A+ A A-
 

Melodie e violenza si combinano nel debut album degli Zeta Melodie e violenza si combinano nel debut album degli Zeta Hot

Melodie e violenza si combinano nel debut album degli Zeta

recensioni

gruppo
titolo
Binary Enigma
etichetta
Autoproduzione
Anno

PROVENIENZA: USA 

GENERE: Melodic Black/Death Metal 

FFO: Necrophobic, Watain, Dissection, Marduk, Dark Funeral 

LINE UP: 
Dan Klein - voce 
Luke Gawel, chitarre, basso, synth 
Evan Thomas - batteria 

TRACKLIST: 
1. Hopinksville Goblins [01:47] 
2. Suspended Colossus [04:15] =ASCOLTA= 
3. Binary Enigma [05:36] 
4. Organic Corridor [05:25] 
5. Cosmic Embrace [05:48] 
6. Traversing the Void [05:08] =ASCOLTA= 
7. M-Triangle [04:10] 
8. Weight of Disclosure [05:05] 
9. Dimensional Nexus Part II [04:44] 

Running time: 41:58 

opinioni autore

 
Melodie e violenza si combinano nel debut album degli Zeta 2023-01-05 13:40:14 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    05 Gennaio, 2023
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Formatisi nel 2008 ma attivi "sul campo" dal 2017 - anno in cui hanno rilasciato i due EP "Cosmic Realms" e "Ignotum Anomalia" - gli statunitensi Zeta (o ZeTA, come pare si scriva) hanno lanciato agli inizi dello scorso settembre in maniera indipendente questo primo full-length a titolo "Binary Enigma". E' un Black/Death con tematiche fantascientifiche e dalle forti tinte melodiche quello che ci offrono i tre ragazzi di Cleveland, con sonorità che prendono spunto dalla scuola svedese Black Metal: un approccio dunque estremamente feroce in cui c'è una grande attenzione per melodie dall'afflato luciferino; sin dai primi istanti di "Suspended Colossus" possiamo intuire le coordinate stilistiche dei nostri, che vertono soprattutto verso i lidi dei vari Necrophobic, Watain, Dissection, Naglfar, senza che venga meno una certa brutalità d'esecuzione à la Marduk/Dark Funeral. Stiamo parlando poi di un album che ha alla base un concept sci-fi, quindi non stupisce trovare all'interno dei brani un massiccio uso di synth - opera del chitarrista/bassista Luke Gawel -, che aiutano non poco a dare quelle atmosfere algide da spazio profondo. Motore principale dell'opera è senza dubbio la chitarra dello stesso Gawel, ma sarebbe errore grande non dare l'onore delle armi al batterista Evan Thomas, autore di una prestazione muscolare e frenetica (ascoltate "Organic Corridor" a titolo esemplificativo). Oltre quest'ultimo brano appena citato, da menzionare sono sicuramente i due singoli "Suspended Colossus" e "Traversing the Void", insieme all'adrenalinica "Cosmic Embrace" ed "M-Triangle". Tirando le somme finali, "Binary Enigma" è un lavoro decisamente frenetico, in cui la velocità e la potenza d'esecuzione sono il fulcro primario dell'opera; non aspettatevi chissà quale originalità, ma va dato atto agli Zeta di aver offerto un album che, qualora siate amanti di queste sonorità, saprà certamente catturare la vostra attenzione.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Speed metal roboante che viaggia su ritmi infernali per i Seax
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Primo full-length per gli abruzzesi A Vintage Death
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i fans del classico US Death Metal, il quarto album dei Faithxtractor
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ritorno in grande stile per gli Xandria, con una band quasi del tutto rinnovata
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Al secondo album registriamo un netto miglioramento per i Sanguisugabogg
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dagli Act of Impalement un Death/Doom della vecchia scuola: semplice ed efficace
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dai Just Before Dawn un EP di UK Death Metal sulla Guerra del Vietnam
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sins of Shadows, forse qualche minuto in meno avrebbe giovato
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Termination Force e la nostalgia del passato
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Marco Garau's Magic Opera, ancora un centro pieno!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tragico, epico, atmosferico: EP di debutto per Druids of Eld
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Non convince proprio del tutto la nuova vita Death/Doom degli americani Invertia
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla