A+ A A-
Gianni Izzo

Gianni Izzo

URL del sito web: Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vivaldi Metal Project: Intervista a Mistheria

Mercoledì, 27 Gennaio 2016 22:06 Pubblicato in Interviste

C’è un progetto musicale molto ambizioso che si sta concretizzando giorno dopo giorno, ideato dal tastierista Mistheria, al secolo Giuseppe Iampieri(Bruce Dickinson, Rob Rock, Roy Z, Mark Boals, John West), e dal bassista Alberto Rigoni (TwinSpirits), ma che vede di fatto, il reclutamento di decine e decine di artisti di fama internazionale, con il fine di riproporre l’intero concerto de “Le Quattro Stagioni” di Vivaldi, in chiave symphonic metal.

Noi di Allaroundmetal.com abbiamo contattato Mistheria per farci raccontare i natali, e rivelarci il dietro le quinte del “Vivaldi Metal Project”. Buona Lettura!

 

Gianni. Ciao Mistheria e benvenuto su allaroundmetal.com. Inizierei subito col presentare il vostro progetto musicale. Quando e come è nato il “Vivaldi Metal Project”?

Mistheria: Verso la fine del 2013 nasce l'idea di proporre Vivaldi in chiave metal sinfonico. Realizzo un provino che metto in rete e da lì partono i primi commenti e i primi contatti. Uno dei primi a raccogliere l'idea e l'entusiasmo è stato l'attuale co-produttore, bassista/compositore Alberto Rigoni.

 

Gianni: Perché hai scelto proprio Vivaldi e le sue “Quattro stagioni”?

Mistheria: “Le Quattro Stagioni” è stato uno dei primi capolavori della musica Classica che ho ascoltato sin dai primi anni di studio in Conservatorio ed è diventata la “colonna sonora” della mia adolescenza. Un'opera dai “nascosti” connotati Metal! Durante gli anni ho cullato l'idea di farne una mia versione fondendola con la passione per il Metal e il Symphonic Metal.

 

Gianni: Immagino la difficoltà di arrangiare in chiave metal e registrare il tutto. Ci descrivi brevemente i passi fatti fino ad oggi? E quali sono state le maggiori difficoltà tecniche incontrate?

Mistheria: Le difficoltà possono essere anche minori o maggiori rispetto a registrare un album di musica originale, basta sempre avere le idee chiare e conoscere bene l'obiettivo da raggiungere. Finora non ci sono state difficoltà tecniche di rilievo, dato il livello eccelso di tutti gli ospiti del progetto, più che altro direi logistiche, dato che organizzare un insieme di oltre 70 artisti, un'orchestra e un coro non è il compito dei più semplici e raccomandabili, ma grazie all'impegno e alla passione di tutto il cast finora tutto va avanti ottimamente!

 

Gianni: A che punto siamo dei lavori?

Mistheria: I musicisti hanno quasi completato le registrazioni, ora sono in studio i cantanti. Il Coro “Angel Manolov”, condotto da Darena Popova, un fantastico ed epico insieme di 50 cantanti, è stato registrato all'inizio di Dicembre 2015 a Sofia (Bulgaria). Ora stiamo ci stiamo organizzando per la registrazione della “Sinfonietta Consonus Orchestra” di Michal Mierzejewski, condotta da Szymon Morus, a Gdansk (Polonia).

 

Gianni: Il progetto vede la partecipazione di un immenso numero di musicisti rock e metal. Innanzitutto in base a cosa avete scelto di ingaggiare un musicista piuttosto che un altro?

Mistheria: All'inizio del progetto sono stati invitati artisti con i quali avevamo già collaborato sia dal vivo che in studio. La risposta è stata eccitante ed abbiamo costruito la base del progetto. In seguito abbiamo iniziato a ricevere suggerimenti, sia dagli artisti già coinvolti, che dai nostri fans, e ovviamente abbiamo anche noi inviato altre proposte ad artisti più o meno noti, che ritenevamo eccellenti nel progetto per completare la formazione. Nel frattempo, e a seguire, fino ad oggi, abbiamo ricevuto tantissime proposte di partecipazione, e la fase dura è stata proprio questa, soprattutto per me che ho dovuto, con piacere però, analizzare ognuna di esse al fine di poter scegliere. E’ stato difficile ma necessario. Ovvio, gli elementi di scelta sono stati la qualità artistica e l'affinità stilistica con il progetto.

 

Gianni: Ti va di presentarci almeno qualcuno dei musicisti coinvolti?

Mistheria: Ne posso citare solo alcuni, l'elenco è davvero lungo (non me ne vogliano i non citati ma le interviste a volte sono così :) Dunque: Michael Lepond (SymphonyX), Mark Boals (Y. Malmsteen), John Macaluso (ARK/SymphonyX), Chris Caffery (Savatage), Edu Falaschi (Angra/Almah), Ruud Jolie (Within Temptation), Rob Rock, Dani Loeble (Helloween), Mark Cross (Scorpions/Firewind), Marco Sfogli (J. LaBrie), Andreas Passmark (Royal Hunt), Steve Di Giorgio (Testament), Atma Anur (T. MacAlpine), Mark Wood (Trans-Siberian Orchestra ), Anna Portalupi (Tarja Turunen), Victor Smolski (Rage/Almanac), Tommy Denander (Toto) e la lista prosegue su www.vivaldimetalproject.com (Sul sito potete ovviamente seguire da vicino l’evoluzione di questo lavoro e trovare tutte le ulteriori news di cui avete bisogno ndr)

 

Gianni: C’è qualche nome che state cercando ancora di reclutare?

Mistheria: Diciamo che ci sono grandi artisti ancora da annunciare... ultimamente abbiamo avuto necessità di altri violinisti solisti dato che gli arrangiamenti, come normale, hanno subito delle modifiche e/o evoluzioni in una determinata direzione

 

Gianni: C’è qualche artista invece che vi avrebbe fatto piacere avere con voi, ma che invece non è stato possibile coinvolgere, per un motivo o per un altro?

Mistheria: Si, c'è qualche artista che ci spiace non avere nel cast, come dici tu: “per un motivo o per un altro... “. Non possiamo fare nomi ma posso anche dire che siamo stra-soddisfatti e ultra-contenti del fantastico e straordinario cast di artisti che abbiamo!

 

Gianni: Pensi sia possibile realizzare un tour e portare quindi il tutto in sede live?

Mistheria: E' quello che stiamo iniziando a pianificare, anche dietro alcune richieste di una certa importanza che ci sono giunte. I nostri collaboratori e alcune agenzie sono già al lavoro su questo fronte, speriamo di poter annunciare presto grandi novità...

 

Gianni: Credi che in futuro ti cimenterai in altri progetti simili? Ci sono altri compositori o altre opere che ti piacerebbe arrangiare in chiave moderna?

Mistheria: E' un po' presto parlarne e già solo pensarci, dato che il VMP ci sta impegnando tantissimo sia in termini di tempo che energie. Possiamo dire che un'opzione c'è e se, a seguito del VMP, recupereremo le forze, abbiamo già qualche idea e un cast di musicisti pronti … ;-)

 

Gianni: Ringraziandoti per il tempo che ci hai dedicato, come al solito, lascio l’ultima parola a te…

Mistheria:  A nome dell'intero VMP, di tutto lo staff e gli artisti, ringrazio te Gianni e la redazione di “ALL AROUND METAL” per lo spazio dedicato al progetto. Un gran piacere da parte mia aver realizzato questa intervista e un abbraccio “sinfonico” a tutti i nostri fans, amici, e coloro che ci supportano da più di due anni. Siamo vicini al traguardo, continuate a seguirci!

releases

Every Mother’s Nightmare, meglio lasciar spazio alle nuove leve?
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debbie Ray: swedish hard rock with style
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tenete d'occhio questo nome proveniente dai Paesi Baschi: Altarage
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tra Progressive Deathcore e Mathcore la proposta degli americani Dark Waters End
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Mork, il ritorno del True Norwegian Black Metal!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una nuova realtà da non perdere: il debutto dei nostrani Blood Inc.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

demo

Metal dalle forti influenze prog in questo interessante debutto degli Shade of Echoes
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Dead Medusa ed un EP con troppo minutaggio sprecato
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Interessante la proposta di Freddy Spera e del suo solo project Crejuvent
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo EP per i finlandesi Distress of Ruin
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stilema: folk metal lirico!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Demo per la One Man Band romena Vorus: in formato cassetta!
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

Login

Sign In

User Registration
or Annulla