle foreste svedesi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Grit, quando la passione non basta
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

Login

Sign In

User Registration
or Annulla