A+ A A-
 

Con "Foreordained" i Phobocosm entrano nello stretto novero dei grandi Con "Foreordained" i Phobocosm entrano nello stretto novero dei grandi Hot

Con "Foreordained" i Phobocosm entrano nello stretto novero dei grandi

recensioni

gruppo
titolo
Foreordained
etichetta
Dark Descent Records
Anno

PROVENIENZA: Canada 

GENERE: Death Metal 

FFO: Immolation, Gorguts, Ulcerate, Ignivomous, Dead Congregation 

LINE UP: 
E.B. - voce, basso 
S.D. - chitarre 
J.S.G. - batteria 

TRACKLIST: 
1. Premonition [03:51] 
2. Primal Dread [10:13] 
3. Everlasting Void [06:15] 
4. Infomorph [07:47] =AUDIO UFFICIALE= 
5. Revival [05:48] =AUDIO UFFICIALE= 
6. For an Aeon  [07:24] 

Running time: 41:15 

opinioni autore

 
Con "Foreordained" i Phobocosm entrano nello stretto novero dei grandi 2023-12-09 16:07:20 Daniele Ogre
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    09 Dicembre, 2023
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Sono passati ben sette anni da "Bringer of Drought", secondo album dei canadesi Phobocosm che, insieme al debutto del 2014 "Deproved", ci aveva mostrato una band decisamente molto, molto interessante. Oggi il trio - diventato quartetto dopo le registrazioni di quest'album - torna con "Foreordained", terzo colossale full-length dell'act a canadese licenziato come i due precedenti da una vera e propria garanzia di qualità come Dark Descent Records. Già con i primi due lavori si poteva facilmente intuire come i Nostri seguissero gli insegnamenti soprattutto del trittico Immolation/Ulcerate/Gorguts, cosa questa che non è cambiata su questa nuova release; ma c'è un'enorme differenza, ossia che i Phobocosm di oggi sono pienamente consci del loro potenziale e pur rimarcando quelle influenze che li hanno sempre contraddistinti, si presentano ora come una band pienamente matura, una band che riesce a dare alle proprie composizioni un'impronta personale che, con lo scorrere del tempo, diventerà riconoscibile al primo ascolto, di questo ne siamo assolutamente certi. "Foreordained" è - lo diciamo subito - uno di quei lavori da ascoltare rigorosamente in cuffia: è un disco intenso in cui il denso flusso magmatico delle chitarre fa il paio con una coltre atmosferica oscura quanto altamente minacciosa, che donano a questo monolite di circa 40 minuti un'aura solenne. Le sei oscure gemme che compongono la tracklist di certo non rientrano nel novero di quel Death Metal energico atto a scatenare un moshpit selvaggio, in quanto richiama più ad un ascolto particolarmente attento per riuscire a penetrare le trame di un sound molto più intricato di quanto possa sembrare a primo acchito. I Phobocosm, semplicemente, non lasciano un attimo di respiro: avvolgono con la loro musica pesante ed oppressiva come fosse una malsana esalazione sulfurea che soffoca vieppiù che passano i secondi, con la lunghissima seconda traccia "Primal Dread" che ne rappresenta, a nostro avviso, l'apice. Il nostro consiglio è quello di prendere anche a scatola chiusa "Foreordained" e lasciarsi trascinare dal catacombale growl di E.B. verso un abisso di terrori e putride esalazioni, in cui ogni luce ed ogni speranza scompaiono. Non esageriamo nel dire che in questa particolare frangia del Death Metal, i Phobocosm oggi sono a mani basse una delle massime espressioni.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I tanti fans del Doom/Death melodico non dovranno farsi scappare i Counting Hours
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sempre su livelli discreti anche questo terzo album dei Surgery
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un secondo album più maturo e complesso per gli irlandesi Vircolac
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il nuovo album di Ace Frehley non soddisfa a pieno
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Amaranthe raggiungono l’apice della loro essenza con “The Catalyst”
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Arcane Tales: ci si tuffa all'interno di un viaggio di purissimo Symphonic Power Metal
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Ember Belladonna, un debutto fin troppo poco Metal
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Metal melodico: debutto per gli Attractive Chaos
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gengis Khan: epica cavalcata
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Asidie presentano un album introspettivo e profondamente umano in chiave Doom
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"The Serpent's Cycle" degli Hyperia : aggressività, potenza e melodia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
No One Alive, un gruppo da tenere d'occhio!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla