A+ A A-
 

Illucia: una realtà Heavy Metal proveniente dall'India Illucia: una realtà Heavy Metal proveniente dall'India Hot

Illucia: una realtà Heavy Metal proveniente dall'India

recensioni

gruppo
titolo
“A New Reign”
etichetta
Autoproduzione
Anno

TRACKLIST:
1. Fateful Night
2. Clap of Thunder =ASCOLTA=
3. Trauma of The Sea
4. Slaves of The Land
5. The Fortress of Gold
6. The Chosen One
7. Hellucination
8. Walls of Desire =ASCOLTA=
9. The Ritual… a New Reign

LINE UP:
Nitin Charles Martin - Chitarre
Srivatsa Balaji - Batteria
Vineesh Venugopal - Voce
Imli Suneo Jamir - Basso (session)

opinioni autore

 
Illucia: una realtà Heavy Metal proveniente dall'India 2022-12-26 18:57:26 Corrado Franceschini
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Corrado Franceschini    26 Dicembre, 2022
Ultimo aggiornamento: 26 Dicembre, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Quanti fra voi conoscono gruppi che suonano Heavy Metal e provengono dall’India? Credo pochi. Gli Illucia si sono formati nel 2014 e nel corso degli anni hanno rilasciato l’EP “1 1 1” nel 2019, e il singolo “Dreamtime Observers” nel 2020: vi consiglio l’ascolto su Youtube, ne vale la pena. Nel 2022 il trio, trasformatosi in quartetto in studio, ha fatto uscire il disco a nove tracce dal titolo “A New Reign”. Il combo indiano fa suoi i dettami dell’Heavy Metal duro e puro, e tiene saldo come punto di riferimento gli Iron Maiden. Questo fattore è dovuto principalmente alla chitarra di Nitin Charles Martin sia nelle fasi soliste che in quelle “doppie”. Oltre alla Vergine di Ferro le maggiori influenze musicali degli Illucia, a mio avviso, sono da pescare fra i gruppi classici come Accept, Judas Priest e band similari, con alcune brevi “fughe” verso altri generi. I riff taglienti e i soli della chitarra fanno da cornice ad alcune cavalcate che, talvolta, virano verso l’incedere epico come nel caso del primo singolo, e relativo video, “Clap Of Thunder”. Uno dei pezzi migliori del lotto dal sapore fortemente maideniano. Amate i brani pieni di variazioni sul tema? Con “Slaves of the Land” e “Walls of Desire” andate sul sicuro. Se vi piacciono le scorrerie dal suono lanciato al galoppo, “The Fortress of Gold” vi soddisferà. Stavo per dare un buon giudizio anche a “Hellucination”, ma la voce di Vineesh Venugopal, che non è sempre al top e consona al genere proposto, ha una metrica discordante dal ritmo e mi ha fatto ricredere. La nona traccia, “The Ritual… a New Reign”, rappresenta una sorta di sorpresa dato che il gruppo si sposta verso lidi cari ai Metallica più “tranquilli”, quelli degli arpeggi delicati di “The Call Of Ktulu”, per poi acquisire una carica in crescendo. Gli Illucia hanno delle buone idee in fase compositiva, ma il fattore autoproduzione e l’aver inciso le parti di chitarra in uno studio e i restanti strumenti in un altro, hanno in parte inficiato il valore del disco.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Speed metal roboante che viaggia su ritmi infernali per i Seax
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Primo full-length per gli abruzzesi A Vintage Death
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i fans del classico US Death Metal, il quarto album dei Faithxtractor
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ritorno in grande stile per gli Xandria, con una band quasi del tutto rinnovata
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Al secondo album registriamo un netto miglioramento per i Sanguisugabogg
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dagli Act of Impalement un Death/Doom della vecchia scuola: semplice ed efficace
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dai Just Before Dawn un EP di UK Death Metal sulla Guerra del Vietnam
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sins of Shadows, forse qualche minuto in meno avrebbe giovato
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Termination Force e la nostalgia del passato
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Marco Garau's Magic Opera, ancora un centro pieno!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tragico, epico, atmosferico: EP di debutto per Druids of Eld
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Non convince proprio del tutto la nuova vita Death/Doom degli americani Invertia
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla