A+ A A-
 

Runamok, un nuovo album dopo 13 anni di silenzio Runamok, un nuovo album dopo 13 anni di silenzio Hot

Runamok, un nuovo album dopo 13 anni di silenzio

recensioni

gruppo
titolo
"The clown brigade"
etichetta
Autoproduzione
Anno

TRACKLIST:
1. Enjoy the violence =ASCOLTA=
2. D.I.L.L.I.G.A.F.
3. Creeping beauty
4. The hex
5. Nailgun romance
6. Damn your God
7. In regret
8. Meat on a stick
9. Leech
10. Skinning Medusa

LINE UP
Fabian "Fabs" Schwarz – Voce e tutti gli strumenti

opinioni autore

 
Runamok, un nuovo album dopo 13 anni di silenzio 2023-01-02 10:06:25 Ninni Cangiano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    02 Gennaio, 2023
Ultimo aggiornamento: 02 Gennaio, 2023
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Dopo tredici anni di silenzio, tornano a farsi sentire i bavaresi Runamok, anche se sarebbe meglio parlare al singolare dato che dietro questo nome è rimasto il solo Fabian Schwarz che, per questo disco, oltre a cantare e suonare la chitarra, dovrebbe essersi incaricato anche degli altri strumenti; il “dovrebbe” è d’obbligo, dato che non abbiamo informazioni più precise al riguardo. Il sound della band tedesca è un piacevole Thrash, con qualche influsso più canonicamente Heavy, grazie anche ad una certa attenzione alle melodie; giusto per dare un termine di paragone potrei citare gli Annihilator, fatte le dovute distanze tra il grande Jeff Waters ed il comunque più che valido Schwarz. Il riffing targato Runamok è infatti molto simile a quanto fatto dagli Annihilator nel corso della loro carriera, ma soprattutto verso la metà degli anni ’90 (“King of the kill” e “Refresh the demon”, per capirci); anche il ritmo frizzante imposto dalla batteria potrebbe poi ricordare il gruppo canadese, basti prendere una canzone come “The hex” (forse la migliore del lotto) per comprendere al volo il concetto. Questo sesto album della carriera della band tedesca si intitola “The clown brigade” ed è composto da dieci tracce per una durata totale di poco superiore ai 38 minuti; l’ascolto è indubbiamente gradevole a patto di apprezzare queste sonorità, ricche di energia e ritmo. La voce di Schwarz non è il massimo della vita, abbastanza roca ed aggressiva, ma anche leggermente monocorde e non molto espressiva; c’è però da dire che, per questo genere di musica, non sono necessarie voci particolarmente dotate, ma che siano in grado di infondere energia e rabbia ed, in questo, sicuramente il buon Fabs riesce senza particolari problemi; forse con un cantante migliore, il risultato sarebbe ancora più apprezzabile, ma non credo che per il momento i Runamok siano alla ricerca di un nuovo vocalist. Bene o male le canzoni sono tutte di buona qualità e, come detto, l’ascolto è tutt’altro che sgradevole; non posso quindi che promuovere ampiamente i Runamok ed il loro “The clown brigade”, sperando che per il prossimo album non si debba attendere altri tredici anni….

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Speed metal roboante che viaggia su ritmi infernali per i Seax
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Primo full-length per gli abruzzesi A Vintage Death
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i fans del classico US Death Metal, il quarto album dei Faithxtractor
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ritorno in grande stile per gli Xandria, con una band quasi del tutto rinnovata
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Al secondo album registriamo un netto miglioramento per i Sanguisugabogg
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dagli Act of Impalement un Death/Doom della vecchia scuola: semplice ed efficace
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dai Just Before Dawn un EP di UK Death Metal sulla Guerra del Vietnam
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sins of Shadows, forse qualche minuto in meno avrebbe giovato
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Termination Force e la nostalgia del passato
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Marco Garau's Magic Opera, ancora un centro pieno!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tragico, epico, atmosferico: EP di debutto per Druids of Eld
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Non convince proprio del tutto la nuova vita Death/Doom degli americani Invertia
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla