A+ A A-
 

Ottavo album ed ennesima nuova label per i Revolting Ottavo album ed ennesima nuova label per i Revolting Hot

Ottavo album ed ennesima nuova label per i Revolting

recensioni

gruppo
titolo
Born to Be Dead
etichetta
Xtreem Music
Anno

PROVENIENZA: Svezia 

GENERE: Death Metal 

FFO: Entrails, Ribspreader, Unleashed, Paganizer, At the Gates 

LINE UP: 
Rogga Johansson - voce, chitarre 
Grotesque Tobias - basso 
Mutated Martin - batteria 

TRACKLIST: 
1. Souls of Sorrow [03:36] =ASCOLTA= 
2. Born of Butchery [03:03] 
3. Master of the End [03:40] 
4. The Suffering [03:01] 
5. Flesh on the Razor Wire [02:57] 
6. Tentacles Come Crawling [04:25] 
7. A Trail of Human Blood [03:03] 
8. Rotting in the Depths [03:06] 
9. The Knowing [03:02] 
10. Born to Be Dead [01:58] 

Running time: 31:51 

opinioni autore

 
Ottavo album ed ennesima nuova label per i Revolting 2023-02-07 18:45:39 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    07 Febbraio, 2023
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tra le decine e decine di progetti portati avanti contemporaneamente da Rogga Johansson, i Revolting sono senza dubbio tra i più riusciti, oltre che tra i più prolifici. Li avevamo lasciati un paio d'anni fa circa con "The Shadow at the World's End" - uscito per Transcending Obscurity Records - per ritrovarli sul finire del 2022 (decine di dischi di altri progetti dopo) con "Born to Be Dead", ottavo studio album per i Revolting e debutto su Xtreem Music (dopo una vita spesa con F.D.A. Records e il veloce passaggio per l'etichetta indiana). In compagnia dei fidi Grotesque Tobias e Mutated Martin ad occuparsi della sezione ritmica, Johansson ci offre - come usanza, ormai - un'altra fucilata di Death Metal della vecchia scuola svedese fato di riffoni granitici, sezione ritmica arrembante ed una spiccata attitudine Rock'n'Roll messa al servizio del Metal estremo. Differenza sostanziale tra i Revolting ed altri progetti dello stakanovista artista svedese è che qui c'è una fortissima attenzione alle melodie, tanto che scorrendo la tracklist ci si rende conto di come il tutto suoni come un perfetto mix tra i soliti nomi (Dismember, Grave, ecc. ecc.), Paganizer e, per lunghi tratti, At the Gates - prendete "Master of the End", il pezzo più marcatamente Melodic Death del lotto che sembra venir fuori tranquillamente da uno "Slaughter of the Soul", con le dovute proporzioni -. Il punto è questo: seppur molto spesso il materiale che ci arriva che coinvolge Rogga Johansson è di buona fattura, è la quantità che "frega": sono talmente tanti i dischi e quasi tutti che si muovono all'interno di una certa "comfort zone", che difficilmente alla fine ci si sente di dare più di una sufficienza. E certe volte è anche un peccato: basta ascoltare pezzi come "The Suffering", "Tentacles Come Crawling" e "Rotting in the Depths" per rendersi conto che "Born to Be Dead" è una delle migliori release dei Revolting e più in generale nella top 3 - almeno - di mr. Johansson negli ultimi anni.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Fatal Fire, un debut album con i controfiocchi
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Benighted: tradizione e modernità, violenza cruda e groove
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
 Achelous, nuovo album e nuove emozioni per un lavoro epico
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani About Us non hanno paura di osare e pubblicano un lavoro di qualità
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Razor Attack, ci vuole di meglio
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dialith, un breve EP che conferma le qualità del gruppo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancient Trail, un disco che merita attenzione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Scarefield: orrorifici!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dyspläcer, un debut album che fa intravedere del talento
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Blood Opera: grande incompiuta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla